HOMOLAICUS - AFORISMI E CITAZIONI - Indice

GIOCA GRATIS

PAROLE

Aforismi e citazioni

PROPRIA

1

Ad ogni piede la propria scarpa. (Michel de Montaigne)

2

Chi non sa popolare la propria solitudine, nemmeno sa esser solo in mezzo alla folla affaccendata. (Baudelaire)

3

Chi non si adatta alla gentilezza, per lo più paga il fio della propria superbia. (Fedro)

4

Chi risponde prima di avere ascoltato mostra stoltezza a propria confusione. (Salomone)

5

Come è insensato disporre della propria vita, se non siamo padroni neppure del domani! (Seneca)

6

Divenire lo spettatore della propria vita, significa sfuggire i fatti dell'esistenza che ci fanno soffrire. (O. Wilde)

7

Fare l'amore con la propria moglie è come sparare ad un'anatra morta. (Groucho Marx)

8

Fidarsi della bontà altrui è una prova non piccola della propria bontà. (Michel de Montaigne)

9

Gli uomini veramente grandi non possono dubitare di un'esistenza futura, perché sentono in sé medesimi la propria immortalità (I. U. Tarchetti).

10

I mariti hanno il dovere di amare le mogli come il proprio corpo, perché chi ama la propria moglie ama se stesso. (S. Paolo)

11

Il guadagno altrui viene quasi sempre percepito come una perdita propria (Wilhelm Busch)

12

In amore bisogna essere senza scrupoli, non rispettare nessuno. All'occorrenza essere capaci di andare a letto con la propria moglie (Ennio Flaiano)

13

Io penso che nessuno dovrebbe scrivere la propria autobiografia finché non è morto. (Samuel Goldwyn)

14

L'anima è più forte di ogni fortuna, indirizza da sé le cose in un senso o nell'altro ed è causa della propria felicità o infelicità. (Seneca)

15

L'antica lite fra la libertà e l'autorità è una guerra fra due orgogli: fra l'orgoglio di adorare la volontà propria e l'orgoglio che calpesta la volontà altrui. Umiliate l'uno e l'altro, e la pace è fatta. Allora la libertà è la coscienza che rispetta la legge: e l'autorità è la legge che rispetta la coscienza (R. Lambruschini).

16

L'essere orgogliosi della propria cultura è la peggiore specie d'ignoranza. (Jeremy Taylor)

17

L'opinione pubblica per molte persone è solo una scusa per non averne una propria. (Anatole France)

18

La conversazione è feconda soltanto tra spiriti dediti a consolidare la propria perplessità (Emile M. Cioran)

19

La fiducia nella bontà altrui è una notevole testimonianza della propria bontà (Michel de Montaigne)

20

La forza interiore cresce con la propria preghiera. (Gandhi)

21

La gente che lavora, che pensa con la propria testa, che si forma da sé sola e laboriosamente un piccolo patrimonio di cognizioni positive e sicure, acquista quasi sempre anche quel preziosissimo di tutti i tesori, che è il buon senso: armonia di cuore e di testa, altissima ed utilissima fra le umane virtù (P. Mantegazza)

22

La libertà consiste nell'essere padrone della propria vita e nel fare poco conto delle ricchezze (Platone)

23

Le anime generose ricevono più offesa dall'essere adulate che ingiurate; sì perché si dolgono dell'offesa che fa l'adulatore al vero e agli uomini degni di lode e alla propria dignità. (N. Tommaseo)

24

Nessuno patisce danno se non per propria mano. (Diogene il Cinico)

25

Non vedo perché io debba fare un'offerta per una casa per alcolizzati. La gente può benissimo bere a casa propria. (Otto Waalkes)

26

Ogni persona di onore sceglie di perdere piuttosto il proprio onore, che perdere la propria coscienza. (Michel de Montaigne)

27

Prendersi cura del pianeta è come curare la propria casa e poichè noi esseri umani viviamo e siamo immersi nella natura, è assurdo distruggerla e rovinarla. (Dalai Lama)

28

Si usa uno specchio di vetro per guardare il viso; e si usano le opere d'arte per guardare la propria anima (G. Bernard Shaw)

29

Spesso c'è meno sofferenza a perdere la propria vigna che a difenderla in una causa. (Michel de Montaigne)

30

Spiritualizzare la propria epoca; ecco una cosa che vale la pena di fare. (O. Wilde)

31

Tutti parlano dell'opinione, pubblica, e per opinione pubblica intendono l'opinione pubblica meno la propria opinione (Gilbert Keith Chesterton)

32

Tutto il problema della vita è dunque questo: come rompere la propria solitudine, come comunicare con gli altri. (Cesare Pavese)

33

Un sognatore è colui che non sa trovare la propria via se non al lume della luna; e il suo castigo è che egli vede l'alba assai prima degli altri. (Oscar Wilde)

34

Vi sono due amicizie false e una vera. E' falsa quell'amicizia che si basa sui vantaggi che si possono trarre dall'amico. Più falsa è l'amicizia che non cerca che il diletto e la propria soddisfazione. La vera amicizia si fonda invece su ciò che è bene per entrambi gli amici. (Alberto Magno)

PROPRIE

1

Accusare gli altri delle proprie disgrazie è conseguenza della nostra ignoranza. Accusare se stessi significa cominciare a capire. Non accusare né sé, né gli altri, questa è vera saggezza. (Epitteto)

2

Aver coscienza delle proprie colpe è il primo passo verso la salvezza. (Epicuro)

3

Ciascuno ha le proprie inclinazioni. (Virgilio)

4

Colui che incolpa gli altri delle proprie disgrazie è un ignorante: colui che incolpastesso comincia a migliorare; il galantuomo non incolpa né sé né gli altri, ma pensa a rimediarvi. (C. Cantù).

5

I diplomatici tradiscono tutto, tranne le proprie emozioni (Victor Hugo).

6

L'animo umano è fin troppo pronto a scusare le proprie colpe. (Livio)

7

La perfezione dell'uomo consiste proprio nello scoprire le proprie imperfezioni. (Sant'Agostino)

8

Per ritornare giovani, basta ripetere le proprie follie. (O. Wilde)

9

Per riuscire la gente abusa tanto delle proprie qualità quanto dei propri difetti (Charles Regismanset)

10

Speranze vane e fallaci sono proprie dell'uomo insensato, i sogni danno le ali agli stolti. (Siracide)

11

Un vero sviluppo, secondo le esigenze proprie dell'essere umano, uomo o donna, bambino, adulto o anziano, implica soprattutto da parte di quanti intervengono attivamente in questo processo e ne sono responsabili una viva coscienza del valore dei diritti di tutti e di ciascuno nonché della necessità di rispettare il diritto di ognuno all'utilizzazione piena dei benefici offerti dalla scienza e dalla tecnica. (Giovanni Paolo II)

PROPRIETÀ

1

Ci sono veleni così sottili che per conoscerne le proprietà è necessario avvelenarsi. (O. Wilde)

2

Dove non esiste siepe, la proprietà è saccheggiata, ove non c'è moglie, l'uomo geme randagio. (Siracide)

3

La proprietà ha dei doveri, oltre che dei diritti. (Thomas Drummond)

4

La proprietà è furto. (Pierre Joseph Proudhon)

5

Le idee migliori sono proprietà di tutti (Seneca)

PROPRIO

1

A me la storia piace immaginarla; così ho proprio la certezza che non ci siano trucchi, e sia veramente falsa. (Vittorio Giovanni Rossi)

2

Abbiamo bisogno dell'amicizia sempre, proprio come abbiamo bisogno dei proverbiali fondamenti della vita: il fuoco e l'acqua. (Cicerone)

3

Abbiamo due orecchie e una sola bocca proprio perché dobbiamo ascoltare di più e parlare di meno. (Zenone)

4

All'abbondanza di beni e di servizi disponibili in alcune parti del mondo, soprattutto nel Nord sviluppato, corrisponde nel Sud un inammissibile ritardo, ed è proprio in questa fascia geo-politica che vive la maggior parte del genere umano. (Giovanni Paolo II)

5

Beato chi muore nel proprio letto. (G. Verga)

6

Che c'è di tanto ridicolo quanto cercare la morte, se proprio per paura della morte ti sei reso la vita impossibile? (Seneca)

7

Chi affida un segreto a un servitore ne fa il proprio padrone. (John Dryden)

8

Chi ama il proprio figlio usa spesso la frusta, per gioire di lui alla fine. (Siracide)

9

Chi ammaestra il proprio figlio renderà geloso il nemico, mentre davanti agli amici potrà gioire. (Siracide)

10

Chi corregge il proprio figlio ne trarrà vantaggio e se ne potrà vantare con i suoi conoscenti. (Siracide)

11

Chi rimanda la carità a dopo la morte è, se ben si riflette, generoso del bene altrui più che del proprio (Bacone)

12

Chi è fornito di argomenti pecuniari convincerà il proprio antagonista molto prima di chi trae argomenti dalla ragione e dalla filosofia (Joseph Addison)

13

Ci vogliono venti anni a una donna per fare del proprio figlio un uomo, e venti minuti a un'altra donna per farne un idiota (Charles Dickens)

14

Colui al quale è troppo caro il proprio corpo, tiene in poco conto la virtù. (Seneca)

15

Colui che offre al proprio cane cibi non adatti o troppo caldi, sia punito con cento sferzate. (Artaserse)

16

E' cosa difficile tener fermo il proprio giudizio contro le opinioni comuni. (Michel de Montaigne)

17

E' dolce riposare dopo aver compiuto il proprio dovere. (S. Pio da Pietrelcina)

18

E' inevitabile tanto perdere la vita, quanto perdere i beni e, se lo comprendiamo, questo è proprio un conforto. Impara a perdere tutto serenamente: dobbiamo morire. (Seneca)

19

Esercitare liberamente il proprio ingegno, ecco la vera felicità. (Aristotele)

20

Essere adorati è una seccatura. Le donne ci trattano proprio come gli esseri umani trattano i loro dei. Ci adorano e non fanno altro che seccarci chiedendoci di fare qualcosa per loro. (O. Wilde)

21

Far il proprio dovere val meglio dell'eroismo. (Cantù)

22

Figlio, colui che tenta di sottrarsi all'obbedienza si sottrae anche alla grazia. Colui che cerca il bene suo personale perde anche il bene che è proprio del vivere in comune. (T. da Kempis)

23

Fuggite la fornicazione! Qualsiasi peccato l'uomo commetta, è fuori del suo corpo; ma chi si dà alla fornicazione, pecca contro il proprio corpo. (S. Paolo)

24

Gli infanti, i fanciulli, i pazzi non temono la morte; e allora è proprio vergognoso che la ragione non sia in grado di darci quella serenità interiore a cui porta l'assenza di raziocinio. (Seneca)

25

I mariti hanno il dovere di amare le mogli come il proprio corpo, perché chi ama la propria moglie ama se stesso. (S. Paolo)

26

Il più potente è colui che ha se stesso in proprio potere. (Seneca)

27

Il più sicuro mezzo di trovarsi pago del proprio stato è quello di paragonarsi ad altri più infelici; cosi, quando penso al numero prodigioso di malattie terribili alle quali il corpo umano è soggetto, ho per gran ventura che a me non ne siano toccate in sorte che tre (B. Franklin).

28

In una gerarchia ogni membro tende a raggiungere il proprio livello di incompetenza. (A. Bloch)

29

Io vi ascolto, vecchi amici; è un pezzo che mi dite: "Metti un catenaccio! Impediscile di uscire". Ma chi mi custodirà i custodi? Mia moglie è abile e comincia proprio da quelli. (Giovenale)

30

L'istruzione, come la ricchezza, può essere sorgente di bene e di male, a seconda delle intenzioni colle quali s'adopera: consacrata al progresso di tutti, è mezzo d'incivilimento e di libertà; rivolta all'utile proprio, diventa mezzo di tirannide e di corruttela (G. Mazzini).

31

La democrazia è la forma di governo che dà ad ogni uomo il diritto di essere il proprio oppressore. (Henry Louis Mencken)

32

La libertà non fondata sulla giustizia è una parola vuota, buona per nascondere illusioni. Proprio i più grandi tiranni del genere umano hanno glorificato a voce più alta la libertà. (S. Staszic)

33

La malizia ingozza la maggior parte del suo proprio veleno e se ne avvelena. (Michel de Montaigne)

34

La modestia si basa sulla consapevolezza del proprio fascino. (W. Muhs)

35

La moglie non è arbitra del proprio corpo, ma lo è il marito; allo stesso modo anche il marito non è arbitro del proprio corpo, ma lo è la moglie. (S. Paolo)

36

La morte è così poco temibile che proprio per merito suo non dobbiamo temere nulla. (Seneca)

37

La perfezione dell'uomo consiste proprio nello scoprire le proprie imperfezioni. (Sant'Agostino)

38

La pubblicità promuove quel divino scontento che spinge la gente a migliorare il proprio status economico. (R. S. Butler)

39

La scienza non esclude gli errori; anzi, talora sono proprio questi a portare alla verità (Giueles Verne)

40

Le donne rappresentano il trionfo della materia sull'intelletto, proprio come gli uomini rappresentano il trionfo dell'intelletto sulla morale. (O. Wilde)

41

Le donne si difendono attaccando, proprio come attaccano con strane e improvvise capitolazioni. (O. Wilde)

42

Meglio essere folle per proprio conto che saggio con le opinioni altrui (Friedrich W. Nietzsche)

43

Motivo di sdegno, di rimprovero e di grande disprezzo è una donna che mantiene il proprio marito. (Siracide)

44

Nessuno ardisca dare o ricevere qualcosa senza il permesso dell'abate, né avere alcunché di proprio, assolutamente nulla, dato che i monaci non sono ormai più padroni né del loro corpo né della loro volontà. (Regola di S. Benedetto)

45

Nessuno può vivere felice se bada solo a sé stesso, se volge tutto al proprio utile: devi vivere per il prossimo, se vuoi vivere per te. (Seneca)

46

Non abbiamo il diritto di consumare felicità senza produrne, proprio come non abbiamo il diritto di consumare ricchezza senza guadagnare. (G. B. Shaw)

47

Non appena si giunge all'età giusta per saperne di più, è proprio allora che non si sa niente di niente. (Oscar Wilde)

48

Non basta che lo scrittore sia padrone del proprio stile. Bisogna che lo stile sia padrone delle cose. (Leopardi)

49

Ogni delitto è volgare, proprio come è un delitto la volgarità. (O. Wilde)

50

Ogni donna che prega o profetizza senza velo sul capo, manca di riguardo al proprio capo, poiché è lo stesso che se fosse rasata. (S. Paolo)

51

Ogni grande opera d'arte ha due facce, una per il proprio tempo e una per il futuro, per l'eternità (Daniel Barenboim)

52

Ogni persona di onore sceglie di perdere piuttosto il proprio onore, che perdere la propria coscienza. (Michel de Montaigne)

53

Ogni uomo è l'architetto del proprio destino. (Claudio Cieco Appio)

54

Ognuno insiste sul peccato del suo compagno e diminuisce il proprio. (Michel de Montaigne)

55

Perde giustamente il proprio chi brama l'altrui. (Fedro)

56

Quando ero fanciullo, parlavo come un fanciullo, avevo conoscenza da fanciullo, pensavo come un fanciullo. Divenuto uomo, debbo spogliarmi di tutto ciò che è proprio del fanciullo. Ora noi vediamo la realtà eterna come un mistero riflesso in uno specchio: allora lo vedremo faccia a faccia. (S. Paolo)

57

Quando il tempo è denaro, sembra morale risparmiarlo, specialmente il proprio. (Theodor W. Adorno)

58

Quando una donna vi ha donato il proprio cuore, non riuscirete più a sbarazzarvi del resto. (Sir John Vanbrugh)

59

Saper campare del proprio, poco o molto che sia, è la prima garanzia di una vita onorata e tranquilla. Quando, invece, si comincia a vivere dell'altrui, addio tranquillità e purtroppo non di rado, addio onore (M. D'Azeglio).

60

Spesso il vivere bene consiste proprio nel non vivere a lungo. (Seneca)

61

Tu non devi cercare che le cose vadano a modo tuo, ma volere che esse vadano proprio così come stanno andando; allora tutto andrà bene (Epitteto)

62

Una delle più grandi ingiustizie del mondo contemporaneo consiste proprio in questo: che sono relativamente pochi quelli che possiedono molto, e molti quelli che non possiedono quasi nulla. E' l'ingiustizia della cattiva distribuzione dei beni e dei servizi destinati originariamente a tutti . (Giovanni Paolo II)

63

Una ragazza sul proprio cognome (Schiavone) - Togliete una "S" e fa ......

64

Voi che fate di tutto per essere coerenti, cambiate idea proprio come gli altri. L'unica differenza è che i vostri cambiamenti di umore sono privi di significato. (O. Wilde)

PROSPERITÀ

1

Di regola, le avversità rivelano il genio e la prosperità lo cela. (Orazio)

2

Gli uomini oggetto di invidia sono destinati a scomparire: alcuni verranno eliminati, altri cadranno. La prosperità è inquieta: si tormenta da sé. (Seneca)

3

L'amico non si può riconoscere nella prosperità, ma nell'avversità il nemico non si nasconderà. (Siracide)

4

L'operosità è l'anima degli affari e la chiave di volta della prosperità. (Charles Dickens)

PROSPETTIVA

1

Lo sviluppo economico, con tutto ciò che fa parte del suo adeguato modo di funzionare, deve essere costantemente programmato e realizzato all'interno di una prospettiva di sviluppo universale e solidale dei singoli uomini e dei popoli. (Giovanni Paolo II)

2

Se è vero che un tale progresso resta ancora troppo spesso privilegio dei paesi industrializzati, non si può negare tuttavia che la prospettiva di farne beneficiare tutti i popoli e tutti i paesi non sarà più a lungo un'utopia, quando vi sia una reale volontà politica a questo fine. (Giovanni Paolo II)

PROSSIMA

1

Io stimo che il non aver bisogno di niente sia cosa divina, e aver bisogno di quante meno cose si può, essere cosa prossima alla divinità (Socrate).

2

La prossima guerra mondiale sarà combattuta con le pietre. (Albert Einstein)

3

Se aiuti qualcuno che è nei guai, si ricorderà di te. La prossima volta che è nei guai. (H. V. Prochnow)

PROSSIMO

1

Avete inteso che fu detto: Amerai il tuo prossimo e odierai il tuo nemico; ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per i vostri persecutori, perché siate figli del Padre vostro celeste, che fa sorgere il suo sole sopra i malvagi e sopra i buoni, e fa piovere sopra i giusti e sopra gli ingiusti. (Gesù)

2

Dà in prestito al prossimo nel tempo del bisogno, e a tua volta restituisci al prossimo nel momento fissato. (Siracide)

3

Ecco una delle cause dei nostri mali: viviamo imitando il prossimo e non ci facciamo regolare dalla ragione, ma trascinare dall'abitudine. (Seneca)

4

Interroga il prossimo: forse non ha detto nulla, e se qualcosa ha detto, perché non lo ripeta. (Siracide)

5

L'adempimento del dovere è talmente necessario al nostro bene, che persino i dolori e la morte, che sembrano essere il più immediato nostro danno, si cangiano in voluttà per la mente dell'uomo generoso che patisce e muore coll'intenzione di giovare al prossimo. (S. Pellico)

6

La pazienza cresce col crescere dell'amore. Il prossimo lo sopportiamo nella misura in cui lo amiamo. Se smetti di amare, smetterai di sopportare. Chi meno amiamo, meno lo sopportiamo. (S. Gregorio Magno)

7

Nessuna buona azione ti sarà difficile se sarai interiormente libero da ogni desiderio non retto. E godrai pienamente di questa interiore libertà se mirerai soltanto alla volontà di Dio e se cercherai soltanto l'utilità del prossimo. (T. da Kempis)

8

Nessuno può vivere felice se bada solo a sé stesso, se volge tutto al proprio utile: devi vivere per il prossimo, se vuoi vivere per te. (Seneca)

9

Non coricatevi senza che la coscienza renda testimonianza di un servizio reso al prossimo. (G. Cusmano)

10

Non crucciarti con il tuo prossimo per un torto qualsiasi; non far nulla in preda all'ira. (Siracide)

11

Non dire al tuo prossimo: "Và, ripassa, te lo darò domani", se tu hai ciò che ti chiede. (Salomone)

12

Non tramare il male contro il tuo prossimo mentre egli dimora fiducioso presso di te. (Salomone)

13

Pensiamo di essere generosi perché attribuiamo al nostro prossimo le virtù che ci potrebbero essere utili. (O. Wilde)

14

Perdona l'offesa al tuo prossimo e allora per la tua preghiera ti saranno rimessi i peccati. (Siracide)

15

Se conosci una cosa, rispondi al tuo prossimo; altrimenti mettiti la mano sulla bocca. (Siracide)

16

Troppo faticoso soccorrere me stesso e il prossimo. (Bertolt Brecht)

17

Uccide il prossimo chi gli toglie il nutrimento, versa sangue chi rifiuta il salario all'operaio. (Siracide)

18

È meglio non essere diversi dal nostro prossimo. (O. Wilde)

PROSTITUTE

1

Le superpotenze si comportano da gangster, ed i paesi piccoli da prostitute (Stanley Kubrick)

2

Non dare l'anima tua alle prostitute, per non perderci il patrimonio. (Siracide)

3

Tutti i pugili sono prostitute e tutti gli organizzatori ruffiani. (Larry Holmes)

4

Vino e donne traviano anche i saggi, ancor più temerario è chi frequenta prostitute. (Siracide)

PROSTITUZIONE

1

La prostituzione, come la buona recitazione, è rovinata dai dilettanti. (Alexander Woolcott)

2

Per abolire la prostituzione bisognerebbe abolire gli uomini. (Maria Teresa d'Austria)

PROTEZIONE

1

Iddio si Sente e non si spiega: si sente come l'amore infinito, come il motore dell'universo; si sente come una protezione, come un rifugio; si sente buono, si sente autore per noi d'un avvenire eterno, inesplicato, chiuso ai mortali (S. Pellico).

2

Sii forte negli assalti delle tentazioni del demonio e rifugiati sotto la protezione del tuo Angelo Custode, che è sempre pronto ad aiutarti ed a guidarti. (G. Nardi)

3

Un amico fedele è una protezione potente, chi lo trova, trova un tesoro. (Siracide)

PROUST

1

Ciascuno chiama idee chiare quelle che hanno lo stesso grado di confusione delle sue. (Marcel Proust)

2

La noia è uno dei mali più gravi che abbiamo da sopportare. (Marcel Proust)

3

Nella patologia nervosa, un medico che non dice troppe stupidaggini è un malato guarito per metà. (Marcel Proust)

4

Ogni bacio chiama un altro bacio. (M. Proust)

5

Riceviamo dalla nostra famiglia così le idee di cui viviamo come la malattia di cui moriremo. (Marcel Proust)

6

Una gran parte di quello che i medici sanno è insegnato loro dai malati. (Proust)

7

Vi può essere bellezza tanto nelle cose umili quanto nelle più preziose. (Marcel Proust)

PROVA

1

Fidarsi della bontà altrui è una prova non piccola della propria bontà. (Michel de Montaigne)

2

Il fuoco è la prova dell'oro, la sventura quella dell'uomo forte. (Seneca)

3

Il più vecchio e più noto male è sempre più sopportabile del male recente e non messo alla prova. (Michel de Montaigne)

4

L'applauso della folla è la prova dell'empietà di una causa. (Seneca)

5

L'ostinarsi e l'accalorarsi nel discutere è la più sicura prova di ignoranza. (Michel de Montaigne)

6

La fede è il fondamento di ciò che speriamo e la prova delle cose che non vediamo. (1 Ebrei 11)

7

La fornace prova gli oggetti del vasaio, la prova dell'uomo si ha nella sua conversazione. (Siracide)

8

La fornace prova il metallo nella tempera, così il vino i cuori in una sfida di arroganti. (Siracide)

9

La prima prova di buon senso è nel non pretendere di risolvere tutto col buon senso (Ugo Bernasconi)

10

La sincerità della donna è la prova del suo totale disinteresse. (Helmar Nahr)

11

Non avere niente che ci infiammi e ci sproni, niente che metta alla prova la nostra fermezza d'animo con le sue minacce e i suoi assalti, ma giacere in una tranquillità imperturbata non è quiete: è apatia. (Seneca)

12

Non lodare un uomo prima che abbia parlato, poiché questa è la prova degli uomini. (Siracide)

13

Un uomo assennato non trascura l'avvertimento, quello empio e superbo non prova alcun timore. (Siracide)

PROVARE

1

Il sentimentale è soltanto un tizio che vuole provare il lusso di un'emozione senza pagarne il prezzo. (Oscar Wilde)

2

La più bella e profonda emozione che possiamo provare è il senso del mistero; sta qui il seme di ogni arte, di ogni vera scienza (Albert Einstein)

3

Per ottenere un prestito bisogna provare di non averne bisogno. (A. Bloch)

4

Quanto alla morte, non la possiamo provare che una sola volta; siamo tutti principianti quando ci arriviamo. (Michel de Montaigne)

5

Si può sopportare il dolore da soli, ma ci vogliono due persone per provare gioia. (Elbert Hubbard)

6

Vera pazienza è sopportare con animo imperturbato il male fattoci dagli altri e non provare risentimento. E' sopportare questi altri amandoli. Sopportare odiandoli non ha nulla a che vedere con la mansuetudine. (S. Gregorio Magno)

PROVE

1

Chi non ha avuto delle prove, poco conosce; chi ha viaggiato ha accresciuto l'accortezza. (Siracide)

2

Il mondo giudica gli uomini non dalle prove, ché non ha tempo di ricercarle, ma dalle apparenze, onde poco basta a passare per una perla e pochissimo per un briccone (A. Gabelli).

3

Il riconoscimento dell'ignoranza è una delle più belle e sicure prove del discernimento che io sappia. (Michel de Montaigne)

4

Il rispetto della verità consiste nel dare a una ipotesi quel grado di credibilità che viene garantito dalle prove. (Russel)

5

Il saggio non si espone al pericolo senza motivo, poiché sono poche le cose di cui gl'importi abbastanza; ma è disposto, nelle grandi prove, a dare perfino la vita, sapendo che a certe condizioni non vale la pena di vivere. (Aristotele)

6

Su questa terra è possibile conoscere a fondo le anime e i sentimenti solo dopo le grandi prove. (Napoleone Bonaparte)

PROVERBI

1

Chi ha la sapienza è parco di parole. (27 Proverbi 17)

2

Il ferro aguzza il ferro: così l'uomo si affina in compagnia di amici. (17 Proverbi 27)

PROVERBIO

1

A can che lecca cenere non gli fidar farina. (Proverbio)

2

A chi compra non bastano cent'occhi, a chi vende ne basta uno solo. (Proverbio)

3

A chi non vuol far fatiche, il terren produce ortiche. (Proverbio)

4

A gusto guasto non è buono alcun pasto. (Proverbio)

5

A sangue caldo niun giudizio saldo. (Proverbio)

6

A tavola si ha: in principio "silentium", in mezzo "stridor dentium", infine "rumor gentium". (Proverbio)

7

Abbi pur fiorini e troverai cugini. (Proverbio)

8

Al campo sono necessarie tre cose: buon seme, buon tempo, buon lavoratore. (Proverbio)

9

All'assente e al morto non voler far torto. (Proverbio)

10

Amico di borsa, di mensa e di ventura niente vale e poco dura. (Proverbio)

11

Attacca l'asino dove dice il padrone. (Proverbio pugliese)

12

Bacchettoni e colli torti tutti il diavol se li porti; baciapile e leccasanti se li porti tutti quanti. (Proverbio)

13

Bacco, tabacco e Venere riducon l'uomo in cenere. (Proverbio)

14

Beltà e follia vanno spesso in compagnia. (Proverbio)

15

Can vecchio non s'avvezza a portar collare. (Proverbio)

16

Chi assai ciarla spesso falla. (Proverbio)

17

Chi d'altrui parlar vorrà, guardi se stesso e tacerà. (Proverbio)

18

Chi davvero aiutar vuole, abbia fatti e non parole. (Proverbio)

19

Chi disprezza vuol comprare. (Proverbio)

20

Chi far dei fatti vuole, suol fare poche parole. (Proverbio)

21

Chi ha meno ragione grida più forte. (Proverbio)

22

Chi mal si marita non esce mai di fatica. (Proverbio)

23

Chi nei discorsi suoi non vuoi errare, pensi tre volte prima di parlare. (Proverbio)

24

Chi risparmia il bastone fa il figlio birbone. (Proverbio)

25

Chi semina virtù fama raccoglie. (Proverbio)

26

Chi sempre da canto si fa, tutti i cani gli pisciano addosso. (Proverbio)

27

Chi si contenta del poco trova posto in ogni loco. (Proverbio)

28

Chi sta fermo in casi avversi buon amico è da tenersi. (Proverbio)

29

Chi suo figlio troppo accarezza non ne sentirà allegrezza. (Proverbio)

30

Chi t'accarezza più di quel che suole, o t'ha ingannato o ingannar ti vuole. (Proverbio)

31

Chi va a letto coi cani, si leva con le pulci. (Proverbio)

32

Chi va in man dell'avvocato spende l'ultimo ducato. (Proverbio)

33

Cotto o non cotto, il fuoco l'ha visto. (Proverbio pugliese)

34

Dall'avarizia al furto è breve il passo. (Proverbio)

35

Dalla coda si conosce la volpe, dalle azioni l'uomo. (Proverbio)

36

Di chi non si fida non ti fidare. (Proverbio)

37

Di sé stesso il lodatore trova presto un derisore. (Proverbio)

38

Di trenta l'uomo è bello, di quaranta fa il cervello, di cinquanta fa la roba, di sessanta fa la gobba. (Proverbio)

39

Dovavarizia, c'è mestizia. (Proverbio)

40

E' inutile temere ciò che non si può evitare. (proverbio latino)

41

Fanciul troppo accarezzato non fu mai ben allevato. (Proverbio)

42

Figlie, vigne e giardini, guardali dai vicini. (Proverbio)

43

Fiume che si divide diventa ruscello. (Proverbio)

44

Forti siano le ragioni, ma dolci le parole. (Proverbio)

45

Gli alberi grandi fanno più ombra che frutto. (Proverbio)

46

Gli uomini hanno gli anni che sentono, le donne quelli che mostrano. (Proverbio)

47

Guàrdati da can rabbioso e da uomo sospettoso. (Proverbio)

48

I denari vengono di passo e se ne vanno di galoppo. (Proverbio)

49

I difetti sono come gli odori. Li sente più chi è attorno che chi li porta. (Proverbio)

50

Il denaro fa l'uomo ricco, l'educazione lo fa signore. (Proverbio)

51

Il denaro è un buon servo, ma un cattivo padrone. (Proverbio)

52

Il far spesso cambiale riduce l'uomo all'ospedale. (Proverbio)

53

In casa stringi, in viaggio spendi, in malattia spandi. (Proverbio)

54

L'abito non fa il monacocroce il cavalier; barba non fa il filosofo nè quel che pare è ver. (Proverbio)

55

L'ambizione è come lo spazio: non ha limiti. (Proverbio)

56

L'avaro è come il porco: è buono dopo morto. (Proverbio)

57

L'insalata vuole il sale da un sapiente, l'aceto da un avaro, l'olio da un prodigo, essere mescolata da un matto e mangiata da un affamato. (Proverbio)

58

L'uomo, a forza di cibi succulenti, scava la fossa con i propri denti. (Proverbio)

59

La bellezza è il fiore, ma la virtù è il frutto della vita. (Proverbio)

60

La bonaccia burrasca minaccia. (Proverbio)

61

La calunnia offende tre: chi la dice, a chi la si dice, di chi la si dice. (Proverbio)

62

La lingua non ha osso, ma sa rompere il dorso. (Proverbio)

63

La maldicenza è come la ferita: lascia sempre la cicatrice. (Proverbio)

64

La povertà è priva di molte cose, l'avarizia è priva di tutto. (Proverbio)

65

Le cose più difficili sono tre: custodire un segreto, sopportare l'ingiustizia, far buon uso del tempo. (Proverbio)

66

Le donne dicono spesso il vero, ma non lo dicono tutto intero. (Proverbio)

67

Matta è quella pecora che si confessa al lupo. (Proverbio)

68

Meglio affrontare che temere il pericolo. (Proverbio)

69

Meglio libero e povero che schiavo con catena d'oro. (Proverbio)

70

Ognuno mena l'acqua al suo mulino e lascia secco quello del vicino. (Proverbio)

71

Quando la rana è usa ai pantani, se non ci va oggi ci va domani. (Proverbio)

72

Quando la volpe predica, guardatevi, galline. (Proverbio)

73

Se ami la libertà, restringi i tuoi desideri. (Proverbio)

74

Se la moglie sempre tace, la famiglia vive in pace. (Proverbio)

75

Se nutri la serpe in seno, ti renderà veleno. (Proverbio)

76

Se per vivere bastassero i desideri, i poveri andrebbero in carrozza. (Proverbio)

77

Seppie e carne vaccina impoveriscono la cucina. (Proverbio pugliese)

78

Si prendono più mosche con una goccia di miele che con una botte d'aceto. (Proverbio)

79

Sii sollecito all'ascoltare, me tardo al consigliare. (Proverbio)

80

Tre sono le "m" della donna: matrona in istrada, modesta in chiesa, massaia in casa. (Proverbio)

81

Un medico pietoso rende la piaga cancrenosa. (Proverbio)

82

Un prudente consiglio salva da gran periglio. (Proverbio)

83

Una casa senza donna è come una lanterna senza lume e come una barca senza timone. (Proverbio)

84

Val più una casetta e cuor contento che un palazzo pien di vento. (Proverbio)

85

Vale più un padre che cento pedagoghi. (Proverbio)


Homolaicus - Aforismi e Citazioni
2010