I PROBLEMI DELLA SALUTE
pareri opposti


Le radiazioni dell'access point contribuiscono poco all'inquinamento elettromagnetico dell'ambiente di lavoro, perché l'access point è lontano da tutti mentre chi si collega usando questo sistema per colloquiare con l'access point deve dotare il proprio elaboratore di una scheda ricetrasmittente.

Se per sentire è sufficiente che alla scheda arrivi una potenza di radiazioni elettromagnetiche esigua, per farsi sentire dall'access point la scheda deve emettere una radiazione di potenza enormemente maggiore, grosso modo uguale a quella che emette l'access point; ma mentre l'access point è lontano da tutti, l'elaboratore con la sua scheda sono ad una distanza inferiore al metro da chi lo usa e da chi gli sta vicino.
Se poi immagino un'aula laboratorio dove ci siano decine di elaboratori ciascuno con la sua scheda ricetrasmittente penso che il livello di inquinamento elettromagnetico sia molto alto.

Ci sono alberghi che usano le wireless lan ma si suppone che il professionista dotato di portatile, che ha bisogno di entrare in rete per connettersi alla sua azienda, mandare e ricevere dati, non passi ore ed ore al calcolatore connesso in wireless lan. Il caso delle scuole è diverso.

Da un access point bisogna stare almeno a 10 piedi di distanza e ci sono distanze minime per le schede: 10 piedi sono poco più di 3 metri e quello che si dice per l'access point vale per la scheda pc.

Un cellulare sempre "silenziato" durante le lezioni, ma mai spento, inquina di più di un trasmettitore per le reti wireless.

La potenza trasmissiva di un access point, in accordo con lo standard europeo Ets 300-328, è di 100mW. Per dare un termine di paragone, il telefono cellulare ha una potenza di circa 30 volte superiore. Per questo motivo i prodotti wireless sono certificati e utilizzati anche in ambiente medicale.

Poiché le onde radio si attenuano rapidamente con la distanza, l'esposizione ad energia RF nell'area della WLAN è esigua. Le WLAN devono soddisfare a normative molto severe e a regolamentazioni per incolumità degli utilizzatori. Nessun danno alla salute è stato mai attribuito all'uso di WLAN. 

Sull'inquinamento elettromagnetico vedi questo articolo online.