LA GRECIA TRA ORIENTE E OCCIDENTE
Storia ed evoluzione della Grecia classica


Falange oplitica

Questo ipertesto, del tutto rivisto e completato di nuovi argomenti, è ora acquistabile in formato cartaceo

Da qualunque visuale si esamini il bacino del Mediterraneo, esso appare come il ricettacolo naturale di una civiltà che gli è debitrice dei suoi caratteri; da qualunque visuale si esamini il bacino dell’Egeo, ci accorgiamo che esso accentua con singolare vigoria ciascuna delle caratteristiche che distinguono il Mediterraneo nel suo complesso: caratteristiche le quali fanno dell’Egeo la culla della civiltà. Quel che stupisce altrove, nei grandi paesi dell’Oriente, è l’enorme nell’uniforme: nella produzione, nella potenza, nella bellezza stessa, in tutto impera la quantità.

Nell’Egeide, il continuo variare della natura non lascia possibilità in nessun luogo a grandi agglomeramenti né di piante, né di animali, né di uomini. In ogni campo, nella politica come nell’arte, è impossibile aggiungere indefinitamente il medesimo al medesimo. Qui trionfano l’autonomia e l’individualismo, e i doni naturali si sviluppano liberamente, senza altro ostacolo che la necessità di un’organizzazione armoniosa.

Tuttavia, nella cerchia ristretta di una città o di un’isola, una simile civiltà corre il rischio d’esaurire ben presto la sua linfa e di morire anzi tempo. Ma c’è il mare, il grande benefattore. Attraverso di esso, gli Egei vanno a cercare la ricchezza e a prender conoscenza dei costumi d’altri popoli.

Grazie al mare, possono stabilirsi in terre lontane, ingrandendo il loro paese con innumerevoli colonie e, dando alla propria civiltà una sempre nuova giovinezza, portarla sino ai confini del mondo conosciuto. In complesso, il "miracolo greco", anzi il miracolo egeo, è l’effetto di un singolare concorso di condizioni naturali su uomini capaci di trarne partito.

Gustave Glotz, La civiltà egea

a cura di Adriano Torricelli

Web Homolaicus

Enrico Galavotti - Homolaicus - Sezione Storia - Antica
 - Stampa pagina
Aggiornamento: 30/11/2012