MUSEO DI SCIENZE NATURALI

199.jpg (39351 byte)

Entrata al Museo di Scienze Naturali.

 

Il Museo di Scienze Naturali di Cesena occupa dal 1990 gli spazi di pertinenza della Loggetta veneziana, del Torrione del Nuti ( restaurati proprio per l'insediamento della struttura museale)  e, sul lato del Parco della Rocca, un piccolo giardino.

Ricche sono le collezioni conservate dall'istituto (basate prevalentemente su materiale locale), il quale pure fornito di una biblioteca specializzata: l'ingresso su piazza Pietro Zangheri (appositamente dedicata all'insigne naturalista forlivese) e fa parte integrante del sistema museale cittadino.

Il percorso, oltre ad un significativo esempio di ricostruzione dei "gabinetti di storia naturale" tipici del sec. XVII, con una rassegna di oggetti "singolari", offre un'esauriente esposizione di:

uccelli che nidificano nel territorio, con ricostruzione dei microambienti di pertinenza;

mammiferi, di cui vi si trovano anche specie estranee all'area cesenate;

infine vanno ricordati gli erbari storici, con alcuni fogli antichi d'erbario, che illustrano le tecniche di raccolta e di conservazione degli esemplari;

la raccolta di minerali e fossili, con materiali eterogenei illustrati a scopi prevalentemente didattici.

Fanno parte dell'istituzione anche  laboratori e  uffici che portano avanti le ricerche promosse dal Museo.