MI FANNO RIBREZZO LE PERSONE CHE PARLANO DEL "BELLO". CHE COS'E' IL "BELLO"? IN PITTURA BISOGNA PARLARE DI "PROBLEMI".

Novecento
Giovane Picasso
Ispirazioni
Primitivismo
Cubismo
Titolo
Donne
Nudo
Prospettiva
Maschera
Mani
Reazioni
Interpretazioni
Fonti
Test
Contatto
Cerca

Home

ANTECEDENTI - ISPIRAZIONI

Terminata nell'estate del 1907, dopo lunghe riflessioni che hanno origine nell'estate del 1906 a G˛sol, la grande tela di Picasso vede convergere verso di sÚ citazioni e fonti diverse, antiche e moderne, occidentali e primitive.

Il prototipo pi¨ immediato per la scena d'insieme delle Demoiselles Ŕ Harem del 1906 (Cleveland, Museum), scena di nudi in un interno derivata dal Bagno Turco di J. A. D. Ingres. Picasso cominci˛ allora a pensare a un grande quadro di composizione, in concomitanza con una riflessione su P. CÚzanne e sulle sue Bagnanti, condivisa da A. Derain (Bagnanti, 1907, New York, Museum of Modern Art) e H. Matisse (La joie de vivre, 1905-1906, Merion, Fondazione Barnes, nonchÚ Blue Nude del 1907 e Luxe, Calme et Volupte del 1904).

Ingres, Il bagno turco, 1863

Ma anche l'Olympia del Manet, con quel suo erotismo esplicito, non pu˛ non aver influito sulla scelta del soggetto da parte di Picasso.

In particolare, Picasso ha ereditato la lezione logico-astratta di CÚzanne (la natura secondo "cubo cilindro e sfera"), ma non vuole sentirsi un suo discepolo, perchÚ vuole creare qualcosa di inedito, di trasgressivo, che superi sia la pittura spagnola che quella francese, anche per dare un senso alle sconfitte personali subite sino a quel momento a Parigi.

CÚzanne, Le grandi bagnanti, 1898-05, Museum of Art di Filadelfia

Picasso vuole applicare la lezione spazio-geometrica di CÚzanne non pi¨ solo alla natura ma allo stesso figurativo, vuole portarla a conseguenze spiacevoli per l'armonia delle forme umane. Il "minimo" pu˛ apparire problematico, il "grande" semplicissimo.
Non basta affermare che una vita senza senso deve cercare di dimostrarlo nella rappresentazione astratta e geometrica della natura, facendo violenza alla realtÓ, ora bisogna affermare che la stessa rappresentazione va applicata con coraggio all'essere umano.

Matisse, Luxe, Calme, et VoluptÚ, 1904-05, MusÚe National d'Art Moderne, Centre Georges Pompidou, Paris

Non Ŕ pi¨ l'essere umano alienato che si proietta al di fuori di sÚ, ma questo stesso essere che si mostra quale esso Ŕ: spezzato, diviso, frammentato, senza timore d'essere giudicato. E' follia creativa. Il contesto, lo sfondo, ove inserire i personaggi, non sono di nessuno aiuto, poichÚ qui il singolo vuole imporsi contro il mondo. E quindi non si pu˛ fare distinzione tra moderno e antico, tra attuale e inattuale.

L'influsso di CÚzanne post-impressionista si rivela soprattutto nella donna accosciata, la cui posizione ricorda la figura di destra delle Cinque bagnanti di CÚzanne.

Nelle due figure centrali sono stati esibiti i modelli ellenistici dell'Afrodite Anadiomene e dell'Afrodite Louvre-Borghese filtrati dallo Schiavo morente di Michelangelo al Louvre e da Oviri, scultura primitivista di P. Gauguin.

Ma alla radice della pittura cubista vi Ŕ anche la scultura tribale africana, scoperta dal colonialismo francese, come 50 anni prima, alla base dell'impressionismo francese vi era anche l'arte giapponese, scoperta dal colonialismo inglese. Questo travaso di contenuti africani nella pittura occidentale, frutto di suggestioni emotive pi¨ che di vero interscambio culturale, viene chiamato col termine di "primitivismo".

In particolare erano le statue che emanavano un fascino magico, esotico, ed essendo estrapolate dal contesto spazio-temporale in cui venivano usate, a causa del colonialismo, davano l'impressione di una completa indipendenza dalle leggi spaziali che avevano governato l'arte europea fino a quel momento. Si poteva in pittura rinunciare alla tridimensionalitÓ in nome dell'espressivitÓ emotiva degli sguardi.

E non si deve dimenticare la scultura iberica del IV sec. a. C. che Picasso ebbe modo di visitare al Louvre.

Alcuni critici hanno ravvisato in questo dipinto, soprattutto nella giustapposizione degli elementi, un riferimento al riduzionismo dello spazio al tempo teorizzato dal filosofo Bergson.

Altri antecedenti importanti vanno cercati nella mostra internazionale della Secessione di Monaco (1906), in cui i pittori di origine russa sono i protagonisti, e che porterÓ alla nascita dell'Astrattismo, nonchÚ nella pittura di Henri Rousseau.

Vedi www.kamilica.it/Gallery/Bagnanti/bagni.htm

Homolaicus - Ultima modifica: 05 agosto 2013 - Sez. Arte