parte sesta


Home
Cenno storico
parte prima
parte seconda
parte terza
parte quarta
parte quinta
parte sesta
parte settima
Bibliografia
Fonte
Ricerche

Attacco a Bahía Blanca

I territori circostanti Bahía erano occupati dagli indios Araucani che, provenienti da oltre la Cordigliera delle Ande e giunti nella zona nel XVII secolo, circa cento anni dopo gli Spagnoli, avevano sottomesso le tribù delle Pampas.

Il capo indios Calfucurá (Pietra Azzurra) aveva la base nella zona di Salinas Grandes, una zona con laghi e pascoli abbondanti posta a circa 200 km. a nord. Gli Araucani (Araucanos per gli spagnoli) erano abili cavalieri.

Nell’aprile 1852 il cacicco Calfucurá aveva già assediato la Fortaleza Protectora Argentina e si accingeva ora a preparare un altro attacco.

Un carrettiere spagnolo chiamato Mora avvertì gli abitanti della città circa l’imminente attacco degli indios, ma non fu creduto.

Alle ore 4.00 del 19 maggio 1859 duemila indios Araucani, a cavallo e armati di lance, invadevano la cittadina di Bahía Blanca: si combatté nelle strade in una gran confusione. Fortunatamente gli indios si erano distratti nel saccheggiare il ben fornito emporio “Iturra” e ciò permise ai cittadini di guadagnare tempo per organizzare il contrattacco.

Fu provvidenziale l’intervento del Ten. Col. Susini Millelire e la sua Legione Militare Italiana che dal suo accampamento organizzò la difesa, dividendo le sue forze in due contingenti. Il primo, al comando del maggiore Giovanni Battista Charlone e del capitano Rodino, si appostò nei pressi di uno dei guadi del fiume Napostà Grande, che gli invasori dovevano attraversare per allontanarsi. L’altro, al comando dello stesso Susini e del capitano Caronti, attaccò gli indios per via Zelarrayan.

Presi in una manovra a tenaglia, gli uomini di Calfucurá furono sconfitti ed ebbero più di duecento morti, mentre i bianchi riportarono solamente tre morti, un sergente, due soldati e pochi feriti leggeri. Questo fu l’ultimo attacco degli indios alla città di Bahía Blanca.

Antonio Susini Millelire

Dal 1865 al 1870 alcuni legionari italiani combatterono con le truppe argentine nella guerra contro il Paraguay.

Molte notizie sulla Legione Italiana sono state reperite dal sottufficiale R. Bejarano, esperto in ricerche storiche presso gli archivi dello Stato Maggiore dell’Esercito Argentino.


Home | Cenno storico | parte prima | parte seconda | parte terza | parte quarta | parte quinta | parte sesta | parte settima | Bibliografia | Fonte | Ricerche

Copyright © 2004 Eno Santecchia - Tutti i diritti riservati
Se volete riprodurre o distribuire, anche in parte, il contenuto di questo ipertesto inviate una email a questo contatto
Per problemi o domande tecniche su questo ipertesto contattare Galarico.
Ultimo aggiornamento: 17-mag-2005 - Homolaicus - Storia