HOMOLAICUS - AFORISMI E CITAZIONI - Indice

GIOCA GRATIS

PAROLE

Aforismi e citazioni

COLPA

1

Bisogna badare che la pena non sia maggiore della colpa. (Cicerone)

2

Colui che sorride quando le cose vanno male ha pensato a qualcuno cui dare la colpa. (Jones)

3

Errare è umano, dare la colpa a un altro ancora di più (Max Jacob)

4

Errare è umano; dar la colpa a un altro ancora di più. (A. Bloch)

5

Guai al mondo per gli scandali! E' inevitabile che avvengano scandali, ma guai all'uomo per colpa del quale avviene lo scandalo! Se la tua mano o il tuo piede ti è occasione di scandalo, taglialo e gettalo via da te; è meglio per te entrare nella vita monco o zoppo, che avere due mani o due piedi ed essere gettato nel fuoco eterno. (Gesù)

6

I pagani attribuiscono ai Cristiani la responsabilità di ogni pubblica sventura. Se il Tevere inonda la città, se il Nilo non irriga i campi, se vi è siccità, carestia, peste, terremoto, tutta la colpa è dei Cristiani che disprezzano gli dei, e sorge subito il grido: "I Cristiani siano dati ai leoni!". (Tertulliano)

7

Il fallir d'alcuni sciocchi non fa colpa universale (Pozzi).

8

Il lavoro d'équipe è essenziale. Ti permette di dare la colpa a qualcun altro. (A. Bloch)

9

Il peccatore, col commettere la colpa mortale, fa come un contadino, il quale piantò una vigna, la coltivò studiosamente finché fece frutto: ne fece il vino e lo pose in botti aperte, cosicché tutto il vino si disperse. Così col peccato si perde quanto si è fatto di bene. (S. Efrem).

10

L'odio suscita litigi, l'amore ricopre ogni colpa. (Salomone)

11

La cosa bella dell'essere famosi è che, quando annoi le persone, queste pensano che sia colpa loro. (Henry Kissinger)

12

Molti sono caduti a fil di spada, ma non quanti sono periti per colpa della lingua. (Siracide)

13

Moriamo peggiori di quando siamo nati. La colpa è nostra, non della natura. (Seneca)

14

Nel molto parlare non manca la colpa, chi frena le labbra è prudente. (Salomone)

15

Non c'è male all'infuori della colpa. (Marco Tullio Cicerone)

16

Quando sei caduto una volta, è colpa tua se cadi di nuovo (Publilio Siro)

17

Se il tuo fratello commette una colpa, và e ammoniscilo fra te e lui solo; se ti ascolterà, avrai guadagnato il tuo fratello; se non ti ascolterà, prendi con te una o due persone, perché ogni cosa sia risolta sulla parola di due o tre testimoni. Se poi non ascolterà neppure costoro, dillo all'assemblea; e se non ascolterà neanche l'assemblea, sia per te come un pagano e un pubblicano. (Gesù)

18

Se la guerra si conclude disastrosamente, si domanda chi abbia " colpa " della guerra, se finisce con la vittoria, si esalta chi l'ha provocata. (Friedrick Nietzsche)

19

Se rubi un solo moggio fra i mille delle fave, certo è lieve il danno, ma non la colpa. (Orazio)

20

Un uomo saggio è circospetto in ogni cosa; nei giorni del peccato si astiene dalla colpa. (Siracide)

COLPE

1

A stento un commerciante sarà esente da colpe, un rivenditore non sarà immune dal peccato. (Siracide)

2

Aver coscienza delle proprie colpe è il primo passo verso la salvezza. (Epicuro)

3

Figlio, hai peccato? Non farlo più e prega per le colpe passate. (Siracide)

4

Guarda bene chi raccomandi, per non doverti vergognare subito di colpe altrui. (Orazio)

5

Il castigo segue come compagno le colpe. (Orazio)

6

L'animo umano è fin troppo pronto a scusare le proprie colpe. (Livio)

7

La morte può essere l'espiazione delle colpe, ma non può mai ripararle (Napoleone)

8

Le colpe dello scassinatore sono le virtù del finanziere. (George Bernard Shaw)

9

Purtroppo, non sempre una vita lunga corregge i difetti; anzi spesso accresce maggiormente le colpe. Magari potessimo passare santamente anche una sola giornata in questo mondo. (T. da Kempis)

10

Se voi perdonerete agli uomini le loro colpe, il Padre vostro perdonerà anche voi. (Matteo evangelista)

COLPEVOLE

1

Chi arrossisce è già colpevole; l'innocenza vera non si vergogna di nulla. (Rousseau)

2

Chi si confessa colpevole evita l'umiliazione. (Siracide)

3

Colui che può negar Dio davanti a una notte stellata, davanti alla sepoltura dei suoi più cari, davanti al martirio, è grandemente infelice o grandemente colpevole. Il primo ateo fu senza alcun dubbio un uomo che aveva celato un delitto agli altri uomini e cercava, negando Dio, liberarsi dell'unico testimonio a cui non poteva celarlo e soffocare il rimorso che lo tormentava (G. Mazzini).

4

L'idea di chi vorrebbe, in nome della libertà, fondare l'anarchia e cancellar la società per non lasciare che l'individuo coi suoi diritti, non ha bisogno di confutazioni da me: tutto il mio lavoro combatte quel sogno colpevole che rinnega progresso, doveri, fratellanza umana, solidarietà di nazioni (G. Mazzini).

5

Ogni uomo è colpevole di tutto il bene che non ha fatto. (Voltaire)

6

Sappiate posporre all'altrui volontà, che non sia colpevole né irragionevole, le voglie vostre: scomodatevi in servigio altrui, ma non pretendete ch'altri si scomodi in vostro: e in ogni cosa richiedete dagli altri il men che potete; e siate, del più che potete, liberali con essi. (N. Tommaseo)

COLPIRE

1

La potenza non consiste nel colpire forte o spesso, ma nel colpire giusto. (Balzac)

COLPISCE

1

Certamente, la limitazione della libertà religiosa delle persone e delle comunità non è soltanto una loro dolorosa esperienza, ma colpisce innanzitutto la dignità stessa dell'uomo, indipendentemente dalla religione professata o dalla concezione che esse hanno del mondo. La limitazione della libertà religiosa e la sua violazione contrastano con la dignità dell'uomo e con i suoi diritti oggettivi. (Giovanni Paolo II)

2

La morte colpisce con piede indifferente. (Orazio)

3

Se un architetto costruisce per qualcuno una casa e non lo fa solidamente, e perciò la costruzione crolla e colpisce a morte il proprietario, quell'architetto dovrà essere ucciso. (Hammurabi)

COLPISCONO

1

C'è conforto ad evitare or l'uno or l'altro dei mali che ci perseguono e colpiscono altrove intorno a noi. (Michel de Montaigne)

2

Gli esempi, nella maggior parte dei casi, colpiscono più delle parole della ragione (S.Gregorio Magno)

COLPO

1

L'afflizione, che i più temono come un'anatema, è invece una benedizione di Dio! Dall'afflizione nascono i risguardi sul passato, le rivelazioni di colpo o dimenticate o ignorate, i salutari rimproveri della parte buona di noi alla cattiva parte, le risoluzioni severe, le mutazioni dolorose, ma irrevocabili. (M. D'Azeglio)

2

Posso sopportare la forza bruta, ma la ragione bruta è assolutamente insopportabile. C'è un che di sleale nel farne uso. È come tirare un colpo basso all'intelletto. (O. Wilde)

3

Strappa all'uomo medio le illusioni di cui vive e con lo stesso colpo gli strappi la felicità (Henrik Ibsen)

4

Un colpo di frusta produce lividure, ma un colpo di lingua rompe le ossa. (Siracide)

COLTA

1

Il gran leggere ci ha portati a una colta barbarie. (Georg C. Lichtenberg)

2

Per qualunque persona colta, accettare i valori stabiliti della sua epoca è una manifestazione della più rozza immoralità. (O. Wilde)

COLTI

1

Gli uomini colti sono superiori agli incolti nella stessa misura in cui i vivi sono superiori ai morti. (Aristotele)

2

Gli uomini in general, colti ed incolti, a censurar più che a plaudir son volti (L. Borsini).

3

Solo i colti amano imparare. Gli ignoranti preferiscono insegnare (Edmond Le Berquier)

COLTO

1

Un solo giorno di un uomo colto è più esteso di una lunghissima esistenza di un uomo ignorante. (Posidonio)

2

Uomo colto è colui che sa trovare un significato bello alle cose belle (Oscar Wilde)

COLUI

1

Accogli frequentemente il consiglio di altri, quando sei nella tentazione; e non essere aspro con colui che è tentato, ma dagli conforto, come desidereresti fosse fatto a te. (T. da Kempis)

2

Beato colui che comprende che cosa voglia dire amare Gesù e disprezzare se stesso per Gesù. Si deve lasciare ogni persona amata, per colui che merita tutto il nostro amore: Gesù esige di essere amato, lui solo, sopra ogni cosa. (T. da Kempis)

3

Ciò che veramente desidera colui che chiede la mano di una donna, è il resto del corpo. (Enrique J. de Poncela)

4

Colui al quale il delitto porta giovamento, quello ne è l'autore. (Seneca)

5

Colui al quale è troppo caro il proprio corpo, tiene in poco conto la virtù. (Seneca)

6

Colui che incolpa gli altri delle proprie disgrazie è un ignorante: colui che incolpastesso comincia a migliorare; il galantuomo non incolpa né sé né gli altri, ma pensa a rimediarvi. (C. Cantù).

7

Colui che non è pronto a soffrire ogni cosa e ad ubbidire al suo Diletto, non è degno di essere chiamato uomo d'amore; questi deve abbracciare con slancio tutte le avversità e le amarezze per il suo Diletto, senza da ciò deflettere, qualsiasi evidenza si frapponga. (T. da Kempis)

8

Colui che offre al proprio cane cibi non adatti o troppo caldi, sia punito con cento sferzate. (Artaserse)

9

Colui che può negar Dio davanti a una notte stellata, davanti alla sepoltura dei suoi più cari, davanti al martirio, è grandemente infelice o grandemente colpevole. Il primo ateo fu senza alcun dubbio un uomo che aveva celato un delitto agli altri uomini e cercava, negando Dio, liberarsi dell'unico testimonio a cui non poteva celarlo e soffocare il rimorso che lo tormentava (G. Mazzini).

10

Colui che si volge a guardare il suo passato, non merita di avere futuro avanti a sè (Oscar Wilde)

11

Colui che sorride quando le cose vanno male ha pensato a qualcuno cui dare la colpa. (Jones)

12

Colui che sposa la sua vergine fa bene, e chi non la sposa fa meglio. (S. Paolo)

13

Colui che vede per strada un uomo alle prese con un assassino e, potendo, non accorre in suo aiuto, è punito di morte. (Antica legge egiziana)

14

Colui il quale teme di perdere la gloria, è sicuro che la perderà (Napoleone Buonaparte)

15

Come il ferro, messo nel fuoco, lasciando cadere la ruggine, si fa tutto splendente, così colui che si dà totalmente a Dio si spoglia del suo torpore e si muta in un uomo nuovo. (T. da Kempis)

16

Dotto è colui che sa che quello che conosce è insignificante confrontato a quello che non conosce (Hazrat Ali)

17

Due volte sciocco è colui che svelando un segreto a un altro, gli chiede caldamente di non svelarlo a nessuno (Miguel de Cervantes)

18

E' troppo facile infondere la liberalità in colui che ha di che approvvigionarla finché vuole, a spese d'altri. (Michel de Montaigne)

19

Felice colui che viene ammaestrato direttamente dalla verità, così come essa è, e non per mezzo di immagini o di parole umane; ché la nostra intelligenza e la nostra sensibilità spesso ci ingannano, e sono di corta veduta. (T. da Kempis)

20

Figlio, colui che tenta di sottrarsi all'obbedienza si sottrae anche alla grazia. Colui che cerca il bene suo personale perde anche il bene che è proprio del vivere in comune. (T. da Kempis)

21

Giogo di buoi sconnesso è una donna malvagia, colui che la domina è come chi acchiappa uno scorpione. (Siracide)

22

Grande serenità di spirito possiede colui che non bada alle lodi né ai rimproveri della gente; giacché, se ha la coscienza pulita, si sentirà facilmente contento e tranquillo. (T. da Kempis)

23

Ha commesso il delitto colui al quale il delitto è utile. (Cicerone)

24

Il critico è colui che può tradurre in diversa forma o in nuova sostanza la sua impressione delle cose belle. (O. Wilde)

25

Il miglior scrittore sarà colui che ha vergogna di essere un letterato. (Nietzsche)

26

Il più potente è colui che ha se stesso in proprio potere. (Seneca)

27

Il vero sognatore è colui che sogna l'impossibile. (Elsa Triolet)

28

Io sono la vite e voi i tralci. Colui che dimora in me e nel quale io dimoro, porta abbondanti frutti, perché, senza di me, non potete far nulla. Chi non rimane in me, è gettato via come un tralcio sterile e inaridisce: e vien raccolto poi e gettato ad ardere nel fuoco. (Gesù)

29

L'uomo benefico è colui chemeglio, non colui chemolto (Victor Hugo)

30

L'uomo energico, l'uomo di successo, è colui che riesce, a forza di lavoro, a trasformare in realtà le sue fantasie di desiderio. (S. Freud)

31

L'uomo politico è colui che lavorando per il vostro bene ottiene il suo (Eduard Jurist)

32

la vera pace del cuore la si trova resistendo alle passioni, non soggiacendo ad esse. Non già nel cuore di colui che è attaccato alla carne, non già nell'uomo volto alle cose esteriori sta la pace; ma nel cuore di colui che è pieno di fervore spirituale. (T. da Kempis)

33

Le donne si lasciano convincere da colui che ragiona, non dai suoi ragionamenti (A.Karr)

34

Lo scapolo è colui il quale, per non fare infelice una sola donna, sceglie di renderne tante felici. (Gardel)

35

Manteniamo senza vacillare la professione della nostra speranza, perché è fedele colui che ha promesso. (S. Paolo)

36

Nessun uomo è padrone del suo soffio vitale tanto da trattenerlo, né alcuno ha potere sul giorno della sua morte, né c'è scampo dalla lotta; l'iniquità non salva colui che la compie. (Ecclesiaste)

37

Nessuno sostiene una lotta più dura di colui che cerca di vincere se stesso. Questo appunto dovrebbe essere il nostro impegno: vincere noi stessi, farci ogni giorno superiori a noi stessi e avanzare un poco nel bene. (T. da Kempis)

38

Non agisce con sufficiente saggezza colui che, avendo la grazia, si dà interamente alla gioia, senza pensare alla sua miseria di prima e alla purezza che si deve aver nel timore di Dio; timore cioè di perdere quella grazia che gli era stata data. (T. da Kempis)

39

Non ama colui al quale i difetti della persona amata non appaiono virtù. (Goethe)

40

Non c'è di meglio per l'uomo che mangiare e bere e godersela nelle sue fatiche; ma mi sono accorto che anche questo viene dalle mani di Dio. Difatti, chi può mangiare e godere senza di lui? Egli concede a chi gli è gradito sapienza, scienza e gioia, mentre al peccatore dà la pena di raccogliere e d'ammassare per colui che è gradito a Dio. Ma anche questo è vanità e un inseguire il vento! (Ecclesiaste)

41

Non c'è niente di male nella vita per colui che ha capito che la privazione della vita non è male. (Michel de Montaigne)

42

Non c'è persona al mondo, anche se è un re o un papa, che non abbia qualche tribolazione o afflizione. E chi è dunque che ha la parte migliore? Senza dubbio colui che è capace di sopportare qualche male per amore di Dio. (T. da Kempis)

43

Non fare gran conto di chi ti sia favorevole o contrario; piuttosto preoccupati assai che, in ogni cosa che tu faccia, Dio sia con te. Abbi retta coscienza; Dio sicuramente ti difenderà. Non ci sarà cattiveria che possa nuocere a colui che Dio vorrà aiutare. (T. da Kempis)

44

Non importa che non conosce Venere nella sua più piena dolcezza colui che non è andato a letto con una zoppa. (Michel de Montaigne)

45

Non si corregge colui che è impiccato, si correggono gli altri per mezzo di lui. (Michel de Montaigne)

46

Non temete coloro che uccidono il corpo e non possono uccidere l'anima, ma temete colui che può mandare l'anima e il corpo all'inferno. (Gesù)

47

Non è contento colui che è creduto tale, ma chi lo crede di sé. (Michel de Montaigne)

48

Non è forte colui che non cade mai, ma colui che cadendo si rialza. (W. Goethe)

49

Nulla basta a colui per il quale ciò che basta è poco. (Epicuro)

50

Nulla è impossibile per colui che non deve farlo. (A. Bloch)

51

Ogni uomo nasce gemello, colui che è e colui che crede di essere. (Martin Kessel)

52

Opera grandemente colui che agisce con rettitudine; opera lodevolmente colui che si pone al servizio della comunità, più che del suo capriccio. (T. da Kempis)

53

Saggio è colui che non ritiene infallibile il suo giudizio e non si lascia abbagliare da tutto ciò che gli sembra buono (Hazrat Ali)

54

Saggio è colui che sa di non sapere. (Socrate)

55

Scienziato non è colui che sa dare le vere risposte, ma colui che sa porre le giuste domande (Levi Strauss)

56

Se voi incontrerete chi un sorriso non vi sa dare, donatelo voi. Perché nessuno ha tanto bisogno di un sorriso come colui che ad altri donarlo non sa. (P. Faber)

57

Spesso commette ingiustizia non solo colui che fa qualcosa, ma anche colui che non la fa (Marco Aurelio)

58

Tacere del tutto è più facile che evitare le intemperanze del discorrere, come è più facile stare chiuso in casa che sapersi convenientemente controllare fuori casa. Perciò colui che vuole giungere alla spiritualità interiore, deve, insieme con Gesù, ritirarsi dalla gente. (T. da Kempis)

59

Tutto può, l'uomo fervido e diligente. Impresa più grande delle sudate fatiche corporali è quella di vincere i vizi e di resistere alle passioni. E colui che non sa evitare le piccole mancanze, cade, a poco a poco, in mancanze maggiori. (T. da Kempis)

60

Tutto è vanità, fuorché amare Iddio e servire a Lui solo. E perciò, colui che ama Dio con tutto il suo cuore non ha paura né della morte, né della condanna, né del giudizio, né dell'inferno. (T. da Kempis)

61

Un albero é conosciuto per i suoi frutti, un uomo per le sue azioni. Una buona azione non è mai perduta. Colui che semina cortesia miete amicizia, colui che pianta gentilezza raccoglie amore. (S. Basilio)

62

Un buon viaggiatore è colui che non sa dove sta andando (Lin Yutang)

63

Un sognatore è colui che non sa trovare la propria via se non al lume della luna; e il suo castigo è che egli vede l'alba assai prima degli altri. (Oscar Wilde)

64

Uomo colto è colui che sa trovare un significato bello alle cose belle (Oscar Wilde)

COM

1

Comvuoto il cuore dell'uomo, e pieno di spazzatura! (B. Pascal)

2

Il peccatore somiglia ad un deserto che nulla produce e ricetta solo insetti nocivi o animali selvaggi. Comtutto squallido dove manca Iddio! Quale arsura ove non cade la rugiada celeste! Quale sterilità ove il sole non feconda! (S. Tommaso da Villanova).

3

La figliuola com'è avvezzata, e la stoppa com'è filata. (G. Verga)

4

Meglio ascoltare il rimprovero del saggio che ascoltare il canto degli stolti: perché com'è il crepitio dei pruni sotto la pentola, tale è il riso degli stolti. (Ecclesiaste)

COMANDA

1

Alla natura si comanda solo ubbidendole (Francesco Bacone)

2

Chi comanda il mare, guida la storia (Horathio Nelson)

3

Chi non punisce il male, comanda che si faccia. (Leonardo Da Vinci)

COMANDARE

1

L'amor di padre e di madre, perché sia vero, deve, come ogni altro amore, essere forte e comandare a sé stesso. (N. Tommaseo).

2

Non è necessario che abbia molto da dire chi può comandare con un gesto. (Stanislaw J. Lec)

3

Per comandare bisogna riuscire a trovare chi è disposto ad ubbidire. (Alessandro Morandotti)

4

Per comandare gli altri è necessario saper ingannare se stessi. (Giuseppe Tomasi di Lampedusa)

5

Saper comandare a se stessi è la forma più grande di comando. (Seneca)

COMANDI

1

Già da un pezzo, da quando non usiamo più vendere i voti, il popolo non si preoccupa più di nulla; una volta distribuiva comandi, fasci, legioni, tutto. Ora se ne infischia e due cose soltanto desidera ansiosamente: pane e giochi. (Giovenale)

2

L'assennato accetta i comandi, il linguacciuto va in rovina. (Salomone)

COMANDO

1

Figlio mio, osserva il comando di tuo padre, non disprezzare l'insegnamento di tua madre. (Salomone)

2

Saper comandare a se stessi è la forma più grande di comando. (Seneca)

3

Stare sottomessi, vivere soggetti a un superiore e non disporre di sé è cosa grande e valida. E' molto più sicura la condizione di sudditanza, che quella di comando. (T. da Kempis)

COMBATTE

1

Chiunque combatte contro la Patria è un figlio che vuole uccidere la madre (Napoleone)

2

L'idea di chi vorrebbe, in nome della libertà, fondare l'anarchia e cancellar la società per non lasciare che l'individuo coi suoi diritti, non ha bisogno di confutazioni da me: tutto il mio lavoro combatte quel sogno colpevole che rinnega progresso, doveri, fratellanza umana, solidarietà di nazioni (G. Mazzini).

COMBATTERE

1

Le opinioni non possono sopravvivere se uno non ha occasione di combattere per esse (Thomas Mann)

2

Preferisco che la sorte mi costringa a combattere e non che mi faccia vivere tra i piaceri. Sono torturato, ma da forte: questo è bene. Sono colpito a morte, ma da forte: questo è bene. (Attalo)

COMBATTUTA

1

Io non so con quali armi sara' combattuta la III Guerra Mondiale, ma so che la IV Guerra Mondiale sara' combattuta con pietre e bastoni. (Albert Einstein)

2

La prossima guerra mondiale sarà combattuta con le pietre. (Albert Einstein)

COMBINA

1

Il matrimonio gode di popolarità perché combina un massimo di tentazione con un massimo di occasioni (G.B.Shaw)

2

L'uomo che non commette errori di solito non combina nulla. (E. J. Phelps)

COMBINAZIONE

1

L'esistenza sia una giusta combinazione tra moralità e morale predominante. (Seneca)

2

Se sapessi una cosa utile alla mia nazione, ma che fosse dannosa per un'altra, non la proporrei al mio principe, poiché sono un uomo prima di essere francese, o meglio, perché io sono necessariamente un uomo, mentre non sono francese che per combinazione. (Montesquieu)

COMINCIA

1

Chi ben comincia è a metà dell'opera. (Orazio Flacco)

2

Chi comincia ad amare deve prepararsi a soffrire (Chevalier de Méré)

3

Colui che incolpa gli altri delle proprie disgrazie è un ignorante: colui che incolpastesso comincia a migliorare; il galantuomo non incolpa né sé né gli altri, ma pensa a rimediarvi. (C. Cantù).

4

Dove finiscono le leggi, comincia la tirannia. (William Conte di Chatham Pitt)

5

E' la beltà, mia cara, / fuggevole scintilla: / e appunto ove più brilla / comincia a declinar. (Ricci).

6

Io vi ascolto, vecchi amici; è un pezzo che mi dite: "Metti un catenaccio! Impediscile di uscire". Ma chi mi custodirà i custodi? Mia moglie è abile e comincia proprio da quelli. (Giovenale)

7

L'amore? Comincia con un parolone, poi tira avanti con paroline e alla fine sono parolacce (E. Pailleron)

8

L'avarizia comincia dove finisce la povertà. (Balzac)

9

La fede cominciadove la religione finisce. (Sören Kierkegaard)

10

Nell'ora che pel bruno firmamento / comincia un tremolio / di punti d'oro, d'atomi d'argento, / guardo e dimando: "Dite, o luci belle, / ditemi, cosa è Dio?" / Ordine, mi rispondono le stelle. (A. Aleardi)

11

Quando si è innamorati, si comincia sempre ingannando se stessi e si finisce sempre ingannando gli altri. È quello che il mondo chiama sentimentalismo. (O. Wilde)

12

Saper campare del proprio, poco o molto che sia, è la prima garanzia di una vita onorata e tranquilla. Quando, invece, si comincia a vivere dell'altrui, addio tranquillità e purtroppo non di rado, addio onore (M. D'Azeglio).

COMINCIANO

1

Bisogna diffidare dei tecnici; cominciano con la macchina da cucire e finiscono con la bomba atomica. (Marcel Pagnol)

2

Bisogna stare attenti agli ingegneri: cominciano mettendo insieme delle macchine e finiscono con la bomba atomica. (Marcel Pagnol)

3

Le avventure amorose cominciano nello champagne e finiscono nella camomilla (V.Larbaud)

4

Le signore non cominciano mai le liti, sono gli altri che litigano per loro. (Aristogatti Minou)

5

Quando gli amici cominciano a complimentarsi con te per la tua aria giovanile, puoi essere certo che pensano che stai invecchiando (Washington Irving)

6

Tutte le grandi verità cominciano come bestemmie. (George Bernard Shaw)

7

Vivono male quelle persone che cominciano sempre a vivere. (Epicuro)

COMINCIARE

1

Accusare gli altri delle proprie disgrazie è conseguenza della nostra ignoranza. Accusare se stessi significa cominciare a capire. Non accusare né sé, né gli altri, questa è vera saggezza. (Epitteto)

2

E' penoso cominciare sempre la vita. (Epicuro)

3

Il saggio in ogni cosa guarda al proposito, non all'esito; cominciare dipende da noi, del risultato, invece, decide la sorte e io non le riconosco il diritto di giudicarmi. (Seneca)

4

Non sono affatto contrario al baciamano alle signore. Bisogna pur cominciare da qualche parte (Sacha Guitry)

5

Un viaggio di mille miglia deve cominciare con un solo passo. (Lao Tzu)

COMMEDIA

1

L'anima nasce vecchia, ma ringiovanisce. E' la commedia della vita. Il corpo nasce giovane e invecchia. E' la tragedia della vita. (Oscar Wilde)

2

La vita è come una commedia: non importa quanto è lunga, ma come è recitata (Lucio Anneo Seneca)

COMMERCIANTE

1

A stento un commerciante sarà esente da colpe, un rivenditore non sarà immune dal peccato. (Siracide)

2

Il commerciante ha in tutto il mondo la medesima religione. (Heine)

COMMERCIO

1

L'onore va a picco dove il commercio prevale a lungo. (Oliver Goldsmith)

2

Lasciati ingannare! Non disturbare il buon funzionamento del commercio. (Wieslav Brudzinski)

COMMERSON

1

La filosofia ha di buono che serve a consolarci della sua inutilità (J.L .Commerson)

2

La scherma è l'arte di farsi ammazzare cortesemente (J.L.A.Commerson)

COMMESSO

1

Avete inteso che fu detto: Non commettere adulterio; ma io vi dico: chiunque guarda una donna per desiderarla, ha già commesso adulterio con lei nel suo cuore. (Gesù)

2

Ha commesso il delitto colui al quale il delitto è utile. (Cicerone)

3

I coniugi debbono vivere insieme per punizione di aver commesso la stupidaggine di essersi sposati. (Gustave Flaubert)

4

Il castigo del delitto sta nell'averlo commesso; la pena che vi aggiunge la legge è superflua (Anatole France)

5

Quando hai commesso un torto, non mentir mai per negarlo od attenuarlo. Debolezza turpe è la menzogna. Concedi d'aver errato, e la vergogna che ti costerà il concedere ti frutterà la lode dei buoni (S. Pellico).

COMMETTE

1

Chi commette un'ingiustizia è sempre più infelice di quello che la subisce. (Platone)

2

L'uomo che non commette errori di solito non combina nulla. (E. J. Phelps)

3

Quando un uomo commette un'enorme sciocchezza, la commette sempre per i più nobili motivi. (O. Wilde)

4

Radice d'ogni male è la cupidigia: essa commette i sacrilegi e i furti, compie le rapine e le prede, cagiona le guerre e gli omicidi, chiede e riceve iniquamente, ingiustamente negozia, dà o riceve ad usura, presiede alle frodi, scioglie il patto, viola il giuramento, corrompe la testimonianza, perverte il giudizio (S. Innocenzo).

5

Se il tuo fratello commette una colpa, và e ammoniscilo fra te e lui solo; se ti ascolterà, avrai guadagnato il tuo fratello; se non ti ascolterà, prendi con te una o due persone, perché ogni cosa sia risolta sulla parola di due o tre testimoni. Se poi non ascolterà neppure costoro, dillo all'assemblea; e se non ascolterà neanche l'assemblea, sia per te come un pagano e un pubblicano. (Gesù)

6

Se la donna varca il fiore / di gioventù, non farle il computista / se a contar gli anni suoi commette errore. / A correggerla, dimmi, che s'acquista? / Lascia pur che al quaranta faccia incaglio / e scenda al trentanove, tu fa vista / di non esserti accorto dello sbaglio (L. Borsini).

7

Sii gentile, sii garbato, / dice sempre mamma mia, / un fanciul bene educato / non commette inciviltà (T. Bernardi).

8

Spesso commette ingiustizia non solo colui che fa qualcosa, ma anche colui che non la fa (Marco Aurelio)

COMMETTERE

1

Anche se tu vedessi un altro cadere manifestamente in peccato, o commettere alcunché di grave, pur tuttavia non dovresti crederti migliore di lui; infatti non sai per quanto tempo tu possa persistere nel bene. Tutti siamo fragili; ma tu non devi ritenere nessuno più fragile di te. (T. da Kempis)

2

Avete inteso che fu detto: Non commettere adulterio; ma io vi dico: chiunque guarda una donna per desiderarla, ha già commesso adulterio con lei nel suo cuore. (Gesù)

3

Il pane dei bisognosi è la vita dei poveri, toglierlo a loro è commettere un assassinio. (Siracide)

4

Il peccatore, col commettere la colpa mortale, fa come un contadino, il quale piantò una vigna, la coltivò studiosamente finché fece frutto: ne fece il vino e lo pose in botti aperte, cosicché tutto il vino si disperse. Così col peccato si perde quanto si è fatto di bene. (S. Efrem).

5

Intelligenza non è non commettere errori, ma scoprire subito il modo di trarne profitto. (Bertolt Brecht)

6

La coscienza non impedisce di commettere un peccato, impedisce solo di goderne in pace. (Theodore Dreiser)

7

Se l'uomo potesse nell'età della ragione rammentare l'ardore di un sol bacio materno, non potrebbe avere il coraggio di commettere la più piccola ingiustizia verso chi lo ha baciato in quel modo (P. Mantegazza)

COMPAGNA

1

Come sei bella, amica mia, come sei bella! Gli occhi tuoi sono colombe, dietro il tuo velo. Le tue chiome sono un gregge di capre, che scendono dalle pendici del Gàlaad. I tuoi denti come un gregge di pecore tosate, che risalgono dal bagno; tutte procedono appaiate, e nessuna è senza compagna. Come un nastro di porpora le tue labbra e la tua bocca è soffusa di grazia; come spicchio di melagrana la tua gota attraverso il tuo velo. (Cantico dei Cantici)

2

La semplicità è compagna della verità come la modestia lo è del sapere. (Francesco De Sanctis)

COMPAGNE

1

Le donne sono amanti per gli uomini giovani, compagne per la mezza età, infermiere per i vecchi. (Francis Bacon)

2

Tutte vecchiotte sono le tue amiche, o brutte o più brutte delle vecchie. Sono queste le compagne che tu ti tiri dietro nei conviti, pei portici, nei teatri. Solo così, Fabulla, tu sei bella, solo così tu appari giovane. (Marziale)

COMPAGNI

1

Molti si rovinano colla scelta sconsiderata degli amici e dei compagni. Non fate lega se non con quelli che vanno per la strada del bene. Gli altri vi pervertirebbero coi discorsi e cogli esempi; appassirebbero in voi il delicato fiore dell'innocenza, che sorge soave profumo sulla giovinezza (C. Cantù).

2

Ricordatevi dei carcerati, come se foste loro compagni di carcere, e di quelli che soffrono, essendo anche voi in un corpo mortale. (S. Paolo)


Homolaicus - Aforismi e Citazioni
2010