HOMOLAICUS - AFORISMI E CITAZIONI - Indice

GIOCA GRATIS

PAROLE

Aforismi e citazioni

MORTI

1

Gli uomini colti sono superiori agli incolti nella stessa misura in cui i vivi sono superiori ai morti. (Aristotele)

2

I morti non li piango affatto, e piuttosto li invidierei; ma piango assai i morenti. (Michel de Montaigne)

3

Il privilegio dei morti: non moriranno più. (Gabriele D'Annunzio)

4

L'onore che rendiamo alla memoria dei nostri morti, l'amore così puro che sentiamo ancora per loro, parte dalle fibre più sensibili del nostro cuore, e nessun popolo, in nessuna delle epoche conosciute, si mostrò mai indifferente a tali sentimenti (M D'Azeglio).

5

La cenere dei morti fu quella che creò la patria. (Lamartine)

6

La storia non è altro che una serie di scherzi a spese dei morti. (Voltaire)

7

La terra è avvolta nelle tenebre come i morti, le fiere escono dalle loro tane, i serpenti sono pronti a mordere, il mondo è tutto silenzio; ma la terra si illumina quando tu sorgi, o sole. Tu fai sparire le tenebre con i tuoi raggi luminosi, gli alberi e le piante fioriscono, gli uccelli svolazzano, il gregge si rallegra: tutti vivono illuminati da te. (Antico inno egiziano)

8

La vita dei morti è posta nel ricordo dei vivi. (Cicerone)

9

Ma questo lungo termine è una guida fallace per gli affari correnti: nel lungo termine siamo tutti morti. (John Maynard Keynes)

10

Molti sono morti per ingordigia, chi si controlla vivrà a lungo. (Siracide)

11

Più lontano accade una catastrofe o un incidente, più alto deve essere il numero dei morti e feriti perché faccia notizia. (A. Bloch)

12

Quanto poca è la terra che da morti ci ospiterà, noi che da vivi, ambiziosi aspiriamo al mondo intero. (Filippo II)

13

Questo è il male in tutto ciò che avviene sotto il sole: una medesima sorte tocca a tutti e anche il cuore degli uomini è pieno di male e la stoltezza alberga nel loro cuore mentre sono in vita, poi se ne vanno fra i morti. (Ecclesiaste)

14

Si usano deplorare le morti premature, ma nessuno depreca quelle tardive, ben più incresciose di tutte. (Alessandro Morandotti)

15

Soltanto gli sciocchi e i morti non cambiano opinione (James Russell Lowell)

MORTO

1

All'assente e al morto non voler far torto. (Proverbio)

2

Che cosa servono a quel tizio ottant'anni trascorsi nell'inerzia? Costui non è vissuto, ma si è attardato nella vita, e non è morto tardi, ma lentamente. (Seneca)

3

Chi non è più capace di fermarsi a considerare con meraviglia e venerazione è come morto: i suoi occhi sono chiusi. (Albert Einstein)

4

Chi si fa morto quando è vivo è soggetto ad essere ritenuto vivo da moribondo. (Michel de Montaigne)

5

Chi si lamenta che qualcuno sia morto, si lamenta che costui fosse un uomo. (Seneca)

6

Chi trascura di imparare in giovinezza perde il passato ed è morto per il futuro. (Euripide)

7

Chi è morto non sente nessun male: se lo sente non è morto. (Seneca)

8

Io penso che nessuno dovrebbe scrivere la propria autobiografia finché non è morto. (Samuel Goldwyn)

9

L'avaro è come il porco: è buono dopo morto. (Proverbio)

10

L'uomo è un essere che fa rumore, cattiva musica e lascia abbaiare il cane. Solo qualche rara volta sta zitto, ma allora è morto (Kurt Tucholsky)

11

La tua generosità si estenda a ogni vivente e al morto non negare la tua grazia. (Siracide)

12

Nessuno può essere definito felice prima che sia morto. (Solone)

13

Non è solo dei ricchi il piacere di vivere, e chi è nato e morto sconosciuto non per questo ha vissuto male. (Orazio)

14

Né visita di morto senza riso, né sposalizio senza pianto. (G. Verga)

15

Piangi per un morto, poiché ha perduto la luce; piangi per uno stolto, poiché ha perduto il senno. (Siracide)

MOSCHE

1

Le leggi sono ragnatele che le mosche grosse sfondano, mentre le piccole ci restano impigliate. (Honoré de Balzac)

2

Si prendono più mosche con una goccia di miele che con una botte d'aceto. (Proverbio)

MOSTRA

1

Chi risponde prima di avere ascoltato mostra stoltezza a propria confusione. (Salomone)

2

Fate mostra di essere pronti alla guerra e avrete la pace. (Livio)

3

Il futuro che ci mostra il sogno non è quello che accadrà, ma quello che vorremmo accadesse. La mente popolare si comporta qui come fa generalmente: crede in ciò che desidera. (S. Freud)

4

Il mondo è tutto opera di Dio; e nella grandezza, bellezza e ordine meraviglioso, ci mostra la potenza, la sapienza e la bontà infinita di Lui. (Catechismo di S. Pio X)

5

La storia della civiltà umana mostra, al di fuori d'ogni dubbio, che esiste un intimo rapporto tra la crudeltà e l'istinto sessuale. (S. Freud)

6

Umìliati, prima di cadere malato, e quando hai peccato, mostra il pentimento. (Siracide)

MOSTRANO

1

Gli uomini hanno gli anni che sentono, le donne quelli che mostrano. (Proverbio)

2

Le bestie ci mostrano a sufficienza quante malattie ci procuri l'agitazione del nostro spirito. (Michel de Montaigne)

3

Le cose non sono sempre tali quali si mostrano; il loro primo aspetto inganna molti; poche menti scoprono ciò che l'industria nasconde nell'intimo di esse. (Fedro)

4

Le disgrazie sono la pietra di paragone del carattere. Come avviene di alcune erbe che bisogna pestarle, acciocché mandino il loro buon odore; così è di certe nature d'uomini, che non mostrano la bontà di cui sono dotate, se non messe a cimento dal dolore. Non di rado le traversie della vita fanno apparire virtù e grazie, che altrimenti resterebbero nascoste (S. Smile)

5

Nelle cose grandi gli uomini si mostrano come conviene loro di mostrarsi; nelle piccole si mostrano come sono (Chamfort)

6

Nelle grandi cose gli uomini si mostrano come conviene loro di mostrarsi; nelle piccole, quali sono. (N. de Chamfort)

7

Quanta virtù ciascuno di noi abbia, ciò appare al momento delle avversità: non sono le occasioni che fanno fragile l'uomo, ma esse mostrano quale esso è. (T. da Kempis)

MOSTRARE

1

Hai figlie? Vigila sui loro corpi e non mostrare loro un volto troppo indulgente. (Siracide)

2

Nessuno può mostrare troppo a lungo una faccia a se stesso e un'altra alla gente senza finire col non sapere più quale sia quella vera. (Nathaniel Hawthorne)

MOSTRARSI

1

Nelle cose grandi gli uomini si mostrano come conviene loro di mostrarsi; nelle piccole si mostrano come sono (Chamfort)

2

Nelle grandi cose gli uomini si mostrano come conviene loro di mostrarsi; nelle piccole, quali sono. (N. de Chamfort)

MOTIVI

1

Nessun uomo è giustificato a fare il male per motivi di convenienza. (Theodore Roosevelt)

2

Perché ti stupisci se viaggiare non ti serve? Porti in gito te stesso. Ti perseguitano i medesimi motivi che ti hanno fatto fuggire. (Seneca)

3

Quando un uomo commette un'enorme sciocchezza, la commette sempre per i più nobili motivi. (O. Wilde)

4

Si trovano sempre dei buoni motivi per divorziare. Basta che vi sia la buona volontà. (Johann Nestroy)

5

Spesso arrossiremmo delle nostre più belle azioni, se si scorgessero tutti i motivi che le producono. (La Rochefoucauld)

6

Spesso, nei rapporti con gli uomini, è necessario fingere benevolmente di non indovinare i motivi delle loro azioni. (Friedrich Nietzsche)

7

Vi sono sempre due motivi per una azione: uno onesto e quello vero. (J. Pierpont Morgan)

MOTIVO

1

Chi indaga la legge ne sarà appagato, ma l'ipocrita vi troverà motivo di scandalo. (Siracide)

2

Gran motivo di sdegno una donna ubriaca, non riuscirà a nascondere la vergogna. (Siracide)

3

I mezzi tecnici a disposizione della civiltà odierna celano non soltanto la possibilità di un'autodistruzione per via di un conflitto militare, ma anche la possibilità di un soggiogamento "pacifico" degli individui, degli ambiti di vita, di società intere e di nazioni, che per qualsiasi motivo possono riuscire scomodi per coloro i quali dispongono dei relativi mezzi e sono pronti a servirsene senza scrupolo. (Giovanni Paolo II)

4

Il saggio non si espone al pericolo senza motivo, poiché sono poche le cose di cui gl'importi abbastanza; ma è disposto, nelle grandi prove, a dare perfino la vita, sapendo che a certe condizioni non vale la pena di vivere. (Aristotele)

5

L'uomo retto, ben trova motivo di pianto doloroso. Sia che rifletta su di sé o che vada pensando agli altri, egli comprende che nessuno vive quaggiù senza afflizioni; e quanto più severamente si giudica, tanto maggiormente si addolora. (T. da Kempis)

6

Motivo di sdegno, di rimprovero e di grande disprezzo è una donna che mantiene il proprio marito. (Siracide)

7

Non aspirare a ciò che non ti è stato dato, affinché la tua speranza delusa non abbia motivo di lamentarsi. (Fedro)

8

Non c'è nessun motivo di vivere, nessun limite alle sventure, se si teme tutto quello che può accadere. (Seneca)

9

Pensare è il lavoro più arduo che ci sia, ed è probabilmente questo il motivo per cui così pochi ci si dedicano. (Henry Ford)

MOTO

1

Il tempo--lo sappiamo bene--scorre sempre secondo il medesimo ritmo; oggi, tuttavia, si ha l'impressione che sia sottoposto a un moto di continua accelerazione, in ragione soprattutto della moltiplicazione e complessità dei fenomeni in mezzo ai quali viviamo. (Giovanni Paolo II)

2

L'eloquenza è come la fiamma: ci vuole la materia per accenderla, il moto per attizzarla, e mentre brucia, illumina. (Tacito)

3

La fortuna è messa in moto dal veloce giro di una ruota instabile (Tibullo)

MOTORE

1

Iddio si Sente e non si spiega: si sente come l'amore infinito, come il motore dell'universo; si sente come una protezione, come un rifugio; si sente buono, si sente autore per noi d'un avvenire eterno, inesplicato, chiuso ai mortali (S. Pellico).

2

L'arte umana non è meno opera di Dio che la natura: camminando di conserva colla sua sorella sotto l'impulso onnipotente e il magistero del primo motore, cospira seco a produrre le meravigliose vicende della civiltà e della storia e il concetto mirabile dell'universo. (V. Gioberti).

MOTRICE

1

La nostra teoria dei sogni considera i desideri che risalgono all'infanzia come la forza motrice indispensabile per la formazione dei sogni. (S. Freud)

2

La principale forza motrice della terapia è la sofferenza del paziente con il desiderio, che ne scaturisce, di guarire. (S. Freud)

MUCCHIO

1

Chi mettesse in un fascio un sufficiente mucchio delle asinerie della sapienza umana, direbbe meraviglie. (Michel de Montaigne)

2

Come son belli i tuoi piedi nei sandali, figlia di principe! Le curve dei tuoi fianchi sono come monili, opera di mani d'artista. Il tuo ombelico è una coppa rotonda che non manca mai di vino drogato. Il tuo ventre è un mucchio di grano, circondato da gigli. (Cantico dei Cantici)

3

Mucchio di stoppa è una riunione di iniqui; la loro fine è una fiammata di fuoco. (Siracide)

MUHS

1

La modestia si basa sulla consapevolezza del proprio fascino. (W. Muhs)

2

Spesso l'incorruttibilità è dovuta solo alla mancanza di corruttori. (W. Muhs)

MUOIONO

1

Allora ho pensato: "Anche a me toccherà la sorte dello stolto! Allora perché ho cercato d'esser saggio? Dov'è il vantaggio?". E ho concluso: "Anche questo è vanità". Infatti, né del saggiodello stolto resterà un ricordo duraturo e nei giorni futuri tutto sarà dimenticato. Allo stesso modo muoiono il saggio e lo stolto. (Ecclesiaste)

2

Le mode nascono e muoiono troppo in fretta perché qualcuno possa imparare ad amarle. (Bettina Ballard)

3

Lo stato di diseguaglianza tra uomini e popoli non soltanto perdura, ma aumenta. Avviene tuttora che accanto a coloro che sono agiati e vivono nell'abbondanza, esistono quelli che vivono nell'indigenza, soffrono la miseria e spesso addirittura muoiono di fame; e il loro numero raggiunge decine e centinaia di milioni. È per questo che l'inquietudine morale è destinata a divenire ancor più profonda. (Giovanni Paolo II)

4

Muoiono le città, muoiono i regni, / copre i fasti e le pompe arena ed erba; / e l'uom d'esser mortal par che si sdegni... (T. Tasso).

5

Quando i ricchi si fanno la guerra, sono i poveri che muoiono (Jean-Paul Sartre)

6

Quando muoiono i pezzenti, non si vedono comete; ma i cieli stessi fiammeggiano annunziando la morte dei prìncipi. (William Shakespeare)

7

Una persona annega in alto mare, una annega in un bicchier d'acqua. Ma entrambi muoiono. (S. Pio da Pietrelcina)

MUORE

1

Beato chi muore nel proprio letto. (G. Verga)

2

Chi muore sereno come è nato ha conquistato la saggezza. (Seneca)

3

Chi vive più di una vita muore più di una morte. (Oscar Wilde)

4

Chi vive solo per compiacere se stesso fa un piacere al mondo quando muore. (Tertulliano)

5

Chi vive sperando, muore digiuno. (Benjamin Franklin)

6

Critici si nasce, artisti si diventa, pubblico si muore (Achille Bonito Oliva)

7

Il letto è il posto più pericoloso del mondo. L'ottanta per cento della gente vi muore.(Mark Twain)

8

Il vero bene, saggezza e virtù, non muore, è sicuro ed eterno; è l'unica cosa immortale che tocca ai mortali. (Seneca)

9

L'adempimento del dovere è talmente necessario al nostro bene, che persino i dolori e la morte, che sembrano essere il più immediato nostro danno, si cangiano in voluttà per la mente dell'uomo generoso che patisce e muore coll'intenzione di giovare al prossimo. (S. Pellico)

10

L'allegrezza moderata nelle conversazioni passa facilmente d'animo in animo, ed è accolta con lieta fronte da tutti. L'allegrezza clamorosa si comunica a pochi e spesso muore sul labbro di chi volle eccitarla. (M. Gioia)

11

L'amore nasce dal nulla e muore di tutto. (A. Karr)

12

L'onestà è lodata da tutti, ma muore di freddo (Giovenale)

13

L'uomo è nato per muoversi, per scrutare, per sapere chi è, che cosa fa, dove va. Se l'uomo muore sotto la fatica, egli muore onorato e forse utile agli altri. (M. D'Azeglio)

14

La gelosia nasce con l'amore, ma non muore con lui. (F. de la Rochefoucauld)

15

La maggior parte di noi nasce con l'aiuto del medico e muore allo stesso modo. (George Bernard Shaw)

16

Nessun vero rivoluzionario muore invano (Fidel Castro)

17

Non definire un uomo felice finché non muore: tutt'al più, egli è fortunato. (Solone)

18

Non è importante il modo in cui in uomo muore, ma quello in cui vive: l'atto di morire non è importante, dura così poco. (Samuel Johnson)

19

Quando l'uomo muore eredita insetti, belve e vermi. (Siracide)

20

Quando si muore si ha ben altro da fare che di pensare alla morte. (Italo Svevo)

21

Quando verrà l'ora di morire non voglio perderne neanche un attimo: si muore una volta sola. (Antonio Amurri)

22

Quello che tu chiami schiavo pensa che è nato come te, gode dello stesso cielo, respira la stessa aria, vive e muore, come viviamo e moriamo noi. Puoi vederlo libero cittadino ed egli può vederti schiavo. (Seneca)

23

Se un medico cura per una piaga un uomo libero e il paziente muore, al medico si faranno tagliare le mani. (Hammurabi)

24

Sono geloso di tutto ciò la cui bellezza non muore. (O. Wilde)

25

Una cosa non è necessariamente vera perché un uomo muore per essa. (Oscar Wilde)

MUOVERE

1

Chi vuol muovere il mondo, prima muova se stesso (Socrate)

2

Non muovere causa a un giudice, perché giudicheranno in suo favore secondo il suo parere. (Siracide)

3

Se avrò avuto il dono della profezia e conosciuto tutti i misteri e tutte le scienze: e se avrò avuto tale fede da far muovere le montagne, e mi sarà mancato la carità, io sono nulla. (S. Paolo)

MURO

1

Chi scava una fossa ci casca dentro e chi disfà un muro è morso da una serpe. (Ecclesiaste)

2

Un cuore basato su sagge riflessioni è come un intonaco su un muro rifinito. (Siracide)

MUSICA

1

Con le spiritosaggini è come con la musica: più se ne sente più si diventa esigenti. (Georg C. Lichtenberg)

2

L'uomo è un essere che fa rumore, cattiva musica e lascia abbaiare il cane. Solo qualche rara volta sta zitto, ma allora è morto (Kurt Tucholsky)

3

La musica di Wagner mi piace più di ogni altracosì rumorosa che si può parlare per tutto il tempo senza che gli altri capiscano ciò che si dice. (O. Wilde)

4

La musica è il linguaggio universale dell'umanità. (Henry Wadsworth Longfellow)

5

Quando si ascolta della cattiva musica è un dovere affogarla nella conversazione. (O. Wilde)

6

Vino e musica rallegrano il cuore, ma più ancora lo rallegra l'amore della sapienza. (Siracide)

MUSSOLINI

1

Bisogna porsi delle mete per avere il coraggio di raggiungerle. (Benito Mussolini)

2

Chi non è pronto a morire per la sua fede non è degno di professarla. (Benito Mussolini)

3

Chi vuol governare deve imparare a dire di no. (Benito Mussolini)

4

E` l'aratro che traccia il solco, ma è la spada che lo difende. (Mussolini)

5

Il pittoresco ci ha fregati per tre secoli. (Mussolini)

MUTA

1

Chi si compiace troppo della sua buona fortuna, si sentirà sconvolto se questa muta. (Orazio)

2

Come il ferro, messo nel fuoco, lasciando cadere la ruggine, si fa tutto splendente, così colui che si dà totalmente a Dio si spoglia del suo torpore e si muta in un uomo nuovo. (T. da Kempis)

3

Il piacere sta sul filo, e si muta in dolore se non ha misura. (Seneca)

4

Il tempo tutto toglie e tutto dà; ogni cosa si muta, nulla s'annichila. (Giordano Bruno)

5

Nel discorso del pio c'è sempre saggezza, lo stolto muta come la luna. (Siracide)

6

Non è il mondan rumore altro ch'un fiato / di vento, ch'or vien quinci ed or vien quindi, / e muta nome perché muta lato (Dante).

7

Se la logica della saggezza, e non i luoghi che dominano la distesa del mare, allontana gli affanni, chi solca il mare muta cielo, non natura. (Orazio)

8

Siccome il mangiare senza voglia si muta in fastidioso nutrimento, così lo studio senza desiderio guasta la materia. (Leonardo Da Vinci)

9

Tutto è instabile, fallace e più mutevole di ogni burrasca: tutto è sconvolto e muta per i capricci della sorte: fra tanto variare delle vicende umane, la sola cosa certa è la morte; eppure, tutti si lamentano della sola cosa che non inganna nessuno. (Seneca)

MUTAMENTO

1

L'esser ricchi non è sollievo, ma mutamento di bisogni. (Michel de Montaigne)

2

Niente opprime uno stato come l'innovazione; il mutamentosoltanto forma all'ingiustizia e alla tirannide. (Michel de Montaigne)

MUTANO

1

Gli uomini mutano sentimenti e comportamenti con la stessa rapidità con cui si modificano i loro interessi. (Arthur Schopenhauer)

2

Io stesso muto nell'istante in cui dico che le cose mutano (Eraclito)

MUTI

1

I piccoli dolori sono loquaci, quelli grandi muti. (Seneca)

2

Ora dirò con quali strumenti si lavora la terra. Alcuni dividono questi strumenti in due categorie: le persone e gli strumenti, senza i quali non potrebbero lavorare. Altri li dividono in tre categorie: strumenti parlanti, strumenti semiparlanti e strumenti muti. I primi sono gli schiavi, i secondi i buoi e gli ultimi gli strumenti inanimati. (Varrone)

MUTO

1

A chi un segreto? A un bugiardo o ad un muto. Questi non parla e quei non è creduto. (Filippo Pananti)

2

Io stesso muto nell'istante in cui dico che le cose mutano (Eraclito)

NACQUE

1

Anche se uno è schiavo, è di carne come noi; nessuno infatti nacque mai schiavo per legge di natura; fu il caso che fece schiavo il suo corpo. (Filemone)

2

La noia nacque un giorno dall'uniformità. (Antoine La Motte Houdar)

NAHR

1

L'amore è la punizione per il fatto che non ci siamo accontentati della sola procreazione. (H. Nahr)

2

La sincerità della donna è la prova del suo totale disinteresse. (Helmar Nahr)

NANCY

1

Adoro i bambini. Specialmente quando piangono, perché in genere a quel punto qualcuno li porta via (Nancy Milford)

2

Mi piacciono i bambini. Specialmente quando piangono, perché allora qualcuno viene a portarli via (Nancy Milford)

NAPOLEONE

1

Chiunque combatte contro la Patria è un figlio che vuole uccidere la madre (Napoleone)

2

Colui il quale teme di perdere la gloria, è sicuro che la perderà (Napoleone Buonaparte)

3

Dal sublime al ridicolo non c'è che un passo. (Napoleone Bonaparte)

4

Gli uomini generalmente non sono altro che fanciulli adulti (Napoleone)

5

I più forti non trattano, ma dettano le condizioni e sono obbediti (Napoleone)

6

Il genio delle grandi imprese e i grandi risultati consistono nell'arte di indovinare (Napoleone)

7

L'abilità non serve a molto senza l'opportunità. (Napoleone Bonaparte)

8

L'amore per il denaro è il più grave pericolo per la moralità (Napoleone Buonaparte)

9

L'immaginazione governa il mondo. (Napoleone Bonaparte)

10

L'istante che ci separa dall'oggetto che noi amiamo è terribile; esso ci distacca dal rimanente del mondo. (Napoleone Bonaparte)

11

L'unica persona che sia più saggia di uno qualsiasi è la massa. (Napoleone Bonaparte)

12

La fortuna è una donna; se voi la lasciate sfuggire oggi non crediate di ritrovarla domani. (Napoleone Bonaparte)

13

La morte può essere l'espiazione delle colpe, ma non può mai ripararle (Napoleone)

14

La pace generale è una chimera. (Napoleone)

15

La pallottola che mi ucciderà non è ancora stata forgiata. (Napoleone Bonaparte)

16

La vendetta non ha preveggenza. (Napoleone Bonaparte)

17

Le rivoluzioni sono paragonabili ai letami: i più ributtanti promuovono la crescita dei più bei vegetali. (Napoleone Bonaparte)

18

Non ci sono cattivi reggimenti, ma solo colonnelli incapaci (Napoleone Bonaparte)

19

Ogni soldato francese porta nella sua giberna il bastone di maresciallo di Francia. (attribuito a Napoleone Bonaparte)

20

Per gli stomaci vuoti non esistonoobbedienzatimore (Napoleone)

21

Quanti uomini superiori sono fanciulli parecchie volte al giorno (Napoleone)

22

So che bisogna dare a Dio ciò che è di Dio, ma il Papa non è Dio (Napoleone Bonaparte)

23

Su questa terra è possibile conoscere a fondo le anime e i sentimenti solo dopo le grandi prove. (Napoleone Bonaparte)

24

Un vero carattere riesce sempre a emergere nei grandi momenti (Napoleone)

NARDI

1

Ascolta la voce della tua coscienza, che ti dice di fare il bene e di evitare il male. Prima di agire, interroga questo giudice infallibile, che hai dentro di te. (G. Nardi)

2

Avvicinati pure tu alla fonte dei Santi Sacramenti e troverai l'acqua viva che ti disseterà abbondantemente. (G. Nardi)

3

Davanti alla bellezza del creato, effondi il tuo spirito in calde effusioni d'amore e canta a Dio l'inno di gloria e di riconoscenza. (G. Nardi)

4

Il pensiero della presenza di Dio ovunque abbilo sempre scolpito nella tua mente: sarà per te un freno potente nell'ora della tentazione ed un forte incoraggiamento a fare il bene. (G. Nardi)

5

Innalza spesso al Signore la tua mente, le tue lodi e le tue adorazioni! Trova slanci per queste elevazioni ovunque ed in ogni occasione. Tutto deve parlarti di Lui: il cielo, il mare, i fiori dei campi e le creature viventi sono opera Sua. (G. Nardi)

6

L'uomo è una fragile e debole creatura, eppure può dominare finanche sulle belve della foresta. La vera grandezza dell'uomo sta però nel dominarestesso. (G. Nardi)

7

La liturgia deve parlare al cuore di tutti i fedeli, ma, purtroppo, molti per ignoranza restano indifferenti ed inerti spettatori delle azioni liturgiche, che si svolgono sull'altare! Impara a gustare lo spirito della Chiesa e troverai una sorgente limpida e potente di elevazioni spirituali. (G. Nardi)

8

Ogni giorno non dimenticare di rivolgere alla Madonna la tua preghiera, invocala in ogni momento della tua vita ed abbi verso di lei una fiducia grande. (G. Nardi)

9

Ogni volta che vai a Messa, immaginati di salire tu pure con Gesù il Calvario e di essere spettatore della Passione e della Morte di Gesù Cristo. (G. Nardi)

10

Quando entri in Chiesa guarda subito ove si trova la lampada eucaristica. E' quello il segnale che in quell'altare, nel tabernacolo, si trova il Santissimo Sacramento. Dirigi là i tuoi passi, inginocchiati, e prega. Gesù vivo e vero, prigioniero d'amore, ti attende. (G. Nardi)

11

Quanto grande è la nostra miseria: il nostro corpo va soggetto a tutte le infermità, dolori e debolezze della vita; la nostra anima non riesce sempre ad avere slanci nel bene! Sono queste le conseguenze del peccato originale! Sii umile di cuore e sempre pronto a dominare le tue cattive inclinazioni. (G. Nardi)

12

Ricordati che il problema più importante che devi risolvere nella tua vita è quello di salvarti l'anima; solo salvandola, sarai eternamente felice. (G. Nardi)

13

Se sei o diventerai ricco col tuo lavoro, sappi che dovrai rendere conto al Signore anche del buon uso delle ricchezze; quindi sii generoso coi poveri e con le opere di bene, procurandoti seriamente di accumulare tesori non per la terra ma per il cielo. (G. Nardi)

14

Sii forte negli assalti delle tentazioni del demonio e rifugiati sotto la protezione del tuo Angelo Custode, che è sempre pronto ad aiutarti ed a guidarti. (G. Nardi)

15

Sii sempre impavidamente cristiano, pronto a santamente osare per il trionfo del tuo Signore e Re. Suscita in te questi sentimenti di fierezza cristiana pensando anche alla grande bontà di Dio verso di te. Quale merito avevi per essere chiamato alla vera fede? Se fossi nato in terra infedele, forse saresti ancora un povero pagano! (G. Nardi)

NASCE

1

Al posto dell'iniziativa creativa nasce la passività, la dipendenza e la sottomissione all'apparato burocratico che, come unico organo "disponente" e "decisionale"--se non addirittura "possessore"--della totalità dei beni e mezzi di produzione, mette tutti in una posizione di dipendenza quasi assoluta, che è simile alla tradizionale dipendenza dell'operaio-proletario dal capitalismo. (Giovanni Paolo II)

2

Bisogna vivere come si nasce. (Orazio)

3

Critici si nasce, artisti si diventa, pubblico si muore (Achille Bonito Oliva)

4

Da che cosa nasce la più spinta follia se non dalla più spinta saggezza? (Michel de Montaigne)

5

Dura è la povertà che nasce dalla ricchezza. (Publilio Siro)

6

Gli uomini eccellenti ritengono in ogni fortuna il medesimo animo e la loro medesima dignità; i deboli s'inebriano nella buona fortuna, attribuendo tutto il bene che hanno a quelle virtù che non conobbero mai: donde nasce che diventano insopportabili e odiosi a tutti coloro che hanno intorno (N. Machiavelli)

7

Il potere politico nasce dalla canna del fucile. (Mao Tse-tung)

8

L'amore nasce dal nulla e muore di tutto. (A. Karr)

9

L'amore è come la febbre. Nasce e si spegne senza che la volontà vi abbia la minima parte (Stendhal)

10

L'anima nasce vecchia, ma ringiovanisce. E' la commedia della vita. Il corpo nasce giovane e invecchia. E' la tragedia della vita. (Oscar Wilde)

11

L'uomo nasce per soffrire. (Giobbe)

12

La gelosia nasce con l'amore, ma non muore con lui. (F. de la Rochefoucauld)

13

La maggior parte di noi nasce con l'aiuto del medico e muore allo stesso modo. (George Bernard Shaw)

14

Niente è più dolce dell'amore; niente è più forte, più alto o più grande: niente, né in cielo né in terra, è più colmo di gioia, più completo o più buono: perché l'amore nasce da Dio e soltanto in Dio, al di sopra di tutte le cose create, può trovare riposo. (T. da Kempis)

15

Ogni bambino che nasce è il segno che Dio non è ancora stanco degli uomini. (Tagore)

16

Ogni uomo nasce gemello, colui che è e colui che crede di essere. (Martin Kessel)

17

Se la spina non ci punge quando nasce, è difficile che mai ci punga. (Michel de Montaigne)

18

Si nasce tutti pazzi. Alcuni lo restano. (Samuel Beckett)

19

Siamo tutti schiavi dello stesso destino; se uno nasce, deve morire. (Seneca)


Homolaicus - Aforismi e Citazioni
2010