HOMOLAICUS - AFORISMI E CITAZIONI - Indice

GIOCA GRATIS

PAROLE

Aforismi e citazioni

RIALZA

1

A volte l'uomo inciampa nella verità, ma nella maggior parte dei casi, si rialza e continua per la sua strada (W.Churchill)

2

Meglio essere in due che uno solo, perché due hanno un miglior compenso nella fatica. Infatti, se vengono a cadere, l'uno rialza l'altro. Guai invece a chi è solo: se cade, non ha nessuno che lo rialzi. Inoltre, se due dormono insieme, si possono riscaldare; ma uno solo come fa a riscaldarsi? Se uno aggredisce, in due gli possono resistere e una corda a tre capi non si rompe tanto presto. (Ecclesiaste)

3

Non è forte colui che non cade mai, ma colui che cadendo si rialza. (W. Goethe)

RIASSUNTO

1

Ogni riassunto di un buon libro è un riassunto sciocco. (Michel de Montaigne)

2

Si capisce al volo chi è un leader. Più del discorso, cura il riassunto per la stampa (Dino Basili)

RICAMBIO

1

Non credo alla vita ultraterrena ma per precauzione porto sempre con me della biancheria di ricambio (Woody Allen)

2

Non credo in una vita ultraterrena; comunque porto sempre con me la biancheria di ricambio (Woody Allen)

RICAVA

1

Ciascuna delle tre qualità, avarizia, pedanteria e ostinatezza, discende da fonti erotiche anali o per esprimerla più cautamente e più completamente - ricava forti contributi da quelle fonti. (S. Freud)

2

La sola differenza che c'è tra schiavo e animale è che gli animali obbediscono non indotti dalla ragione, ma dalle percosse; tuttavia l'utilità che si ricava sia dagli uni che dagli altri è poco diversa, perché tanto gli schiavi quanto gli animali domestici ci aiutano col corpo a soddisfare i nostri bisogni. (Aristotele)

RICCA

1

La gente ricca, in genere, ottiene anche quello che con il denaro non si può comprare. (Jacques Tati)

2

Se vuoi rendere ricca una persona, non devi aumentargli i beni, ma diminuirne i desideri. (Seneca)

3

Sei bella, Fabulla, lo sappiamo, e giovane, e questo è pure vero, e ricca: chi potrebbe negarlo? Ma quando tu ti lodi di soverchio, né ricca sei, né giovane, né bella. (Marziale)

RICCHEZZA

1

Bisogna avere l'appetito del povero per godere appieno la ricchezza del ricco (A.Rivarol)

2

Che senso ha la ricchezza, se non sai goderne? (Orazio)

3

Con la ricchezza crescono sia le preoccupazioni sia la voglia di averne di più (Orazio)

4

Della ricchezza gode soprattutto l'uomo che non ne sente affatto il bisogno. (Seneca)

5

Di là da certo segno, la ricchezza e la povertà hanno comune questa maledizione, che fanno dell'uomo uno schiavo (Arturo Graf)

6

Dura è la povertà che nasce dalla ricchezza. (Publilio Siro)

7

E' tanto difficile ai ricchi di acquistare saggezza, quanto ai saggi di acquistare ricchezza. (Epitetto)

8

E' una grande ricchezza la povertà regolata dalla legge di natura. (Seneca)

9

Fama e ricchezza senza l'intelligenza non sono possessi sicuri. (Democrito)

10

Il vero sviluppo non può consistere nella semplice accumulazione di ricchezza e nella maggiore disponibilità dei beni e servizi, se ciò si ottiene a prezzo del sottosviluppo delle moltitudini, e senza la dovuta considerazione per le dimensioni sociali, culturali e spirituali dell'essere umano. (Giovanni Paolo II)

11

L'esser contenti è una ricchezza naturale, il lusso è una povertà artificiale. (Socrate)

12

L'insonnia per la ricchezza logora il corpo, l'affanno per essa distoglie il sonno. (Siracide)

13

L'istruzione, come la ricchezza, può essere sorgente di bene e di male, a seconda delle intenzioni colle quali s'adopera: consacrata al progresso di tutti, è mezzo d'incivilimento e di libertà; rivolta all'utile proprio, diventa mezzo di tirannide e di corruttela (G. Mazzini).

14

La liberalità risiede meno nella ricchezza del dono che nella sua tempestività. (Jean de La Bruyère)

15

La ricchezza di un uomo sono le sue idee. (Voltaire)

16

La ricchezza può essere buon condimento nel banchetto della vita; ma tristo quel commensale cui essa sia tutt'insieme condimento e vivanda (Arturo Graf)

17

La ricchezza somiglia all'acqua di mare: quanto più se ne beve, tanto più si ha sete. (Arthur Schopenhauer)

18

La ricchezza è una buona serva ma è la peggiore delle amanti (Bacone)

19

La saggezza procura subito la ricchezza: la dà rendendola superflua. (Seneca)

20

Mi domandi quale sia la giusta misura della ricchezza? Primo avere il necessario, secondo quanto basta. (Seneca)

21

Non abbiamo il diritto di consumare felicità senza produrne, proprio come non abbiamo il diritto di consumare ricchezza senza guadagnare. (G. B. Shaw)

22

Non c'è ricchezza migliore della salute del corpo e non c'è contentezza al di sopra della gioia del cuore. (Siracide)

23

Non c'è ricchezza tranne la vita. (John Ruskin)

24

Non c'è vera ricchezza all'infuori dell'umano lavoro. (Percy Bysshe Shelley)

25

Non essere avidi è una ricchezza, non avere la smania di comprare è una rendita (Cicerone)

26

Pensa alla carestia nel tempo dell'abbondanza; alla povertà e all'indigenza nei giorni di ricchezza. (Siracide)

27

Per forza, ingegno, figura e valore, per nascita e ricchezza sono l'ultimo dei primi, il primo degli ultimi. (Orazio)

28

Per molti la ricchezza non ha segnato la fine delle loro miserie, ma solo un cambiamento. (Seneca)

29

Se uno sente il bisogno della ricchezza, teme di perderla; ma nessuno può godere di un bene che gli dà preoccupazione. (Seneca)

30

Un cuore è una ricchezza che non si vende e non si compra, ma si dona. (Gustave Flaubert)

31

Un povero è onorato per la sua scienza, un ricco è onorato per la sua ricchezza. (Siracide)

32

Una donna che deve scegliere tra la felicità in amore e la ricchezza sceglie ambedue. (Félicien Marceau)

33

Uno è solo, senza eredi, non ha un figlio, non un fratello. Eppure non smette mai di faticare, né il suo occhio è sazio di ricchezza: "Per chi mi affatico e mi privo dei beni?". Anche questo è vanità e un cattivo affannarsi. (Ecclesiaste)

RICCHEZZE

1

Chi costruisce la sua casa con ricchezze altrui è come chi ammucchia pietre per l'inverno. (Siracide)

2

Chi è cattivo con se stesso con chi si mostrerà buono? Non sa godere delle sue ricchezze. (Siracide)

3

Il buon nome vale più di grandi ricchezze; la stima, più che l'oro e l'argento. (Salomone)

4

Io non esalto il buon sonno dei poveri solo quando son sazio di capponi, e non cambio a parole le ricchezze degli arabi con una vita libera e tranquilla. (Orazio)

5

L'uomo dotto ha sempre con sé le sue ricchezze. (Fedro)

6

L'uso delle ricchezze è migliore del loro possesso. (Fernando de Rojas)

7

La fame delle ricchezze è più acuta quando se ne usa che quando esse mancano. (Michel de Montaigne)

8

La libertà consiste nell'essere padrone della propria vita e nel fare poco conto delle ricchezze (Platone)

9

La mediocrità è al sicuro; le grandi ricchezze sono esposte ai pericoli. (Fedro)

10

Le ricchezze accumulate in fretta diminuiscono, chi le raduna a poco a poco le accresce. (Salomone)

11

Le ricchezze moltiplicano gli amici, ma il povero è abbandonato anche dall'amico che ha. (Salomone)

12

Le ricchezze sono fatte per essere spese. (Francis Bacon)

13

Le ricchezze sono giustamente disprezzate dall'uomo saggio, perché uno scrigno ricco impedisce la lode genuina. (Fedro)

14

Le uniche ricchezze che avrai per sempre saranno quelle che hai donato. (Marziale)

15

Non confidare in ricchezze ingiuste, perché non ti gioveranno nel giorno della sventura. (Siracide)

16

Non confidare nelle tue ricchezze e non dire: "Questo mi basta".(Siracide)

17

Non vantarti delle ricchezze, se ne hai, e neppure delle potenti amicizie; il tuo vanto sia in Dio, che concede ogni cosa, ed ama dare se stesso, sopra ogni cosa. (T. da Kempis)

18

Più dolce di tutte le ricchezze della vita è l'amicizia. (S. Agostino)

19

Se sei o diventerai ricco col tuo lavoro, sappi che dovrai rendere conto al Signore anche del buon uso delle ricchezze; quindi sii generoso coi poveri e con le opere di bene, procurandoti seriamente di accumulare tesori non per la terra ma per il cielo. (G. Nardi)

20

Vanità è ricercare le ricchezze, destinate a finire, e porre in esse le nostre speranze. Vanità è pure ambire agli onori e montare in alta condizione. Vanità è seguire desideri carnali e aspirare a cose, per le quali si debba poi essere gravemente puniti. (T. da Kempis)

RICCHI

1

A questo mondo non si diventa ricchi per quello che si guadagna, ma per quello a cui si rinuncia (Henry Ward Beecher)

2

Che succede quando la forza detta la legge? La risposta è semplice: logicamente, i grandi attaccano i piccoli, i forti spogliano i deboli, la maggioranza maltratta la minoranza, i nobili disprezzano i plebei, i ricchi disdegnano i poveri, i giovani scherniscono i vecchi. (Mo-Tseu)

3

E' tanto difficile ai ricchi di acquistare saggezza, quanto ai saggi di acquistare ricchezza. (Epitetto)

4

I bei peccati, come le belle cose, sono privilegio dei ricchi. (O. Wilde)

5

I poveri si vantano delle loro spese, i ricchi delle loro economie (Abel Bonnard)

6

I responsabili della cosa pubblica, i cittadini dei Paesi ricchi personalmente considerati, specie se cristiani, hanno l'obbligo morale-- secondo il rispettivo grado di responsabilità--di tenere in considerazione, nelle decisioni personali e di governo, questo rapporto di universalità, questa interdipendenza che sussiste tra i loro comportamenti e la miseria e il sottosviluppo di tanti milioni di uomini. (Giovanni Paolo II)

7

L'esser ricchi non è sollievo, ma mutamento di bisogni. (Michel de Montaigne)

8

La speranza di diventare ricchi è una delle più diffuse cause di povertà. (Tacito)

9

Le leggi schiacciano i poveri e i ricchi governano le leggi. (Oliver Goldsmith)

10

Meglio sopportare la povertà e la miseria che la superbia e l'insolenza dei ricchi (Euripide)

11

Meglio vivere ricchi, che morire ricchi. (Samuel Johnson)

12

Non si può mai essere troppo magri o troppo ricchi. (Duchessa di Windsor)

13

Non è solo dei ricchi il piacere di vivere, e chi è nato e morto sconosciuto non per questo ha vissuto male. (Orazio)

14

Pecca di semplicismo chi considera felici gli uomini ricchi e potenti. Sono piuttosto infelicissimi e sciagurati, perché posseggono i beni del mondo e li adoperano per il vizio e l'iniquità. (Teodoreto)

15

Quando i ricchi si fanno la guerra, sono i poveri che muoiono (Jean-Paul Sartre)

16

Solo i difetti dei ricchi sembrano virtù. (William Shakespeare)

RICCI

1

Antipasti di 2000 anni fa - Meduse e uova. Mammelle di scrofa farcite con ricci di mare. Patina di cervella con latte e uova. Funghi bolliti con salsa pepata di pesce. Ricci di mare con salsa di spezie, miele, olio e uova. (Apicio)

2

E' la beltà, mia cara, / fuggevole scintilla: / e appunto ove più brilla / comincia a declinar. (Ricci).

RICCO

1

A un ricco faccia garanzia un ricco; a un povero chiunque può fare garanzia. (Dalle leggi delle XII tavole)

2

Anche il povero ha una precisa funzione nella vita sociale: permettere al ricco l'esercizio della generosità. (Jean Paul Sartre)

3

Bisogna avere l'appetito del povero per godere appieno la ricchezza del ricco (A.Rivarol)

4

Chi si adatta bene alla povertà è ricco. (Seneca)

5

Difficilmente un ricco entrerà nel regno dei cieli. Ve lo ripeto: è più facile che un cammello passi per la cruna di un ago, che un ricco entri nel regno dei cieli. (Gesù)

6

Dolce è il sonno del lavoratore, poco o molto che mangi; ma la sazietà del ricco non lo lascia dormire. (Ecclesiaste)

7

Il denaro fa l'uomo ricco, l'educazione lo fa signore. (Proverbio)

8

Il piacere di un ricco che fa testamento non è di pensare a coloro che arricchirà, ma a coloro che deluderà (A.Bonnard)

9

Il più ricco fra gli uomini è l'economo, il più povero è l'avaro (Chamfort)

10

L'infelicità di ciascun uomo è assolutamente eguale a quella di ciascun altro, in qualunque condizione o situazione si trovi questo o quello. E perciò, esattamente parlando, tanto gode e tanto pena il povero, il vecchio, il debole, il brutto, l'ignorante, quanto il ricco, il giovane, il forte, il bello, il dotto: perché ciascuno nel suo stato si fabbrica i suoi beni e i suoi mali (G. Leopardi).

11

L'uomo più ricco è quello i cui piaceri sono più a buon mercato (Henry David Thoreau)

12

La condizione umile è in abominio al superbo, così il povero è in abominio al ricco. (Siracide)

13

Le ricchezze sono giustamente disprezzate dall'uomo saggio, perché uno scrigno ricco impedisce la lode genuina. (Fedro)

14

Meglio un povero di aspetto sano e forte che un ricco malato nel suo corpo. (Siracide)

15

Nella carità il povero è ricco, senza la carità il ricco è povero (Sant'Agostino)

16

Non ti fidare, ragazzo mio, di quelli che promettono di farti ricco dalla mattina alla sera. Per il solito, o sono matti o imbroglioni! (Carlo Collodi)

17

Se il ricco vacilla, è sostenuto dagli amici; se il povero cade, anche dagli amici è respinto. (Siracide)

18

Se qualcuno cava un occhio al figlio di un ricco, si caverà il suo occhio. (Hammurabi)

19

Se sei o diventerai ricco col tuo lavoro, sappi che dovrai rendere conto al Signore anche del buon uso delle ricchezze; quindi sii generoso coi poveri e con le opere di bene, procurandoti seriamente di accumulare tesori non per la terra ma per il cielo. (G. Nardi)

20

Se vivrai secondo natura, non sarai mai povero; se vivrai secondo le opinioni, non sarai mai ricco. (Seneca)

21

Un cretino povero è un cretino, un cretino ricco è un ricco (Paul Lafitte)

22

Un idiota povero è un idiota, un idiota ricco è un ricco. (Paul Laffitte)

23

Un povero è onorato per la sua scienza, un ricco è onorato per la sua ricchezza. (Siracide)

24

Un sorriso non costa nulla, ma vale molto. Arricchisce chi lo riceve e chi lo dona. Non dura che un istante, ma il suo valore è talora eterno. Nessuno è tanto ricco da poterne fare a meno, e nessuno è talmente povero da non poterlo dare. In casa porta felicità, nella fatica infonde coraggio. (P. Faber)

25

Uno squilibrio fra il ricco ed il povero e' il più vecchio e mortale alimento per tutte le repubbliche. (Plutarco)

RICERCA

1

Ciò che è, già è stato; ciò che sarà, già è; Dio ricerca ciò che è già passato. Ma ho anche notato che sotto il sole al posto del diritto c'è l'iniquità e al posto della giustizia c'è l'empietà. (Ecclesiaste)

2

Io prendo delle decisioni, forse non sono perfette, ma è meglio prendere decisioni imperfette che essere alla continua ricerca di decisioni perfette che non si troveranno mai. (Charles De Gaulle)

3

L'arte non è lo studio della realtà positiva, ma la ricerca della verità ideale. (George Sand)

4

La mente non è un vaso da riempire ma un legno da far ardere perché s'infuochi il gusto della ricerca e l'amore della verità . (Plutarco)

5

La pura ricerca è quando mi metto a fare quello che non so fare (Werner von Braun)

6

Lo scopo della vita, se ne ha uno, consiste semplicemente nella ricerca continua delle tentazioni. (Oscar Wilde)

7

Un uomo non è vecchio finché è alla ricerca di qualcosa. (Jean Rostand)

8

Una vita senza ricerca non e' degna di essere vissuta. (Socrate)

RICERCHE

1

La cassaforte è un apparecchio che risparmia ai ladri noiose ricerche (C. Torquet)

2

Non c'è nessuna meta per le nostre ricerche; la nostra meta è nell'altro mondo. (Michel de Montaigne)

RICETTA

1

Il peccatore somiglia ad un deserto che nulla produce e ricetta solo insetti nocivi o animali selvaggi. Comtutto squallido dove manca Iddio! Quale arsura ove non cade la rugiada celeste! Quale sterilità ove il sole non feconda! (S. Tommaso da Villanova).

2

Signora, vostro marito ha bisogno di riposo. Vi ho fatto la ricetta di un tranquillante. Dovete prenderne quattro compresse al giorno. (George Bernard Shaw)

RICEVE

1

Chi dona al povero riceve da Dio. (L. Guanella)

2

Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete; bussate e vi sarà aperto; perché chiunque chiede riceve, e chi cerca trova e a chi bussa sarà aperto. (Gesù)

3

L'elemosina avvilisce tanto chi la riceve quanto chi la fa. (Anatole France)

4

Le ingiurie sono molto umilianti per chi le dice, quando non riescono ad umiliare chi le riceve. (A.Karr)

5

Radice d'ogni male è la cupidigia: essa commette i sacrilegi e i furti, compie le rapine e le prede, cagiona le guerre e gli omicidi, chiede e riceve iniquamente, ingiustamente negozia, dà o riceve ad usura, presiede alle frodi, scioglie il patto, viola il giuramento, corrompe la testimonianza, perverte il giudizio (S. Innocenzo).

6

Un sorriso non costa nulla, ma vale molto. Arricchisce chi lo riceve e chi lo dona. Non dura che un istante, ma il suo valore è talora eterno. Nessuno è tanto ricco da poterne fare a meno, e nessuno è talmente povero da non poterlo dare. In casa porta felicità, nella fatica infonde coraggio. (P. Faber)

RICEVERE

1

Il dono di uno stolto non ti gioverà, perché i suoi occhi bramano ricevere più di quanto ha dato. (Siracide)

2

La nostra mente si trova facile a ricevere impressioni della falsità per apparenze molto frivole. (Michel de Montaigne)

3

Nella maggioranza degli uomini la gratitudine è solo un desiderio velato di ricevere benefici maggiori. (François de La Rochefoucauld)

4

Nessuno ardisca dare o ricevere qualcosa senza il permesso dell'abate, né avere alcunché di proprio, assolutamente nulla, dato che i monaci non sono ormai più padroni né del loro corpo né della loro volontà. (Regola di S. Benedetto)

5

Perché, Pontiliano, non ti mando i miei libri? Per non ricevere in cambio i tuoi! (Marziale)

6

Tra i popoli libici tua moglie è infamata, o Gallo, gravemente di un'avidità senza misura. Ma sono pure e semplici calunnie: essa non suol ricevere alcuna cosa. Che cosa dunque suol fare? Dare, darestessa. (Marziale)

7

È più beata cosa il donare che il ricevere. (M. de' Porres)

RICEVI

1

Non rattristarti se non ricevi il favore degli uomini; quello che ti deve pesare, invece, è la constatazione di non essere del tutto e sicuramente nella via del bene, come si converrebbe a un servo di Dio. (T. da Kempis)

2

Tu non sei maggiormente santo se ricevi delle lodi, né maggiormente cattivo se ricevi dei rimproveri; sei quello che sei, e non puoi essere ritenuto più grande di quanto tu non sia agli occhi di Dio. (T. da Kempis)

RICEVONO

1

Cultura è quella cosa che i più ricevono, molti trasmettono e pochi hanno (Karl Kraus)

2

Le anime generose ricevono più offesa dall'essere adulate che ingiurate; sì perché si dolgono dell'offesa che fa l'adulatore al vero e agli uomini degni di lode e alla propria dignità. (N. Tommaseo)

3

Le leggi ricevono la loro autorità dal possesso e dall'uso. (Michel de Montaigne)

4

Le parti che in me stimo di più, ricevono più onore dall'accusarmi che dal lodarmi. (Michel de Montaigne)

RICHARD

1

L'insopportabile fatica di non far niente. (Sir Richard Steele)

2

Un giornale dovrebbe contenere il massimo d'informazione e il minimo possibile di commenti. (Richard Cobden)

RICHARDSON

1

La cosa più importante in un discorso sono le pause. (R. Richardson)

2

La nascita di un bambino porta gioia nella casa: avrebbero potuto essere gemelli (Frank Richardson)

RICHELIEU

1

Bisogna ascoltare molto e parlare poco per governare bene uno stato. (Cardinale Richelieu)

2

Saper dissimulare è la scienza dei re. (Cardinale Richelieu)

RICHIESTA

1

Grande è la fedeltà della donna soprattutto quando non è richiesta. (Sören Kierkegaard)

2

Saper rifiutare con gentilezza una richiesta è già un mezzo favore (Publilio Siro)

RICOMPENSA

1

Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli. (Gesù)

2

Bisogna vivere per diritto e per autorità, non per ricompensa né per grazia. (Michel de Montaigne)

3

I vizi ti allettano con una ricompensa: al servizio della virtù devi vivere gratuitamente. (Seneca)

4

L'uomo perfetto non cerca soltanto di astenersi dal male. E neanche di fare il bene per timore del castigo. Né di avere un buon comportamento per la speranza della ricompensa promessa. L'uomo perfetto fa il bene per amore. (Clemente Alessandrino)

5

Nessuno è peggiore di chi tormenta se stesso; questa è la ricompensa della sua malizia. (Siracide)

6

Per quanto i beneficati vi divengano nemici, è certo che essi non giungeranno mai a portarvi via la più grande ricompensa concessa quaggiù all'uomo benefico, la quale consiste nella santa compiacenza di aver compiuta una nobile azione (F. G. Bortolotti).

7

Se sarai costante nella fede e fervoroso nelle opere, Dio, senza dubbio, sarà giusto e generoso nella ricompensa. (T. da Kempis)

8

Solo i poeti riescono a farsi pagare i propri sogni; il resto dell'umanità sogna senza ricompensa. (Hans Hermann Kersten)

RICONOSCE

1

L'esperto lo si riconosce dal fatto che contraddice il dilettante anche quando quest'ultimo ha ragione. (Theo Herbst)

2

La scostumatezza di una donna è nell'eccitazione degli sguardi, si riconosce dalle sue occhiate. (Siracide)

3

Oggi, forse più che in passato, si riconosce con maggior chiarezza l'intrinseca contraddizione di uno sviluppo limitato soltanto al lato economico. Esso subordina facilmente la persona umana e le sue necessità più profonde alle esigenze della pianificazione economica o del profitto esclusivo. (Giovanni Paolo II)

4

Un animo forte e grande si riconosce dal disprezzo delle cose esteriori. (Cicerone)

5

Uno sviluppo soltanto economico non è in grado di liberare l'uomo, anzi, al contrario, finisce con l'asservirlo ancora di più. Uno sviluppo, che non comprenda le dimensioni culturali, trascendenti e religiose dell'uomo e della società nella misura in cui non riconosce l'esistenza di tali dimensioni e non orienta ad esse i propri traguardi e priorità, ancor meno contribuisce alla vera liberazione. (Giovanni Paolo II)

RICONOSCENZA

1

Davanti alla bellezza del creato, effondi il tuo spirito in calde effusioni d'amore e canta a Dio l'inno di gloria e di riconoscenza. (G. Nardi)

2

Qualunque ora lieta ti concedano gli dei, prendila con riconoscenza, non rimandarne di anno in anno le gioie, e si possa dire che in ogni situazione sei vissuto volentieri. (Orazio)

RICONOSCERE

1

L'amico non si può riconoscere nella prosperità, ma nell'avversità il nemico non si nasconderà. (Siracide)

2

L'esperienza è quella cosa meravigliosa che ti rende capace di riconoscere un errore quando tu lo commetti di nuovo (Franklin P. Jones)

3

L'ultimo passo della ragione, è il riconoscere che ci sono un'infinità di cose che la sorpassano (Blaise Pascal)

4

Si possono riconoscere gli ideali di una nazione dalla sua pubblicità. (Norman Douglas)

RICONOSCI

1

Nulla di ciò che è buono devi ascrivere a te; nessuna capacità, devi attribuire ad un mortale. Riconosci, invece, che tutto è di Dio, senza del quale nulla ha l'uomo. (T. da Kempis)

2

Riconosci, o cristiano, la tua dignità, e dopo d'esser diventato partecipe della natura divina, non ricadere nella bassezza della tua prima condizione! (S. Leone Magno)

RICONOSCIUTA

1

E' una verità universalmente riconosciuta che uno scapolo in possesso di una discreta fortuna ha bisogno d'una moglie (Jane Austen)

2

Va riconosciuta pari dignità ad ogni creatura. (B. Las Casas)

RICONOSCO

1

Dovunque il guardo io giro, / immenso Dio ti vedo; / nell'opre tue t'ammiro, / ti riconosco in me. / La terra, il mar, le sfere parlan del tuo potere: / tu sei per tutto e noi / tutti viviamo in te (P. Metastasio).

2

Il saggio in ogni cosa guarda al proposito, non all'esito; cominciare dipende da noi, del risultato, invece, decide la sorte e io non le riconosco il diritto di giudicarmi. (Seneca)

RICORDA

1

Chi non ha bisogni propri, difficilmente si ricorda di quelli degli altri. (Mateo Alemàn)

2

Chi non ricorda il passato è condannato a ripeterlo. (George Santayana)

3

Chi è più infelice dell'uomo che dimentica i benefici e ricorda i torti? (Seneca)

4

Ricorda sempre quali vantaggi hai conseguito; e quando guarderai quante persone di stanno davanti, pensa a quante ti stanno dietro. (Seneca)

5

Un diplomatico è un uomo che si ricorda sempre del compleanno di una donna ma non si ricorda mai della sua età. (Robert Lee Frost)

RICORDARE

1

L'anima si sbigottisce a ricordare. (Virgilio)

2

Quelli che non riescono a ricordare il passato sono condannati a ripeterlo (George Santayana)

RICORDATE

1

Ricordate ,o sovrani, che la vostra autorità si esercita sul corpo dei vostri sudditi e che i re non hanno potere sui cuori. Ricordate che, se opprimete gli uomini in ciò che possiedono, non ne dominerete mai lo spirito. (Ardashir)

RICORDATI

1

In tutte le tue opere ricordati della tua fine e non cadrai mai nel peccato. (Siracide)

2

Non compiacerti del benessere degli empi, ricòrdati che non giungeranno agli inferi impuniti. (Siracide)

3

Non gioire per la morte di qualcuno; ricòrdati che tutti moriremo. (Siracide)

4

Non insultare un uomo convertito dal peccato, ricòrdati che siamo tutti degni di pena. (Siracide)

5

Non unirti alla moltitudine dei peccatori, ricòrdati che la collera divina non tarderà. (Siracide)

6

Ricordati che con Dio non si scherza. (S. Pio da Pietrelcina)

7

Ricordati che il problema più importante che devi risolvere nella tua vita è quello di salvarti l'anima; solo salvandola, sarai eternamente felice. (G. Nardi)

8

Ricordati di spogliare gli avvenimenti dal tumulto che li accompagna e di considerarli nella loro essenza: capirai che in essi non c'è niente di terribile se non la nostra paura. (Seneca)

9

Sappi che il dolore, quando dura, è sopportabile e, quando è forte, è di breve durata; e ricordati che il saggio è felice anche tra i tormenti. (Epicuro)

RICORDERÀ

1

Chi si ricorderà di te, dopo che sarai scomparso, e chi pregherà per te? Fai, o mio caro, fai ora tutto quello che sei in grado di fare, perché non conosci il giorno della tua morte; né sai che cosa sarà di te dopo. (T. da Kempis)

2

Se aiuti qualcuno che è nei guai, si ricorderà di te. La prossima volta che è nei guai. (H. V. Prochnow)

RICORDI

1

E' facile scrivere i propri ricordi quando si ha una cattiva memoria (Arthur Schnitzler)

2

Se tu non ti ricordi la più piccola follia a cui ti ha condotto l'amore, tu non hai amato. (William Shakespeare)

RICORDO

1

Allora ho pensato: "Anche a me toccherà la sorte dello stolto! Allora perché ho cercato d'esser saggio? Dov'è il vantaggio?". E ho concluso: "Anche questo è vanità". Infatti, né del saggiodello stolto resterà un ricordo duraturo e nei giorni futuri tutto sarà dimenticato. Allo stesso modo muoiono il saggio e lo stolto. (Ecclesiaste)

2

Il ricordo della felicità non è più felicità; il ricordo del dolore è ancora dolore. (Byron)

3

L'oblio delle offese è segno di sincero pentimento. Chi ne conserva il ricordo crede d'essere pentito, ma è simile a chi corre ... solo in sogno. (Giovanni Climaco)

4

La vita dei morti è posta nel ricordo dei vivi. (Cicerone)

5

Mi basta un solo bicchierino per ubriacarmi. Il problema è che non mi ricordo se è il trentesimo o il quarantesimo (George Burns)

RICORRI

1

Se il veleno dell'orgoglio ti gonfia, ricorri all'Eucarestia; e il Pane sotto le cui apparenze si è annichilato il tuo Signore, t'insegnerà l'umiltà. (S. Cirillo)

2

Se ti rattrista il vento gelido dell'invidia, ricorri al Pane degli Angeli, e nel tuo cuore spunterà rigogliosa la carità. (S. Cirillo)

RICOSTRUZIONE

1

L'educazione è la continua riorganizzazione o ricostruzione dell'esperienza. (John Dewey)

2

La formazione di idee deliranti, che noi consideriamo un prodotto patologico, in realtà è uno sforzo verso la guarigione, un processo di ricostruzione. (S. Freud)


Homolaicus - Aforismi e Citazioni
2010