HOMOLAICUS - AFORISMI E CITAZIONI - Indice

GIOCA GRATIS

PAROLE

Aforismi e citazioni

TACERE

1

Chi non sa tacere non sa parlare. (Pittaco)

2

Insegna a tuo figlio a tacere: a parlare imparerà da solo (Benjamin Franklin)

3

L'uomo interiore, prima di occuparsi di altre cose, guarda dentro di sé; e, intento diligentemente a se stesso, è portato a tacere degli altri. Solamente se starai zitto sugli altri, guardando specialmente a te stesso, giungerai a una vera e devota interiorità. (T. da Kempis)

4

Lo stolto non sa tacere. (Chaucer)

5

O Elio, nei tribunali non senza un guadagno tu sempre schiamazzi e dai sulla voce agli avvocati: gratis non lo fai, ti pagano, infine, per farti tacere. (Marziale)

6

Perché ci possiamo mantenere in una più grande umiltà, è sovente assai utile che altri conosca i nostri difetti, e che ce li rimproveri. Quando uno si umilia per i propri difetti facilmente fa tacere gli altri, e acquieta senza difficoltà coloro che si sono adirati contro di lui. (T. da Kempis)

7

Se tu saprai tacere e sopportare, constaterai senza dubbio l'aiuto del Signore. E' lui che conosce il tempo e il modo di sollevarti; a lui perciò devi rimetterti: a lui che può soccorrerci e liberarci da ogni smarrimento. (T. da Kempis)

8

Tacere del tutto è più facile che evitare le intemperanze del discorrere, come è più facile stare chiuso in casa che sapersi convenientemente controllare fuori casa. Perciò colui che vuole giungere alla spiritualità interiore, deve, insieme con Gesù, ritirarsi dalla gente. (T. da Kempis)

TACITO

1

Anche i saggi la brama di gloria è l'ultima passione di cui si spogliano (Tacito)

2

Dove fanno il deserto lo chiamano pace. (Tacito)

3

I traditori sono odiosi anche a quelli che favoriscono (Tacito)

4

Il desiderio di gloria è l'ultima aspirazione di cui riescono a liberarsi anche gli uomini più saggi. (Tacito)

5

Il valore non serve a nulla, la sorte domina su tutto, e i più coraggiosi spesso cadono per mano dei codardi. (Tacito)

6

L'eloquenza è come la fiamma: ci vuole la materia per accenderla, il moto per attizzarla, e mentre brucia, illumina. (Tacito)

7

La fama non sempre sbaglia: sa anche scegliere bene, qualche volta (Tacito)

8

La felicità rende l'uomo pigro (Tacito)

9

La speranza di diventare ricchi è una delle più diffuse cause di povertà. (Tacito)

10

Più uno Stato è corrotto, più fa leggi. (Tacito)

11

Quelli che si lamentano di più sono quelli che soffrono di meno. (Tacito)

12

Tutte le cose che ora si credono antichissime furono nuove (Publio Cornelio Tacito)

TAGLI

1

Non puoi restare sposato in una situazione in cui hai paura di addormentarti per l'eventualità che tua moglie ti tagli la gola. (Mike Tyson)

2

Se una donna non vuol mettersi il velo, si tagli anche i capelli! Ma se è vergogna per una donna tagliarsi i capelli o radersi, allora si copra. L'uomo non deve coprirsi il capo, poiché egli è immagine e gloria di Dio; la donna invece è gloria dell'uomo. (S. Paolo)

TAGLIARE

1

Il compromesso è l'arte di tagliare una torta in modo tale che ciascuno creda di avere avuto la fetta più grossa. (Jan Peerce)

2

Se un medico cura per una piaga un uomo libero e il paziente muore, al medico si faranno tagliare le mani. (Hammurabi)

TAGLIO

1

Chi falsifica i pesi, le misure o i sigilli, o fa scritture false, o altera atti pubblici, è condannato al taglio della mano. (Antica legge egiziana)

2

La ragione e il torto non si dividono mai con un taglio così netto che ogni parte abbia soltanto dell'uno e del l'altra (Alessandro Manzoni)

TAGORE

1

La vita non è che la continua meraviglia di esistere ! (Tagore)

2

Ogni bambino che nasce è il segno che Dio non è ancora stanco degli uomini. (Tagore)

TALE

1

Certe persone mentono in modo tale che non si può credere nemmeno il contrario di quanto affermano. (Franz Fischer)

2

Il compromesso è l'arte di tagliare una torta in modo tale che ciascuno creda di avere avuto la fetta più grossa. (Jan Peerce)

3

Il linguaggio è lo specchio dell'anima: qual è la vita, tale il parlare. (Socrate)

4

Il male non consiste nell'"avere" in quanto tale, ma nel possedere in modo irrispettoso della qualità e dell'ordinata gerarchia dei beni che si hanno. Qualità e gerarchia che scaturiscono dalla subordinazione dei beni e dalla loro disponibilità all'"essere" dell'uomo ed alla sua vera vocazione. (Giovanni Paolo II)

5

Io amo la vita e la coltivo tale e quale è piaciuto a Dio di concedercela. (Michel de Montaigne)

6

L'avere oggetti e beni non perfeziona di per sé il soggetto umano, se non contribuisce alla maturazione e all'arricchimento del suo "essere", cioè alla realizzazione della vocazione umana in quanto tale. (Giovanni Paolo II)

7

L'uomo non può rinunciare a se stesso, né al posto che gli spetta nel mondo visibile; non può diventare schiavo delle cose, schiavo dei sistemi economici, schiavo della produzione, schiavo dei suoi propri prodotti. Una civiltà dal profilo puramente materialistico condanna l'uomo a tale schiavitù, pur se talvolta, indubbiamente, ciò avvenga contro le intenzioni e le premesse stesse dei suoi pionieri. (Giovanni Paolo II)

8

La prima regola è stata di non accettare una cosa per vera finché non la riconoscessi per tale senza neppure un dubbio. (René Descartes)

9

Meglio ascoltare il rimprovero del saggio che ascoltare il canto degli stolti: perché com'è il crepitio dei pruni sotto la pentola, tale è il riso degli stolti. (Ecclesiaste)

10

Non c'è nulla che sia buono o cattivo in se stesso, ma è il nostro pensiero che lo rende tale. (William Shakespeare)

11

Non domandare: "Come mai i tempi antichi erano migliori del presente?", poiché una tale domanda non è ispirata da saggezza. (Ecclesiaste)

12

Non è contento colui che è creduto tale, ma chi lo crede di sé. (Michel de Montaigne)

13

Nuvole e vento, ma senza pioggia, tale è l'uomo che si vanta di regali che non fa. (Salomone)

14

Purtroppo, degli altri spesso pensiamo e parliamo più facilmente male che bene: tale è la nostra miseria. Quelli che vogliono essere perfetti non credono scioccamente all'ultimo che parla, giacché conoscono la debolezza umana, portata alla malevolenza e troppo facile a blaterare. (T. da Kempis)

15

Rivolgi gli occhi a te stesso e stai attento a non giudicare quel che fanno gli altri. In tale giudizio si lavora senza frutto; frequentemente ci si sbaglia e facilmente si cade in peccato. Invece, nel giudizio e nel vaglio di se stessi, si opera sempre fruttuosamente. (T. da Kempis)

16

Se avrò avuto il dono della profezia e conosciuto tutti i misteri e tutte le scienze: e se avrò avuto tale fede da far muovere le montagne, e mi sarà mancato la carità, io sono nulla. (S. Paolo)

17

Se è vero che un tale progresso resta ancora troppo spesso privilegio dei paesi industrializzati, non si può negare tuttavia che la prospettiva di farne beneficiare tutti i popoli e tutti i paesi non sarà più a lungo un'utopia, quando vi sia una reale volontà politica a questo fine. (Giovanni Paolo II)

18

Tale che non è riuscito ad esser genio, si rassegna a fare il santo. (Ugo Bernasconi)

19

Un anello d'oro al naso d'un porco, tale è la donna bella ma priva di senno. (Salomone)

20

Un tale, essendosi rotto un braccio, alzò l'altro al collo: e invece di piangere quello che aveva perduto, si consolò di quello che gli era rimasto (C. Cantù).

21

Una pernice da richiamo in gabbia, tale il cuore del superbo; come una spia egli attende la tua caduta. (Siracide)

TALENTO

1

Gli uomini con talento trovano delle soluzioni, i geni scoprono dei problemi. (Hans Krailsheimer)

2

L'errore di una forte personalità artistica, è quasi sempre più istruttivo dei successi di un talento irrilevante. (Emilio Cecchi)

3

Un best-seller è la tomba dorata d'un talento mediocre. (Logan Pearsall Smith)

4

Voler pensare è una cosa; aver talento per pensare è un'altra (L. Wittgenstein)

TALETE

1

La speranza è il solo bene che è comune a tutti gli uomini, e anche coloro che non hanno più nulla la possiedono ancora. (Talete)

2

Molte parole non sono mai indizio di molta sapienza. (Talete)

TALI

1

L'onore che rendiamo alla memoria dei nostri morti, l'amore così puro che sentiamo ancora per loro, parte dalle fibre più sensibili del nostro cuore, e nessun popolo, in nessuna delle epoche conosciute, si mostrò mai indifferente a tali sentimenti (M D'Azeglio).

2

Le cose non sono sempre tali quali si mostrano; il loro primo aspetto inganna molti; poche menti scoprono ciò che l'industria nasconde nell'intimo di esse. (Fedro)

3

Uno sviluppo soltanto economico non è in grado di liberare l'uomo, anzi, al contrario, finisce con l'asservirlo ancora di più. Uno sviluppo, che non comprenda le dimensioni culturali, trascendenti e religiose dell'uomo e della società nella misura in cui non riconosce l'esistenza di tali dimensioni e non orienta ad esse i propri traguardi e priorità, ancor meno contribuisce alla vera liberazione. (Giovanni Paolo II)

TALMENTE

1

Certe donne amano talmente il loro marito che per non sciuparlo, prendono quello delle loro amiche. (Alexandre figlio Dumas)

2

L'adempimento del dovere è talmente necessario al nostro bene, che persino i dolori e la morte, che sembrano essere il più immediato nostro danno, si cangiano in voluttà per la mente dell'uomo generoso che patisce e muore coll'intenzione di giovare al prossimo. (S. Pellico)

3

Un sorriso non costa nulla, ma vale molto. Arricchisce chi lo riceve e chi lo dona. Non dura che un istante, ma il suo valore è talora eterno. Nessuno è tanto ricco da poterne fare a meno, e nessuno è talmente povero da non poterlo dare. In casa porta felicità, nella fatica infonde coraggio. (P. Faber)

TALMUD

1

Basta che esista un solo giusto perché il mondo meriti di essere stato creato (Talmud)

2

La gola ha ucciso più uomini che la fame. (Talmud)

TALORA

1

L'oro ascoso che giova? E' inutil peso, che sempre aggrava e che talora offende (Clasio).

2

La scienza non esclude gli errori; anzi, talora sono proprio questi a portare alla verità (Giueles Verne)

3

Un sorriso non costa nulla, ma vale molto. Arricchisce chi lo riceve e chi lo dona. Non dura che un istante, ma il suo valore è talora eterno. Nessuno è tanto ricco da poterne fare a meno, e nessuno è talmente povero da non poterlo dare. In casa porta felicità, nella fatica infonde coraggio. (P. Faber)

TALVOLTA

1

Bisogna porsi al livello di quelli con cui vi trovate, talvolta affettare l'ignoranza. (Michel de Montaigne)

2

Buttare via un po' di soldi al momento opportuno produce talvolta grandi guadagni (Terenzio)

3

E' bene per noi che incontriamo talvolta difficoltà e contrarietà; queste, infatti, richiamano l'uomo a se stesso, nel profondo, fino a che comprenda che quaggiù egli è in esilio e che la sua speranza non va riposta in alcuna cosa di questo mondo. (T. da Kempis)

4

Il male è talvolta un bene per l'uomo. (Michel de Montaigne)

5

L'allegrezza clamorosa, figlia talvolta dello stravizio, talvolta di una immaginazione irregolare, per lo più di una sensibilità ottusa e piccolezza di spirito, trova pascolo nella goffa derisione degli astanti e nella rappresentazione di atti sguaiati, plebei, villani, (M. Gioia)

6

L'approvazione degli altri è uno stimolante del quale talvolta è bene diffidare. (Cézanne)

7

L'aspettazione del piacere è talvolta più tormentosa della paura (Niccolò Tommaseo)

8

L'uomo non può rinunciare a se stesso, né al posto che gli spetta nel mondo visibile; non può diventare schiavo delle cose, schiavo dei sistemi economici, schiavo della produzione, schiavo dei suoi propri prodotti. Una civiltà dal profilo puramente materialistico condanna l'uomo a tale schiavitù, pur se talvolta, indubbiamente, ciò avvenga contro le intenzioni e le premesse stesse dei suoi pionieri. (Giovanni Paolo II)

9

La coscienza di un uomo talvolta suole avvertire meglio di sette sentinelle collocate in alto per spiare. (Siracide)

10

Le domande non sono mai indiscrete. Le risposte, talvolta, lo sono (Oscar Wilde)

11

Noi non amiamo le qualità, ma le persone, talvolta a causa dei lori difetti come delle loro qualità. (Jacques Maritain)

12

Solo le domande non sono mai indiscrete. Le risposte, talvolta, lo sono. (O. Wilde)

13

Talvolta anche vivere è un atto di coraggio. (Seneca)

14

Talvolta uno paga di più le cose che ha avuto gratis (Albert Einstein)

TANTE

1

Fausto, non so quel che tu scriva a tante giovani donne: però posso dire quello che nessuna scrive a te. (Marziale)

2

L'importante non è avere tante idee, ma viverne una (Ugo Bernasconi)

3

Lo scapolo è colui il quale, per non fare infelice una sola donna, sceglie di renderne tante felici. (Gardel)

4

Ma troverò mai il tempo per non leggere tante cose? (Karl Kraus)

5

Non fare attenzione a tutte le dicerie che si fanno, per non sentir che il tuo servo ha detto male di te, perché il tuo cuore sa che anche tu hai detto tante volte male degli altri. (Ecclesiaste)

6

Non si dicono mai tante bugie quante se ne dicono prima delle elezioni, durante una guerra e dopo la caccia. (Otto von Bismarck)

7

Non è cosa da poco dover governare gli altri, dato che già a governare noi stessi si presentano tante difficoltà. (Michel de Montaigne)

8

Per me è veramente necessario saper soffrire, giacché in questo mondo accadono tante avversità. Invero, comunque io abbia disposto per la mia tranquillità, la mia vita non può essere esente dalla lotta e dal dolore. (T. da Kempis)

9

Quanti sono gli esperti, tante sono le opinioni. (Franklin Delano Roosevelt)

10

Sono tante le meraviglie, ma nessuna è più meravigliosa dell'uomo. (Sofocle)

TANTI

1

I responsabili della cosa pubblica, i cittadini dei Paesi ricchi personalmente considerati, specie se cristiani, hanno l'obbligo morale-- secondo il rispettivo grado di responsabilità--di tenere in considerazione, nelle decisioni personali e di governo, questo rapporto di universalità, questa interdipendenza che sussiste tra i loro comportamenti e la miseria e il sottosviluppo di tanti milioni di uomini. (Giovanni Paolo II)

2

Non leggo mai un libro prima di recensirlo: ispira così tanti pregiudizi. (Sydney Smith)

3

Può ben dire la sua un leone, quando a dir la loro c'è tanti asini in giro. (William Shakespeare)

4

Un miliardario spesso non è che un povero uomo con tanti soldi. (Aristotele Onassis)

TANTO

1

All'avaro manca tanto quello che ha quanto quello che non ha (Publilio Siro)

2

Avviene che alcuni sono al riparo da grandi tentazioni, ma sono spesso sconfitti nelle piccole tentazioni di ogni giorno; e così, umiliati per essere caduti in cose tanto da poco, non ripongono più fiducia in se stessi, nelle cose più grandi. (T. da Kempis)

3

Bisogna dire la verità, almeno qualche volta, tanto per essere creduti il giorno in cui mentiremo. (J. Renard)

4

C'è gran vantaggio a non essere tanto saggio. (Michel de Montaigne)

5

Che c'è di tanto ridicolo quanto cercare la morte, se proprio per paura della morte ti sei reso la vita impossibile? (Seneca)

6

Chi non sente il suo male è tanto più malato. (Pierre Corneille)

7

Chi perde soldi, perde tanto. Chi perde un amico, perde ancora di più. Chi perde la fede, perde tutto. (Eleanor Roosevelt)

8

Di tanto in tanto bisogna dar riposo all'animo, affinché poi sia più sveglio nel pensare. (Fedro)

9

E' inevitabile tanto perdere la vita, quanto perdere i beni e, se lo comprendiamo, questo è proprio un conforto. Impara a perdere tutto serenamente: dobbiamo morire. (Seneca)

10

E' tanto difficile ai ricchi di acquistare saggezza, quanto ai saggi di acquistare ricchezza. (Epitetto)

11

Figlio, non seminare nei solchi dell'ingiustizia per non raccoglierne sette volte tanto. (Siracide)

12

Fratelli uccelli, voi dovete lodar tanto il Signore, che v'ha vestiti di sì belle piume e vi nutrisce. (S. Francesco di Assisi)

13

Fu domandato ad uno Spartano chi l'aveva fatto vivere tanto tempo: "L'ignoranza della medicina", rispose quello. (Michel de Montaigne)

14

I libri mi sono serviti non tanto di istruzione quanto di esercitazione. (Michel de Montaigne)

15

I politici fanno già tanto di buono quando non fanno nulla di male. (Henri Troyat)

16

Il destino di una persona salita tanto in alto è precipitare. (Seneca)

17

Il maestro del piccolo villaggio io lo vorrei agronomo, igienista, perito nelle questioni di giurisprudenza, filosofo e moralista, tanto moralista da non lasciar mai sfuggire un'occasione senza o insegnare una verità o bandire un errore (F. Veniali).

18

Il medico saggio deve essere esperto tanto per prescrivere un rimedio quanto per non prescrivere nulla (Baltasar Graciàn)

19

Il mio migliore amico è fuggito con mia moglie e, lasciamelo dire, mi manca tanto. Lui. (Leopold Fechtner)

20

Il tempo scorre velocissimo e ce ne accorgiamo soprattutto quando guardiamo indietro: mentre siamo intenti al presente, passa inosservato, tanto vola leggero nella sua fuga precipitosa. (Seneca)

21

Il traguardo si allontana sempre da noi. Quanto più progrediamo tanto più conosciamo la nostra indegnità. La soddisfazione sta nello sforzo, non nel conseguimento. Lo sforzo totale è vittoria totale. (Gandhi)

22

Il tuo agire sarà tanto più saggio, e tanto più grande sarà il tuo merito, quanto meglio ti sarai disposto al patire; anzi lo troverai anche più lieve, se, intimamente e praticamente, sarai pronto e sollecito. (T. da Kempis)

23

In un pericolo, non penso tanto come fuggirò, quanto come poco importi che io ne scampi. (Michel de Montaigne)

24

L'amore del denaro cresce tanto quanto cresce il denaro (Giovenale)

25

L'elemosina avvilisce tanto chi la riceve quanto chi la fa. (Anatole France)

26

L'infelicità di ciascun uomo è assolutamente eguale a quella di ciascun altro, in qualunque condizione o situazione si trovi questo o quello. E perciò, esattamente parlando, tanto gode e tanto pena il povero, il vecchio, il debole, il brutto, l'ignorante, quanto il ricco, il giovane, il forte, il bello, il dotto: perché ciascuno nel suo stato si fabbrica i suoi beni e i suoi mali (G. Leopardi).

27

L'uomo retto, ben trova motivo di pianto doloroso. Sia che rifletta su di sé o che vada pensando agli altri, egli comprende che nessuno vive quaggiù senza afflizioni; e quanto più severamente si giudica, tanto maggiormente si addolora. (T. da Kempis)

28

La fantasia è tanto più robusta quanto più debole è il raziocinio. (Giambattista Vico)

29

La libertà è tanto preziosa che bisogna razionarla. (Lenin)

30

La mente dovrebbe ogni tanto trovare qualche distrazione, perché con ciò possa meglio rivolgersi al pensiero. (Fedro)

31

La morte che tanto temiamo e rifiutiamo interrompe la vita, non la elimina. (Seneca)

32

La rassomiglianza non fa tanto uguale come la differenza fa diverso. (Michel de Montaigne)

33

La ricchezza somiglia all'acqua di mare: quanto più se ne beve, tanto più si ha sete. (Arthur Schopenhauer)

34

La ruggine del peccato scompare tanto più completamente, quanto più il fuoco dell'amore arde con forza nel cuore del penitente. (S. Gregorio)

35

La sola differenza che c'è tra schiavo e animale è che gli animali obbediscono non indotti dalla ragione, ma dalle percosse; tuttavia l'utilità che si ricava sia dagli uni che dagli altri è poco diversa, perché tanto gli schiavi quanto gli animali domestici ci aiutano col corpo a soddisfare i nostri bisogni. (Aristotele)

36

La verginità: una roccaforte che vien difesa con tanto più accanimento quanto meno c'è pericolo. (D. Gay)

37

La verità è cosa tanto grande, che non dobbiamo sdegnare alcun mezzo che ad essa ci conduca. (Michel de Montaigne)

38

Meglio essere in due che uno solo, perché due hanno un miglior compenso nella fatica. Infatti, se vengono a cadere, l'uno rialza l'altro. Guai invece a chi è solo: se cade, non ha nessuno che lo rialzi. Inoltre, se due dormono insieme, si possono riscaldare; ma uno solo come fa a riscaldarsi? Se uno aggredisce, in due gli possono resistere e una corda a tre capi non si rompe tanto presto. (Ecclesiaste)

39

Mi piace moltissimo il teatro: è tanto più reale della vita. (O. Wilde)

40

Nessun figlio è tanto inutile da non servire almeno per una detrazione sulla dichiarazione dei redditi. (Robert Lembke)

41

Nessun uomo è padrone del suo soffio vitale tanto da trattenerlo, né alcuno ha potere sul giorno della sua morte, né c'è scampo dalla lotta; l'iniquità non salva colui che la compie. (Ecclesiaste)

42

Nessuna città dovrebbe essere tanto grande che un uomo una mattina non possa uscirne camminando. (Cyril Vernon Connolly)

43

Nessuna confessione religiosa ha tanto peccato per abuso di espressioni metafisiche quanto la matematica. (Ludwig Joseph Wittgenstein)

44

Nessuno è tanto vecchio da non poter sperare in un altro giorno di vita. (Seneca)

45

Non abbiamo tanto bisogno dell'aiuto degli amici, quanto della certezza del loro aiuto. (Epicuro)

46

Non c'è belva tanto feroce che non abbia un briciolo di pietà. Ma io non ne ho alcuno, quindi non sono una belva. (Shakespeare)

47

Non c'è bestia al mondo tanto da temersi dall'uomo, quanto l'uomo. (Michel de Montaigne)

48

Non c'è da meravigliarsi che il caso possa tanto su di noi, dato che noi viviamo per caso. (Michel de Montaigne)

49

Non c'è istituzione per quanto cattiva che non sia resa tollerabile dai buoni costumi, e non ce n'è una tanto buona che non rimanga guasta dai cattivi (A. Gabelli).

50

Non c'è niente di tanto sacro che il denaro non possa violare, niente di tanto forte che il denaro non possa espugnare (Marco Tullio Cicerone)

51

Non c'è ospite tanto gradito che non diventi scomodo dopo tre giorni. (Plauto)

52

Non esiste cosa tanto assurda da dire che qualche filosofo non la dica. (M.T. Cicerone)

53

Non esiste un uomo tanto povero da non poter donare qualcosa agli altri. (Romano Battaglia)

54

Non esser troppo sicuro del perdono tanto da aggiungere peccato a peccato. (Siracide)

55

Non maltrattate le bestie, ma abbiatene cura, ché potete cosi esercitare qualche facoltà e del corpo e della mente e dell'animo vostro: potete anche osservare e imparare. Ma non prendete ad allevarle e mantenerle per mero trastullo, ch'è perditempo e spesa non tantodenaro quanto d'affetto, il quale poi è negato alle persone a cui più si deve: onde la passione per le bestie diventa insieme ingiustizia e ridicolezza (N. Tommaseo).

56

Non mi sembra un uomo libero quello che non ozia di tanto in tanto. (Marco Tullio Cicerone)

57

Non prendere la vita troppo sul serio, tanto non ne uscirai vivo. (Kin Hubbard)

58

Non si mente mai tanto come prima delle elezioni, durante la guerra e dopo la caccia. (Otto Von Bismarck)

59

Non si può dire nulla di tanto assurdo che non sia detto da qualche filosofo. (Cicerone)

60

Non è tanto l'aiuto dei nostri amici ad aiutarci, quanto la consapevolezza che essi ci aiuteranno.. (Epicuro)

61

Nulla accelera tanto la guarigione quanto le parcelle periodiche del medico. (Sir Alec Guinness)

62

Ognuno vale tanto quanto le cose a cui dà importanza. (Marc'Aurelio)

63

Parere non è essere, ma per essere bisogna anche parere. Nulla contribuisce tanto a fare il monaco quanto l'abito. (Ugo Bernasconi)

64

Per quanto siano sgradevoli i nemici, non diventeranno mai tanto noiosi quanto i seguaci. (Elias Canetti)

65

Per quanto tu cammini, ed anche percorrendo ogni strada, non potrai mai raggiungere i confini dell'anima; tanto profonda è la sua vera essenza. (Eraclito)

66

Per riuscire la gente abusa tanto delle proprie qualità quanto dei propri difetti (Charles Regismanset)

67

Più difetti un uomo ha, più vecchio e meno amabile è, tanto più risonante sarà il suo successo. (Marchese de Sade)

68

Preferisco i mascalzoni agli imbecilli, perché ogni tanto si concedono una pausa (A. Dumas)

69

Quando si è in un pasticcio tanto vale goderne il sapore (Confucio)

70

Quanto più grande è il potere tanto più pericoloso è l'abuso (Edmund Burice)

71

Quanto più la coscienza umana, soccombendo alla secolarizzazione, perde il senso del significato stesso della parola "misericordia", quanto più, allontanandosi da Dio, si distanzia dal mistero della misericordia, tanto più la Chiesa ha il diritto e il dovere di far appello al Dio della misericordia "con forti grida". (Giovanni Paolo II)

72

Quanto più si estende la grande conoscenza dei buoni libri, tanto più si restringe la cerchia degli uomini di cui ci è gradita la compagnia (Ludwig Feuerbach)

73

Quanto più uno desidera elevarsi spiritualmente, tanto più la vita presente gli appare amara, perché constata pienamente le deficienze dovute alla corrotta natura umana. (T. da Kempis)

74

Questo mondo, dove c'è tanto da fare e poco da sapere. (Samuel Johnson)

75

Riconobbi che tanto la saviezza precede la stoltezza, quanto la luce è distante dalle tenebre. (Salomone)

76

Se non avessimo difetti, non ci farebbe tanto piacere trovarne negli altri. (La Rochefoucauld)

77

Se una donna si guarda spesso allo specchio, può darsi che non sia tanto un segno di vanità, quanto di coraggio. (Mark Twain)

78

Se voi incontrerete chi un sorriso non vi sa dare, donatelo voi. Perché nessuno ha tanto bisogno di un sorriso come colui che ad altri donarlo non sa. (P. Faber)

79

Sono così distratto, ma tanto distratto, che mi sono dimenticato di crescere (Renato Rascel)

80

Tanto le più elevate quanto le più infime forme di critica sono una sorta di autobiografia. (O. Wilde)

81

Tutto è instabile, fallace e più mutevole di ogni burrasca: tutto è sconvolto e muta per i capricci della sorte: fra tanto variare delle vicende umane, la sola cosa certa è la morte; eppure, tutti si lamentano della sola cosa che non inganna nessuno. (Seneca)

82

Un po' di salute ogni tanto è il miglior rimedio per l'ammalato. (Friedrich Nietzsche)

83

Un sorriso non costa nulla, ma vale molto. Arricchisce chi lo riceve e chi lo dona. Non dura che un istante, ma il suo valore è talora eterno. Nessuno è tanto ricco da poterne fare a meno, e nessuno è talmente povero da non poterlo dare. In casa porta felicità, nella fatica infonde coraggio. (P. Faber)

84

Vi può essere bellezza tanto nelle cose umili quanto nelle più preziose. (Marcel Proust)

85

Vuoi vivere bene? E chi non lo vuole? Se solo la virtù può darti tanto, coraggio, rinuncia ai piaceri, dedicati a praticarla. (Orazio)

TARDI

1

C'è una fatalità nei buoni propositi: vengono sempre presi troppo tardi. (O. Wilde)

2

Che cosa servono a quel tizio ottant'anni trascorsi nell'inerzia? Costui non è vissuto, ma si è attardato nella vita, e non è morto tardi, ma lentamente. (Seneca)

3

E' troppo tardi essere sobri quando ormai si è al fondo. (Seneca)

4

La giovinezza sarebbe un periodo più bello se solo arrivasse un po' più tardi nella vita. (Charlie Chaplin)

5

La tragedia della vita è che diventiamo vecchi troppo presto e saggi troppo tardi. (Benjamin Franklin)

6

Non importa morire presto o tardi, ma morire bene o male; morire bene significa sfuggire al pericolo di vivere male. (Seneca)

7

Sono contrario ai rapporti prima del matrimonio; fanno arrivare tardi alla cerimonia (Woody Allen)

TARDO

1

Chi gode di sentirsi esaltare con parole adulatrici, ne porta poi la pena con tardo pentimento e con vergogna. (Fedro)

2

Sii sollecito all'ascoltare, me tardo al consigliare. (Proverbio)

TASCHE

1

Il dentista è un prestigiatore che, dopo aver messo del metallo nella tua bocca, tira fuori monete dalle tue tasche. (Ambrose Bierce)

2

Il viaggiatore con le tasche vuote al ladro canterà in faccia. (Giovenale)

3

Lodiamo il banchiere per poterci permettere il conto scoperto e troviamo buone qualità nel bandito di strada nella speranza che ci risparmi le tasche. (O. Wilde)

TASSE

1

Al mondo di sicuro ci sono la morte e le tasse (B.Franklin)

2

La morte e le tasse sono inevitabili. (Thomas C. Haliburton)

TASSO

1

Ai voli troppo alti e repentini sogliono i precipizi esser vicini (T. Tasso).

2

La vita e' una malattia a trasmissione sessuale; ed ha un tasso di mortalità del 100 per cento! (R.D. Laing)

3

Muoiono le città, muoiono i regni, / copre i fasti e le pompe arena ed erba; / e l'uom d'esser mortal par che si sdegni... (T. Tasso).

4

Spesso avvien che nei maggiori perigli / sono i più audaci ottimi consigli (Tasso).

TAVOLA

1

A tavola perdonerei chiunque. Anche i miei parenti (Oscar Wilde)

2

A tavola si ha: in principio "silentium", in mezzo "stridor dentium", infine "rumor gentium". (Proverbio)

TAVOLE

1

A un ricco faccia garanzia un ricco; a un povero chiunque può fare garanzia. (Dalle leggi delle XII tavole)

2

La coscienza di aver ben distribuito le altre ore è un giusto e saporoso condimento delle tavole. (Michel de Montaigne)

3

Se un padre vende un figlio per tre volte, questi sia liberato dalla patria potestà. (Dalle leggi delle XII tavole)

4

Se uno rompe la faccia ad un libero con la mano o con il bastone, paghi trecento sesterzi, se ad un servo paghi centocinquanta sesterzi. (Dalle leggi delle XII tavole)


Homolaicus - Aforismi e Citazioni
2010