HOMOLAICUS - AFORISMI E CITAZIONI - Indice

GIOCA GRATIS

PAROLE

Aforismi e citazioni

MOLTIPLICA

1

Il valore, quando è sfidato, si moltiplica. (Seneca)

2

Non c'è deserto peggiore che una vita senza amici: l'amicizia moltiplica i beni e ripartisce i mali. (Gracian)

3

Una bocca amabile moltiplica gli amici, un linguaggio gentile attira i saluti. (Siracide)

MOLTIPLICANO

1

Le astuzie delle donne, in genere, si moltiplicano e si perfezionano coi loro anni. (Carlo Goldoni)

2

Le ricchezze moltiplicano gli amici, ma il povero è abbandonato anche dall'amico che ha. (Salomone)

MOLTISSIMO

1

Mi piace moltissimo il teatro: è tanto più reale della vita. (O. Wilde)

2

Per disprezzare il denaro bisogna averne moltissimo. (C. Deneuve)

MOLTITUDINE

1

Ciò che è crimine per la moltitudine, è solo vizio per i pochi. (Benjamin Disraeli)

2

La carità crea una moltitudine di vizi. (Oscar Wilde)

3

Non unirti alla moltitudine dei peccatori, ricòrdati che la collera divina non tarderà. (Siracide)

MOLTITUDINI

1

Il vero sviluppo non può consistere nella semplice accumulazione di ricchezza e nella maggiore disponibilità dei beni e servizi, se ciò si ottiene a prezzo del sottosviluppo delle moltitudini, e senza la dovuta considerazione per le dimensioni sociali, culturali e spirituali dell'essere umano. (Giovanni Paolo II)

2

Le moltitudini umane prive dei beni e dei servizi, offerti dallo sviluppo, sono assai più numerose di quelle che ne dispongono. Siamo, dunque, di fronte a un grave problema di diseguale distribuzione dei mezzi di sussistenza, destinati in origine a tutti gli uomini, e così pure dei benefici da essi derivanti. (Giovanni Paolo II)

MOLTO

1

A durare son soltanto le qualità superficiali. La natura più profonda di un uomo si scopre molto presto. (Oscar Wilde)

2

Amo molto parlare di niente. è l'unico argomento di cui so tutto (Oscar Wilde)

3

Avere pregiudizi spesso si dimostra cosa molto utile. (S. Freud)

4

Bisogna ascoltare molto e parlare poco per governare bene uno stato. (Cardinale Richelieu)

5

Chi legge sa molto; chi osserva sa molto di più (Alexandre Dumas figlio)

6

Chi molto legge prima di comporre, ruba senza avvedersene e perde originalità, se ne avea. (Vittorio Alfieri)

7

Chi non si ritiene molto felice, anche se è padrone del mondo, è un poveretto. (Seneca)

8

Chi è fornito di argomenti pecuniari convincerà il proprio antagonista molto prima di chi trae argomenti dalla ragione e dalla filosofia (Joseph Addison)

9

Ci sono quelli -- i pochi che possiedono molto -- che non riescono veramente ad "essere", perché, per un capovolgimento della gerarchia dei valori, ne sono impediti dal culto dell'"avere"; e ci sono quelli -- i molti che possiedono poco o nulla --, i quali non riescono a realizzare la loro vocazione umana fondamentale, essendo privi dei beni indispensabili. (Giovanni Paolo II)

10

Ciascuno molto facilmente frequenta i suoi simili. (Cicerone)

11

Come ogni giovanotto, tu esageri di molto la differenza tra una donna e l'altra. (George Bernard Shaw)

12

Dal cicalar son nati molti errori, / molti scandali usciti e molto male: / pochi si son del silenzio pentiti, dell'aver troppo parlato infiniti (F. Berni)

13

Dolce è il sonno del lavoratore, poco o molto che mangi; ma la sazietà del ricco non lo lascia dormire. (Ecclesiaste)

14

E' cosa molto misera e rischiosa dipendere da un altro. (Michel de Montaigne)

15

Facendone un peccato il Cristianesimo ha fatto molto per il sesso. (Anatole France)

16

Gli uomini spesso producono denaro falso, ma molto più spesso il denaro produce uomini falsi. (J. Harris)

17

I padri hanno molto da fare per riparare al fatto di avere dei figli (Friedrich Nietzsche)

18

Il cristianesimo ha fatto molto per l'amore facendone un peccato. (Anatole France)

19

Il dolore senza dubbio ci è assegnato per divina disposizione al pari della gioia ed è un educatore molto più efficace. Esso purifica e rende più mite l'indole umana; insegna ad aver pazienza e rassegnazione, e suscita così i più profondi come i più alti pensieri. (S. Smiles).

20

Il minimo dolore del nostro dito mignolo ci preoccupa e ci turba molto di più del massacro di milioni dei nostri simili (William Hazlitt)

21

Il poeta si comporta come il bambino che gioca. Egli crea un mondo di fantasia che prende molto sul serio - in cui, cioè, investe una grande carica emotiva - e lo separa nettamente dalla realtà. (S. Freud)

22

Il saper molto porge argomento di dubitar di più. (Michel de Montaigne)

23

Il successo degli altri mi disturba, ma molto meno che se fosse meritato (Jules Renard)

24

Il suono del bacio non è forte come quello di una cannonata, ma la sua eco dura molto più a lungo. (O. W. Holmes)

25

In molta saggezza molto dolore. (Michel de Montaigne)

26

In molte cose ho taciuto, molto ho condonato, molte ho sistemato con mio dolore. (Cicerone)

27

L'abilità non serve a molto senza l'opportunità. (Napoleone Bonaparte)

28

L'aforisma viene molto apprezzato, tra l'altro perché contiene mezza verità, cioè una percentuale non indifferente (Gabriel Laub)

29

L'immaginazione delle donne è molto rapida: balza in un attimo dall'ammirazione all'amore, dall'amore al matrimonio. (Jane Austen)

30

L'organizzazione di ogni burocrazia è molto simile a una cloaca: i pezzi più grossi emergono sempre. (A. Bloch)

31

L'uomo benefico è colui chemeglio, non colui chemolto (Victor Hugo)

32

L'uomo impoverisce le cose molto più con le parole che con il silenzio. (Gandhi)

33

La cattiva arte è molto peggiore dell'assenza d'arte. (Oscar Wilde)

34

La gente ama molto donare le cose di cui ha più bisogno. (O. Wilde)

35

La gente giudica poco secondo la verità, molto secondo le opinioni. (Cicerone)

36

La nostra mente si trova facile a ricevere impressioni della falsità per apparenze molto frivole. (Michel de Montaigne)

37

La passione ci tiene in pugno molto più vivacemente della ragione. (Michel de Montaigne)

38

La religione di un uomo non vale molto se non ne traggono beneficio anche il suo cane e il suo gatto (Abraham Lincoln)

39

Le buone parole valgono molto e costano poco. (George Herbert)

40

Le conseguenze della collera sono molto più gravi delle sue cause (Marco Aurelio)

41

Le donne sanno che gli uomini non sono stupidi come si crede, ma molto di più. (Paul Jean Toulet)

42

Le ingiurie sono molto umilianti per chi le dice, quando non riescono ad umiliare chi le riceve. (A.Karr)

43

Lo stile è l'abito dei pensieri, e un pensiero ben vestito come un uomo ben vestito, si presenta molto meglio (Lord Chesterfield)

44

Meglio uno di scarsa intelligenza ma timorato, che uno molto intelligente ma trasgressore della legge. (Siracide)

45

Molto spesso le nostre virtù sono soltanto vizi camuffati. (François de La Rochefoucauld)

46

Nel molto parlare non manca la colpa, chi frena le labbra è prudente. (Salomone)

47

Non costa molto essere cortesi con quelle persone di cui non c'importa un bel niente. (Oscar Wilde)

48

Non si può dire che un'atmosfera di alta moralità sia molto propizia alla salute, o alla felicità (Oscar Wilde)

49

Non è grande uomo chi sa molto, ma chi ha molto meditato (Luigi Settembrini)

50

Non è necessario che abbia molto da dire chi può comandare con un gesto. (Stanislaw J. Lec)

51

Ognuno è come il cielo l'ha fatto, e qualche volta molto peggio. (Cervantes)

52

Saper campare del proprio, poco o molto che sia, è la prima garanzia di una vita onorata e tranquilla. Quando, invece, si comincia a vivere dell'altrui, addio tranquillità e purtroppo non di rado, addio onore (M. D'Azeglio).

53

Se brucia la casa del tuo vicino, la cosa ti riguarda, e molto (Orazio)

54

Se si vuole riuscire in questo mondo non bisogna essere molto più intelligenti degli altri; bisogna solo essere in anticipo di un giorno. (Leo Szilard)

55

Sei molto migliore di ciò che pretendi di essere. (O. Wilde)

56

Sono nauseato dalle donne innamorate di me.Le donne che odiano sono molto più, interessanti. (O. Wilde)

57

Spesso mi pare che l'arte nasconda l'artista molto più di quanto non lo riveli. (O. Wilde)

58

Sta attento a non voler diventare prima maestro e poi allievo, prima ufficiale e poi soldato. Sta attento a non imboccare una strada mai percorsa se non c'è chi ti insegni. Potrebbe essere una strada sbagliata. Nessun'arte si può imparare senza maestro. Ti occorrerà molto tempo per imparare ciò che devi insegnare. (S. Girolamo)

59

Stare sottomessi, vivere soggetti a un superiore e non disporre di sé è cosa grande e valida. E' molto più sicura la condizione di sudditanza, che quella di comando. (T. da Kempis)

60

Un esperto è un uomo che ha fatto tutti gli errori che è possibile compiere in un campo molto ristretto. (Niels Bohr)

61

Un po' di credulità aiuta a percorrere il cammino della vita molto agevolmente (E. Gaskell)

62

Un sorriso non costa nulla, ma vale molto. Arricchisce chi lo riceve e chi lo dona. Non dura che un istante, ma il suo valore è talora eterno. Nessuno è tanto ricco da poterne fare a meno, e nessuno è talmente povero da non poterlo dare. In casa porta felicità, nella fatica infonde coraggio. (P. Faber)

63

Un uomo molto chiacchierato ha sempre qualcosa di molto attraente. Deve esserci qualcosa in lui, dopo tutto (Oscar Wilde)

64

Una delle più grandi ingiustizie del mondo contemporaneo consiste proprio in questo: che sono relativamente pochi quelli che possiedono molto, e molti quelli che non possiedono quasi nulla. E' l'ingiustizia della cattiva distribuzione dei beni e dei servizi destinati originariamente a tutti . (Giovanni Paolo II)

65

Uno scarso sapere e una modesta capacità di comprendere, accompagnati dall'umiltà, valgono di più di un gran tesoro di scienza, accompagnato dal vuoto compiacimento di sé. E' meglio per te avere poco, piuttosto che molto; del molto potresti insuperbire. (T. da Kempis)

66

Vale molto di più avere la costante attenzione degli uomini che la loro occasionale ammirazione (Rousseau)

67

Vi sono sempre molti individui che passano dalla classe delle persone sane a quella dei nevrotici, mentre molto meno numerosi sono coloro che compiono il percorso in senso inverso. (S. Freud)

68

Vista dai giovani la vita è un avvenire infinitamente lungo. Vista dai vecchi un passato molto breve. (A. Schopenhauer)

MOMENTI

1

C'era qualche cosa di animalesco nell'anima mentre il corpo aveva i suoi momenti di spiritualità. (O. Wilde)

2

La verità non ha ora, è di tutti i momenti, specialmente dei momenti in cui ci sembra inopportuna. (Albert Schweitzer)

3

La vita non è altro che un brutto quarto d'ora, composto da momenti squisiti (Oscar Wilde)

4

La vita è fatta di rarissimi momenti di grande intensità e di innumerevoli intervalli. La maggior parte degli uomini, però, non conoscendo i momenti magici, finisce col vivere solo gli intervalli. (Friedrich W. Nietzsche)

5

Non astenetevi tra voi se non di comune accordo e temporaneamente, per dedicarvi alla preghiera, e poi ritornate a stare insieme, perché Satana non vi tenti nei momenti di passione. (S. Paolo)

6

Un vero carattere riesce sempre a emergere nei grandi momenti (Napoleone)

MOMENTO

1

Allora tutto il film della mia vita mi è passato davanti agli occhi in un momento! E io non ero nel cast! (Woody Allen)

2

Buttare via un po' di soldi al momento opportuno produce talvolta grandi guadagni (Terenzio)

3

Che cosa aspetti? Di aver esaudito tutti i tuoi desideri? Non arriverà mai quel momento. (Seneca)

4

Chi ricambia il bene provvede all'avvenire, al momento della sua caduta troverà un sostegno. (Siracide)

5

Chiunque può arrabbiarsi, questo è facile. Ma arrabbiarsi con la persona giusta, e nel grado giusto, ed al momento giusto, e per lo scopo giusto, e nel modo giusto, questo non è nelle possibilità di chiunque e non è facile. (Aristotele)

6

Dà in prestito al prossimo nel tempo del bisogno, e a tua volta restituisci al prossimo nel momento fissato. (Siracide)

7

Gloria significa soprattutto morire al momento giusto. (A. Polgar)

8

Il costituirsi della coscienza è, in fondo, l'incorporazione delle critiche dei genitori in un primo momento, e di quelle della società poi. (S. Freud)

9

Il giusto, che cade in peccato grave, somiglia ad un mercante che ha ammassato immensi tesori e al momento d'approdare perde ogni cosa. (S. Basilio).

10

Il momento giusto per divorziare è quello prima del fidanzamento. (Reuben Hill)

11

Le cose visibili sono d'un momento, quelle invisibili sono eterne. (S. Paolo)

12

Le decisioni impetuose e audaci in un primo momento riempiono di entusiasmo, ma poi sono difficili a eseguirsi e disastrose nei risultati (Tito Livio)

13

Meglio una bugia al momento giusto che la verità al momento sbagliato.. (Oscar Wilde)

14

Non fare il saccente nel compiere il tuo lavoro e non gloriarti al momento del bisogno. (Siracide)

15

Non rievocare nella tua mente ciò che tuo fratello può aver detto in un momento di acredine, sia che t'abbia insultato faccia a faccia, sia che abbia sparlato di te con un altro e quest'altro sia venuto a riferirtelo. Se ti abbandoni al rancore, dal rancore all'odio il passo è breve. (Massimo il Confessore)

16

Ogni giorno non dimenticare di rivolgere alla Madonna la tua preghiera, invocala in ogni momento della tua vita ed abbi verso di lei una fiducia grande. (G. Nardi)

17

Ogni piacere ha il suo momento culminante quando sta per finire. (Seneca)

18

Per ogni cosa c'è il suo momento, il suo tempo per ogni faccenda sotto il cielo. C'è un tempo per nascere e un tempo per morire, un tempo per piantare e un tempo per sradicare le piante. Un tempo per uccidere e un tempo per guarire, un tempo per demolire e un tempo per costruire. Un tempo per piangere e un tempo per ridere, un tempo per gemere e un tempo per ballare. (Ecclesiaste)

19

Per rimanere liberi bisogna, a un bel momento, prendere senza esitare la via della prigione. (Giovannino Guareschi)

20

Prima del giudizio esamina te stesso, così al momento del verdetto troverai perdono. (Siracide)

21

Quando hai dolori e tribolazioni, allora è il momento per farti dei meriti. Giacché occorre che tu passi attraverso il "fuoco e l'acqua" prima di giungere nel refrigerio. E se non farai violenza a te stesso, non vincerai i tuoi vizi. (T. da Kempis)

22

Quanta virtù ciascuno di noi abbia, ciò appare al momento delle avversità: non sono le occasioni che fanno fragile l'uomo, ma esse mostrano quale esso è. (T. da Kempis)

23

Quanto é saggio e prudente l'uomo che, durante la vita, si sforza di essere quale desidera esser trovato al momento della morte! (T. da Kempis)

24

Sono le circostanze e la scelta del momento quelle che caratterizzano un'azione e la fanno buona o cattiva. (Agesilao)

MONACO

1

L'abito non fa il monacocroce il cavalier; barba non fa il filosofo nè quel che pare è ver. (Proverbio)

2

Parere non è essere, ma per essere bisogna anche parere. Nulla contribuisce tanto a fare il monaco quanto l'abito. (Ugo Bernasconi)

3

Poco contano l'abito e la tonsura; sono la trasformazione della vita e la completa mortificazione delle passioni, che fanno il monaco. (T. da Kempis)

MONDIALE

1

Il sistema monetario e finanziario mondiale si caratterizza per l'eccessiva fluttuazione dei metodi di scambio e di interesse, a detrimento della bilancia dei pagamenti e della situazione di indebitamento dei Paesi poveri. (Giovanni Paolo II)

2

Io non so con quali armi sara' combattuta la III Guerra Mondiale, ma so che la IV Guerra Mondiale sara' combattuta con pietre e bastoni. (Albert Einstein)

3

La prossima guerra mondiale sarà combattuta con le pietre. (Albert Einstein)

MONDO

1

A questo mondo bisogna essere un po' troppo buoni, per esserlo abbastanza. (Pierre de Marivaux)

2

A questo mondo non si diventa ricchi per quello che si guadagna, ma per quello a cui si rinuncia (Henry Ward Beecher)

3

Al mondo ci stanno molte donne, ma poche ci stanno (Totò)

4

Al mondo di sicuro ci sono la morte e le tasse (B.Franklin)

5

Al mondo esiste un solo essere che mente: l'uomo. (Schopenhauer)

6

All'abbondanza di beni e di servizi disponibili in alcune parti del mondo, soprattutto nel Nord sviluppato, corrisponde nel Sud un inammissibile ritardo, ed è proprio in questa fascia geo-politica che vive la maggior parte del genere umano. (Giovanni Paolo II)

7

Anche se il mondo cadesse a pezzi, le sue rovine mi colpirebbero impavido. (Orazio)

8

Basta che esista un solo giusto perché il mondo meriti di essere stato creato (Talmud)

9

C'è solo una cosa al mondo peggiore del fatto che si parli di te e questa è che non se ne parli. (Oscar Wilde)

10

Certamente, la limitazione della libertà religiosa delle persone e delle comunità non è soltanto una loro dolorosa esperienza, ma colpisce innanzitutto la dignità stessa dell'uomo, indipendentemente dalla religione professata o dalla concezione che esse hanno del mondo. La limitazione della libertà religiosa e la sua violazione contrastano con la dignità dell'uomo e con i suoi diritti oggettivi. (Giovanni Paolo II)

11

Chi ama davvero ama il mondo intero, non soltanto un individuo in particolare. (E. Fromm)

12

Chi non si ritiene molto felice, anche se è padrone del mondo, è un poveretto. (Seneca)

13

Chi vive solo per compiacere se stesso fa un piacere al mondo quando muore. (Tertulliano)

14

Chi vuol muovere il mondo, prima muova se stesso (Socrate)

15

Come uno è di dentro, così giudica di fuori. Chi è puro di cuore è tutto preso dalla gioia, per quanta gioia è nel mondo. Se, invece, da qualche parte, ci sono tribolazioni ed angustie, queste le avverte di più chi ha il cuore perverso. (T. da Kempis)

16

Datemi della materia, e con essa io creerò un mondo. (Immanuel Kant)

17

Datemi un punto d'appoggio e vi solleverò il mondo. (Archimede)

18

Dinanzi a Dio, il quale mi giudicherà per le mie azioni, che mi gioverebbe se io anche possedessi tutta la scienza del mondo, ma non avessi l'amore? Datti pace da una smania eccessiva di sapere: in essa, infatti, non troverai che sviamento grande ed inganno. (T. da Kempis)

19

Distacchiamoci dal mondo in cui tutto è follia e vanità. (S. Pio da Pietrelcina)

20

E' bene per noi che incontriamo talvolta difficoltà e contrarietà; queste, infatti, richiamano l'uomo a se stesso, nel profondo, fino a che comprenda che quaggiù egli è in esilio e che la sua speranza non va riposta in alcuna cosa di questo mondo. (T. da Kempis)

21

Finché saremo al mondo, non potremo essere senza tribolazioni e tentazioni. (T. da Kempis)

22

Gabbia di matti è il mondo. (Tommaso Campanella)

23

Generalmente gli uomini non sono sinceri quando si tratta di argomenti sessuali. Essi non rivelano volentieri la loro sessualità, ma indossano un pesante cappotto (vera fabbrica di menzogne) per nasconderla, come se nel mondo del sesso facesse sempre brutto tempo. (S. Freud)

24

Genio e follia hanno qualcosa in comune, entrambi vivono in un mondo diverso da quello che esiste per gli altri. (Schopenhauer)

25

Gli uomini che desiderano conoscere il mondo devono imparare a conoscerlo nei particolari. (Eraclito)

26

Guai al mondo per gli scandali! E' inevitabile che avvengano scandali, ma guai all'uomo per colpa del quale avviene lo scandalo! Se la tua mano o il tuo piede ti è occasione di scandalo, taglialo e gettalo via da te; è meglio per te entrare nella vita monco o zoppo, che avere due mani o due piedi ed essere gettato nel fuoco eterno. (Gesù)

27

I santi di legno scolpito hanno certo fatto più per il mondo che quelli in carne e ossa. (Georg C. Lichtenberg)

28

Il commerciante ha in tutto il mondo la medesima religione. (Heine)

29

Il debito annichilisce la stima che l'uomo deve avere di sé medesimo, lo pone in balia del suo bottegaio e lo rende schiavo per molti rispetti, essendoché ei non possa più vantarsi padrone di sé stesso e guardare in faccia al mondo (S. Smiles).

30

Il letto è il posto più pericoloso del mondo. L'ottanta per cento della gente vi muore.(Mark Twain)

31

Il mondo giudica gli uomini non dalle prove, ché non ha tempo di ricercarle, ma dalle apparenze, onde poco basta a passare per una perla e pochissimo per un briccone (A. Gabelli).

32

Il mondo non è che una continua altalena. Tutte le cose vanno su e giù senza posa. (Michel de Montaigne)

33

Il mondo si fa ingannare facilmente in ciò che desidera. (Michel de Montaigne)

34

Il mondo è tondo, chi nuota e chi va a fondo. (G. Verga)

35

Il mondo è tutto opera di Dio; e nella grandezza, bellezza e ordine meraviglioso, ci mostra la potenza, la sapienza e la bontà infinita di Lui. (Catechismo di S. Pio X)

36

Il nostro è un mondo in cui le persone non sanno cosa vogliono e sono disposte a passare un'inferno per ottenerlo. (Don Marquis)

37

Il poeta guarda il mondo come un uomo guarda una donna. (Wallace Stevens)

38

Il poeta si comporta come il bambino che gioca. Egli crea un mondo di fantasia che prende molto sul serio - in cui, cioè, investe una grande carica emotiva - e lo separa nettamente dalla realtà. (S. Freud)

39

Il pregiudizio è un'opinione che non si fonda sul giudizio. Così in tutti i paesi del mondo si inoculano ai bambini tutte le opinioni che si vuole, prima che essi possano giudicare di testa loro. (Voltaire)

40

Il vero mistero del mondo è ciò che si vede, non l'invisibile. (O. Wilde)

41

In questo mondo ci sono due tragedie soltanto: una non ottenere ciò che si vuole; l'altra ottenerlo (Oscar Wilde)

42

L'amore è la forza più potente che il mondo possieda e tuttavia è la più umile che si possa immaginare. (Gandhi)

43

L'immaginazione governa il mondo. (Napoleone Bonaparte)

44

L'individuo si ammala allorché, a causa di ostacoli esterni o per mancanza interiore di adattamento, gli viene negato il soddisfacimento dei bisogni erotici nel mondo reale. (S. Freud)

45

L'irreligiosità: la principale fra le grandi fedi del mondo. (Ambrose Gwinnett Bierce)

46

L'istante che ci separa dall'oggetto che noi amiamo è terribile; esso ci distacca dal rimanente del mondo. (Napoleone Bonaparte)

47

L'operare senza regole è il più faticoso e difficile mestiere di questo mondo. (Alessandro Manzoni)

48

L'umanità si prende troppo sul serio. È il peccato originale del mondo. Se l'uomo delle caverne fosse stato capace di ridere, la storia sarebbe stata diversa. (O. Wilde)

49

L'unica difesa contro il mondo è conoscerlo bene. (John Locke)

50

L'uomo non può rinunciare a se stesso, né al posto che gli spetta nel mondo visibile; non può diventare schiavo delle cose, schiavo dei sistemi economici, schiavo della produzione, schiavo dei suoi propri prodotti. Una civiltà dal profilo puramente materialistico condanna l'uomo a tale schiavitù, pur se talvolta, indubbiamente, ciò avvenga contro le intenzioni e le premesse stesse dei suoi pionieri. (Giovanni Paolo II)

51

L'uomo prudente ha la sapienza davanti a sé, ma gli occhi dello stolto vagano in capo al mondo. (Salomone)

52

L'uomo è un piccolo mondo. (Democrito)

53

La cognizione del mondo s'acquista nel mondo e non nella nostra camera da studio. I libri soli non v'istruiranno mai, ma suggeriranno molte cose alla vostra osservazione, che altrimenti vi potrebbero sfuggire alla riflessione (Chesterfield)

54

La decisione cristiana di trovare il mondo brutto e cattivo, ha reso brutto e cattivo il mondo (Friedrich W. Nietzsche)

55

La fame è il miglior condimento al mondo. (Miguel de Cervantes y Saavedra)

56

La malvagità, si dice, la si sconta nell'altro mondo; ma la stupidità in questo (Arthur Schopenhauer)

57

La più grande cosa del mondo è di saper stare con sé stessi. (Michel de Montaigne)

58

La salvezza del mondo risiede nella sofferenza umana. (William Faulkner)

59

La sapienza di questo mondo è stoltezza davanti a Dio. (San Paolo)

60

La situazione dell'uomo nel mondo contemporaneo, infatti, sembra lontana dalle esigenze oggettive dell'ordine morale, come dalle esigenze della giustizia e, ancora più, dell'amore sociale. (Giovanni Paolo II)

61

La storia del mondo è la storia di pochi privilegiati. (Henry Miller)

62

La storia nostra è storia della nostra anima; e storia dell'anima umana è la storia del mondo. (Croce)

63

La terra è avvolta nelle tenebre come i morti, le fiere escono dalle loro tane, i serpenti sono pronti a mordere, il mondo è tutto silenzio; ma la terra si illumina quando tu sorgi, o sole. Tu fai sparire le tenebre con i tuoi raggi luminosi, gli alberi e le piante fioriscono, gli uccelli svolazzano, il gregge si rallegra: tutti vivono illuminati da te. (Antico inno egiziano)

64

Lavoratori di tutto il mondo, unitevi! (K. Marx)

65

Le persone di successo sono quelle che inventano delle cose per tenere occupato il resto del mondo. (Don Marquis)

66

Mantieniti, su questa terra, come uno che è di passaggio; come un ospite, che non ha a che fare con le faccende di questo mondo. Mantieni libero il tuo cuore, e rivolto al cielo, perché non hai stabile dimora quaggiù. (T. da Kempis)

67

Nel mondo non si ha altra scelta che quella tra la solitudine e la volgarità (Arthur Schopenhauer)

68

Nelle cose del mondo, non è il sapere, ma il volere che può. (Nicolò Tommaseo)

69

Nessun grand'uomo vive invano: la storia del mondo non è che la biografia degli uomini grandi. (Thomas Carlyle)

70

Non approvo né disapprovo, mai. È un atteggiamento assurdo nei confronti della vita. Non veniamo al mondo per sciorinare i nostri pregiudizi morali. (O. Wilde)

71

Non c'è assolutamente nulla al mondo, fuorché la giovinezza! (O. Wilde)

72

Non c'è bestia al mondo tanto da temersi dall'uomo, quanto l'uomo. (Michel de Montaigne)

73

Non c'è nessuna meta per le nostre ricerche; la nostra meta è nell'altro mondo. (Michel de Montaigne)

74

Non c'è nulla al mondo peggio delle donne impudiche, tranne forse le donne. (Aristofane)

75

Non c'è persona al mondo, anche se è un re o un papa, che non abbia qualche tribolazione o afflizione. E chi è dunque che ha la parte migliore? Senza dubbio colui che è capace di sopportare qualche male per amore di Dio. (T. da Kempis)

76

Non c'è più pazzo al mondo di chi crede di aver ragione. (Luigi Pirandello)

77

Non crederò mai che Dio giochi a dadi col mondo. (Albert Einstein)

78

Non metterò mai il mio cuore sotto il microscopio del mondo. (O. Wilde)

79

Oh mondo, quale triste figura, / tutti sguazzano nella spazzatura / con la scusa che niente dura. (J. Romains)

80

Oh, quanto rapidamente passa la gloria di questo mondo! (T. da Kempis)

81

Pecca di semplicismo chi considera felici gli uomini ricchi e potenti. Sono piuttosto infelicissimi e sciagurati, perché posseggono i beni del mondo e li adoperano per il vizio e l'iniquità. (Teodoreto)

82

Per me è veramente necessario saper soffrire, giacché in questo mondo accadono tante avversità. Invero, comunque io abbia disposto per la mia tranquillità, la mia vita non può essere esente dalla lotta e dal dolore. (T. da Kempis)

83

Purtroppo, non sempre una vita lunga corregge i difetti; anzi spesso accresce maggiormente le colpe. Magari potessimo passare santamente anche una sola giornata in questo mondo. (T. da Kempis)

84

Quando si è innamorati, si comincia sempre ingannando se stessi e si finisce sempre ingannando gli altri. È quello che il mondo chiama sentimentalismo. (O. Wilde)

85

Quanti uomini si preoccupano ben poco di servire Iddio, e si perdono a causa di un vano sapere ricercato nel mondo. Essi scelgono per sé la via della grandezza, piuttosto di quella dell'umiltà; perciò si disperde la loro mente. (T. da Kempis)

86

Quanto alla fedeltà, non c'è animale al mondo traditore quanto l'uomo. (Michel de Montaigne)

87

Quanto poca è la terra che da morti ci ospiterà, noi che da vivi, ambiziosi aspiriamo al mondo intero. (Filippo II)

88

Quel che al mondo ascolta più stupidaggini è forse un quadro da museo. (Edmond e Jules de Goncourt)

89

Quel sistema di far trovare la pappa pronta ai giovani è quello che poi produce gli uomini senza nerbo, senza ripieghi, senza capacità di resistenza contro gli urti del mondo esterno. (M. D'Azeglio)

90

Questa è la massima sapienza: tendere ai regni celesti, disprezzando questo mondo. (T. da Kempis)

91

Questo mondo, dove c'è tanto da fare e poco da sapere. (Samuel Johnson)

92

Questo triste mondo che veste chi è vestito e spoglia gli ignudi (Pedro Calderon de la Barca)

93

Se esiste un uomo non violento, perché non può esistere una famiglia non violenta? E perché non un villaggio, una città, un paese, un mondo non violento? (Gandhi)

94

Se il mondo fosse chiaro, l'arte non esisterebbe. (Albert Camus)

95

Se pure è padrone del mondo intero, è un infelice l'uomo che non giudica ingentissimi i propri beni. (Epicuro)

96

Se qualcuno tra voi si crede un sapiente in questo mondo, si faccia stolto per diventare sapiente; perché la sapienza di questo mondo è stoltezza davanti a Dio. (S. Paolo)

97

Se si vuole riuscire in questo mondo non bisogna essere molto più intelligenti degli altri; bisogna solo essere in anticipo di un giorno. (Leo Szilard)

98

Se un uomo è gentile e cortese con gli estranei si dimostra cittadino del mondo. (Francis Bacon)

99

Si può essere saggio solo alla condizione di vivere in un mondo di stolti. (Schopenhauer)

100

Sono nato per un solo cantuccio, la mia patria è il mondo intero. (Seneca)

101

Sono un cittadino, non di Atene o della Grecia, ma del mondo. (Socrate)

102

Stare al mondo può essere caro, ma c'è incluso nel prezzo un viaggio attorno al sole gratis ogni anno (Ashleigh Brilliant)

103

Togliere l'amicizia dalla vita è come togliere il sole dal mondo. (Cicerone)

104

Tutte le conquiste, finora raggiunte, e quelle progettate dalla tecnica per il futuro, vanno d'accordo col progresso morale e spirituale dell'uomo? In questo contesto l'uomo, in quanto uomo, si sviluppa e progredisce, oppure regredisce e si degrada nella sua umanità? Prevale negli uomini, "nel mondo dell'uomo", che in se stesso è un mondo di bene e di male morale, il bene sul male? (Giovanni Paolo II)

105

Tutti pensano a cambiare il mondo, ma nessuno pensa a cambiar se stesso. (Leone Tolstoj)

106

Tutti pensano di cambiare il mondo, nessuno pensa di cambiare se stesso. (Tolstoj)

107

Tutto è relativo in questo mondo. Chieda un po' alle oche e ai tacchini la loro opinione sul Natale. (Peter Willforth)

108

Un mondo senz'amore, che sarebbe per il nostro cuore? La stessa cosa che una lanterna magica senza luce. (Goethe)

109

Una bugia fa in tempo a viaggiare per mezzo mondo mentre la verità si sta ancora mettendo le scarpe (Mark Twain)

110

Una delle più grandi ingiustizie del mondo contemporaneo consiste proprio in questo: che sono relativamente pochi quelli che possiedono molto, e molti quelli che non possiedono quasi nulla. E' l'ingiustizia della cattiva distribuzione dei beni e dei servizi destinati originariamente a tutti . (Giovanni Paolo II)

111

Una piena fiducia di morire santamente la daranno il completo disprezzo del mondo, l'ardente desiderio di progredire nelle virtù, l'amore del sacrificio, il fervore nella penitenza, la rinuncia a se stesso e il saper sopportare ogni avversità per amore di Cristo. (T. da Kempis)

112

Vedrai nel mondo districare speditamente la matassa delle cose più dalla zampa degli asini pratici, che dalla mano dei teorici saputissimi. Con questo non intendo anteporre l'ignoranza alla dottrina, ma asserisco che il sapere privo dell'esperienza della vita, è una dotta goffaggine, bisbetica e sterile (G. Giusti).

113

Vivere è la cosa più rara del mondo. Molta gente esiste: ecco tutto. (Oscar Wilde)

114

Voi siete la luce del mondo; non può restare nascosta una città collocata sopra un monte, né si accende una lucerna per metterla sotto il moggio, ma sopra il lucerniere perché faccia luce a tutti quelli che sono nella casa. Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, perché vedano le vostre opere buone e rendano gloria al vostro Padre che è nei cieli. (Gesù)


Homolaicus - Aforismi e Citazioni
2010