HOMOLAICUS - PROVERBI

GIOCA GRATIS

LEMMI

PROVERBI TROVATI

NELLE

1

Chi erra nelle diecine, erra nelle migliaia.

2

Chi ha i buchi nelle gote si sposa senza dote.

3

Chi ha le buche nelle gote, si marita senza dote.

4

Chi muor di paura, si seppellisce nelle vescie.

5

Chi visita nelle nozze e non nell'infermità, non è amico in verità.

6

Chi è nelle pene, Iddio sostiene.

7

D'ottobre il vino nelle doghe.

8

Dai giudici galliziani, vacci coi piedi nelle mani.

9

Gli errori nelle guerre diventano pianti.

10

I piselli son sempre nelle frasche.

11

Il ferro nelle mani del fabbro valente diventa acciaio.

12

Il villano nelle piume vi sta a disagio.

13

L'oro s'affina al fuoco e l'amico nelle sventure.

14

Miseri quei tempi che hanno le leggi nelle mani.

15

Nelle botti piccole ci sta il vino buono.

16

Nelle corti, la carità è tutta estinta, né si trova amicizia se non finta.

17

Nelle grandi acque si pigliano i pesci.

18

Nelle lunghe fatiche della state il migliore conforto ed aiuto è il vino.

19

Nelle stracce e negli straccioni s'allevano di gran baroni.

20

Non è amico in verità chi ti visita nelle nozze e non nelle infermità .

21

Ogni uomo è uomo, e ha cinque dita nelle mani.

22

Quel che non va nelle maniche va nei gheroni.

23

Quel che non va nelle maniche, va ne' gheroni.

24

Tre cose non si possono tener nascoste, donne in casa, fusi in sacco e paglia nelle scarpe.

NELLO

1

Il frate predicava che non si dovea rubare, e lui avea l'oca nello scapolare.

2

Reputazione e guadagno non istanno quasi mai nello stesso sacco.

NEMICI

1

Chi guarda i nemici, li grida più di quelli che sono.

2

Chi ha fame, non ha nemici.

3

Dagli amici mi guardi Iddio, ché dai nemici mi guardo io.

4

Molti nemici, molto onore.

5

Tanti servitori tanti nemici.

6

Vuoi vendicarti de' tuoi nemici? governati bene.

NEMICO

1

A nemico che fugge ponti d'oro.

2

Amico beneficato, nemico dichiarato.

3

Chi non sa fingersi amico, non sa essere nemico.

4

Chi è gran nemico, è anche grande amico.

5

E' male amico chi a sé è nemico.

6

Gran nemico all'uomo è il parer proprio.

7

Il meglio è nemico del bene.

8

Il nemico ti fa savio.

9

Il nemico, pensa che può diventarti amico.

10

Il tuo nemico è quel dell'arte tua.

11

Il verosimile, è nemico del vero.

12

Nel volerti giovar, lo stolto amico ti nuoce piú d'ogni crudel nemico.

13

Nemico diviso, mezzo vinto.

14

Non v'è maggior nemico della troppa prosperità.

15

Oste antico, nemico moderno.

16

Parla all'amico come se avesse a diventar nemico.

17

Peggio è l'invidia dell'amico che l'insidia del nemico.

18

Quello è tuo nemico che è di tuo ufficio.

19

Tutti son bravi quando il nemico fugge.

20

Un nemico è troppo, e cento amici non bastano.

NEMMEN

1

D'estate ogni buco fa latte, d'inverno nemmen le buone vacche.

NEMMENO

1

Anche lui era di quella "gente che non hanno nemmeno un padrone."

2

Chi non ama le bestie non ama nemmeno gli uomini.

3

Chi non rispetta sé, non rispetta nemmeno gli altri.

4

Soli non si starebbe bene nemmeno in Paradiso.

NEO

1

Un neo cresce belleza.

NERA

1

Quando la mora è nera, un fuso per sera; quando l'è nera affatto, filane tre o quattro.

2

Terra nera buon grano mena.

3

Tevere non cresce, se Nera non mesce.

NERE

1

Anche le mucche nere danno il latte bianco.

2

Anche le mucche nere dànno il latte bianco.

NERI

1

I quattrini bianchi vanno conservati per i giorni neri.

NERO

1

D'un uovo bianco pulcin nero.

2

E' meglio il pan nero che dura, che il bianco che si finisce

3

Guardati da Toscan rosso, da Lombardo nero, da Romagnuol d'ogni pelo.

4

Il bianco e il nero han fatta ricca Vinegia.

5

Non bisogna fare (o farsi) il diavolo più nero che non è.

6

Sera rossa e nero mattino, rallegra il pellegrino.

NESPOLA

1

Per San Simone (28 ottobre), la nespola ripone.

2

Quando vedi la nespola e tu piangi, ch'ell'è l'ultima frutta che tu mangi.

NESPOLE

1

Col tempo e con la paglia si maturan le sorbe (o le nespole) e la canaglia.

NESSUN

1

Bocca chiusa e occhio aperto, non fe' mai nessun deserto.

2

Da vivo nessun profitto e da morto tutto.

3

E' più vicino il dente che nessun parente.

4

Nessun buono avvocato piatisce mai.

5

Nessun pecca sapendo peccare.

6

Nessun vecchio spaventa Dio.

7

Non c'è nessun male come il bisogno.

8

Ognun vede il mantello, nessun vede il budello.

NESSUNA

1

Chi ne ha in cuna non dica di nessuna.

2

Nessuna maraviglia dura più di tre giorni.

3

Nessuna spada è piú tagliente di quella che combatte per la libertà.

4

Non c'è nessuna causa che non trovi il suo avvcato.

NESSUNO

1

A nessuno piace chi troppo a se stesso piace.

2

A nessuno piace la giustizia a casa sua.

3

All'impossibile nessuno è tenuto.

4

Amico di tutti e di nessuno, è tutt'uno.

5

Aprile n'ha trenta, se piove trentuno, non fa male a nessuno.

6

Avanti la morte nessuno c'entra.

7

Chi ama tutti non ama nessuno.

8

Chi serve al comune, non serve a nessuno.

9

Dieci once a tutti, undici a qualcuno e dodici a nessuno.

10

Dove molti peccano, nessuno si gastiga.

11

I ladri sarebbero pochi, se nessuno tenesse loro la mano.

12

Il bugiardo conosciuto (o chi per bugiardo è conosciuto), da nessuno è mai creduto.

13

In mille uno, in cento nessuno.

14

L'amore a nessuno fa onore e a tutti fa dolore.

15

La moglie, lo schioppo e il cane non si prestano a nessuno.

16

La morte non guarda in faccia a nessuno.

17

La vecchiezza è un male desiderato da tutti: la gioventù un bene non conosciuto da nessuno.

18

Le avversità non adulano nessuno.

19

Nessuno dice che il suo granajo è pieno.

20

Nessunonulla per nulla.

21

Nessuno ha piú libertà della mosca, che si posa persino sul naso di un re.

22

Nessuno nasce maestro.

23

Nessuno può fermare la ruota del tempo.

24

Nessuno può trovare il legame che avvicina i pensieri.

25

Nessuno sa il sabato, se non chi lo digiuna.

26

Nessuno si pentì mai d'aver taciuto.

27

Nessuno è più che uomo.

28

Nessuno è profeta in patria.

29

Nessuno, per quanto accorto, può mettere le mani addosso ai pensieri.

30

Non si può tenere la lingua a nessuno.

31

Non si satolla nessuno con l'uova bevute.

32

Non vi sarà gran danno per nessuno, se ha un po' di male e di bene ciascuno.

33

piantobruno non suffraga nessuno.

34

Ognuno sa dov'è, ma nessuno sa dov'ha da andare.

35

Per debiti non s'è ancora impiccato nessuno.

36

Per il pensare non s'impicca nessuno.

37

Roma non fù matrigna a nessuno.

38

Se la vita fosse intesa, nessuno l'accetterebbe.

39

Tutti si nasce piangendo e nessuno muore ridendo.

40

Tutti voglion vedere i matti in piazza, ma nessuno della sua razza.

41

Un po' per uno non fa male a nessuno.

42

Uno e nessuno è tutt'uno.

43

Uno, nessuno: due come uno; tre così così; quattro il diavolo a quattro.

44

Ventre digiuno non ode nessuno.

NESTO

1

Quando l'anno vien bisesto, non por bachi e non far nesto.

NETTA

1

Chi ha un orecchio solo, spesso se lo netta.

2

Della superbia de' poveri il diavolo se ne netta il sedere.

3

Donna brunetta, di natura netta.

4

Se ognuno spazzasse da casa sua, tutta la città sarebbe netta.

NETTANO

1

Non tutte le macchie si nettano con l'acqua calda.

NETTI

1

Chi è imbrattato si netti.

NETTO

1

L'ulivo benedetto, vuol trovare pulito e netto.

NEUTRALI

1

I neutrali sono come chi sta al secondo piano, che ha il fumo del primo e il piscio del terzo.

NEVE

1

A San Mattia (24 febbraio) la neve per la via.

2

Buona è la neve che a suo tempo viene.

3

Dalla neve o cotta o pesta, non caverai altro che acqua.

4

Dio manda la neve con la luna.

5

Dopo la neve, buon tempo ne viene.

6

La neve di gennaio diventa sale, e quella d'aprile farina.

7

La neve Sant'Andrea l'aspetta; se non a Sant'Andrea, a Natale; se non a Natale, più non l'aspettare.

8

Neve marzolina dura dalla sera alla mattina.

9

Non si caca mai sotto la neve, che non si scuopra.

10

Per Santa Caterina (25 novembre), la neve alla collina (ovvero o neve o brina o tira fuori la fascina).

11

Quando il sole la neve indora, neve, neve e neve ancora.

12

Quando la neve s'inverna in piano, val più il sacco che non vale il grano.

13

Quando la neve è alta un mattone, il grano torna a un testone.

14

Sant'Antonio dalla barba bianca, se non piove, la neve non manca.

15

Sotto la neve pane e sotto l'acqua fame.

16

Tanto bastasse la mala vicina, quanto basta la neve marzolina.

NEVICA

1

E' non nevica mai bene, se di Corsica non viene.

2

Non nevica e non diaccia che il sol non la disfaccia.

3

Non nevica tutto il verno.

4

Per la Santa Candelòra, se nevica o se plora, dell'inverno siamo fuora; ma s'è sole e solicello, noi siam sempre a mezzo il verno.

5

Quando nevica a minuto, la si vuol fare insino al buco.

6

Quando nevica di settembre, nove lune attende.

NEVOSO

1

Anno nevoso anno fruttuoso.

NICCOLÒ

1

San Niccolò di Bari (6 maggio), la festa degli scolari.

NIDO

1

A ogni uccello il suo nido è bello.

2

Casa senza abitanti nido di topi.

3

Cattivo è quell'uccello che rivela il proprio nido.

4

Gli uccelli che sono nel suo nido a tutti si rivoltano.

5

Il cuculo fa l'ova nel nido della sterpazzuola.

6

L'aquila insegna all'inesperta prole, fin dal nido a fissar lo sguardo al sole.

7

La domenica dell'ulivo, ogni uccello fa il suo nido.

8

La gallina cova male fuori dal suo nido.

9

Mal cova la gallina fuor del nido.

10

Nel febbraio la beccaccia fa il nido, nel marzo tre o quattro, nell'aprile pieno il covile, nel maggio tra le frasche, nel giugno come un pugno, nell'agosto non ucciderla al corso.

11

Nido fatto, gazzera morta.

12

Ogni uccello canta meglio nel suo nido che in quello degli altri.

13

Ogni uccello fa festa al suo nido.

NIENTE

1

A pagar non esser corrente, che può nascer l'accidente che tu non paghi niente.

2

A paragon del molto che ignoriamo, è men di un niente quanto noi sappiamo.

3

Amico di ventura niente vale e poco dura.

4

Ben tardi venuto, per niente è tenuto.

5

Bene fatto per paura non val niente e poco dura.

6

Buono è l'amico e buono il parente, ma trista la casa dove non si trova niente.

7

Chi fa bene per paura, niente vale e poco dura.

8

Chi non ha pazienza non ha niente.

9

Chi perde piacere per piacere, non perde niente.

10

Chi sempre prende e niente dona, l'amore dell'amico lo abbandona.

11

Chi si ammoglia con niente, fino a morte ne risente.

12

Chi sta a cà, niente sa.

13

Chi tace acconsente (e chi non parla non dice niente).

14

Chi tanto e chi niente.

15

Ci sono tre specie di ignoranza: sapere niente, sapere male, sapere quello che non vale.

16

Con poco si vive, con niente si muore.

17

La paura è fatta di niente.

18

La prima oliva è oro, la seconda argento, la terza non val niente.

19

Maledetto il ventre che del pan che mangia non si ricorda niente.

20

Niente facendo s'impara a far male, come facendo male s'impara a far bene.

21

Niente si asciuga cosi' presto come le lacrime.

22

Non si fa niente di ben.

23

Né da frati né da monache non t'aspettar mai niente.

24

Perdona a tutti, ma niente a te.

25

Quando facciam del male, il diavolo ci tenta, quando non facciamo niente, noi tentiamo lui.

26

Quando lampeggia da ponente, non lampeggia per niente.

27

Quel che vedi, poco credi; quel che senti non creder niente.

28

Tra parente e parente, tristo a chi non ha niente.


Indice

Homolaicus - Proverbi italiani
L.R. - 2010