HOMOLAICUS - PROVERBI

GIOCA GRATIS

LEMMI

PROVERBI TROVATI

FORCA

1

Chi ha da morir di forca, può ballar sul fiume.

2

E' meglio mendicare, che sulla forca sgambettare.

3

Forca vecchia, spia nuova.

4

Il ladro dell'ago va all'ovo, dall'ovo al bue, dal bue alla forca.

5

Le cattive compagnie conducono l'uomo alla forca.

6

Pugliese, cento per forca e un per paese.

7

Quanti vanno alla forca che non n'hanmalcolpa!.

8

Tre furfanti fanno una forca.

FORCHE

1

I poveri sono i primi alle forche, e gli ultimi a tavola.

2

Il fine del mercante è il fallire; e il fine del ladro in sulle forche, morire.

FORESTIERI

1

A Roma dottori, a Napoli ladroni, a Genova scavezzi, a Milan tagliacantoni, a Venezia forestieri, a Fiorenza scardassieri.

FORESTIERO

1

Chi ama il forestiero: in capo al mese monta a cavallo, e se ne va al paese.

2

Chi sta molto in casa d'altri doventa forestiero in casa propria.

FORIERA

1

L'abbondanza, foriera è d'arroganza.

FORMA

1

L'educazione forma l'uomo.

FORMAGGIO

1

Nel mese di maggio fornisciti di legna e di formaggio.

FORMENTI

1

Se non viene ai venti, egli è perso fra i formenti.

FORMENTO

1

Formento, fava e fieno non si volsero mai bene.

2

Se maggio va fresco va ben la fava e anco il formento.

3

Se tu vedi del formento per Natale, ammazza il cane; se non lo vedi dagli del pane.

FORMICA

1

A granaio vuoto formica non frequenta.

2

Chi ha il cul nell'ortica, spesse volte gli formica.

3

Chi imita la formica la state, non va pel pane in presto il verno.

4

Iddio dà l'ali alla formica perché vada più presto.

5

Non si sazia meno una formica per un granel di grano, che si faccia un leofante per dieci staia.

6

Ogni formica ama il suo buco.

7

Segui la formica se vuoi viver senza fatica.

FORNAI

1

Coscienza di mugnai (o di fornai), coscienza d'osti.

2

Da Ognissanti a Natale i fornai perdono il capitale.

FORNAIO

1

Biada di mugnaio, vin di prete e pan di fornaio, non fare a miccino.

2

Chi compra pane al fornaio, legna legate e vino al minuto, non fa le spese a sé ma ad altri.

3

Chi è oste o fornaio, e fa il barcaruolo, dato gli sia d'un mazzuolo.

4

D'inverno fornaio, d'estate tavernaio.

5

Il fornaio inforna sempre mai, ma non mai sé.

FORNISCITI

1

Nel mese di maggio fornisciti di legna e di formaggio.

FORNO

1

A chi è disgraziato, gli tempesta nel forno.

2

A piccol forno poca legna basta.

3

Amici di buon giorno, son da mettere in forno.

4

In forno caldo non può nascer erba.

5

mulo, né mulino, né fiume, né forno, né signore per vicino.

6

Prodigo e bevitor di vino, non fa né fornomulino.

FORSE

1

forse né mi pare non si scrisse mai in carte.

FORTE

1

Bue fiacco stampa più forte il piè in terra.

2

Chi e' generoso e' sempre forte.

3

Chi ha meno ragione, grida più forte,

4

Chi non è savio, paziente e forte, si lamenti di sé, non della sorte.

5

Corruccio è vano senza forte mano.

6

Cuor forte rompe cattiva sorte.

7

Cuor forte vince cattiva sorte.

8

Gennaio forte tutti i vecchi si auguran la morte.

9

Il bianco e il rosso va e vien, ma il giallo si mantien;anzi il giallo è un color forte che dura anche dopo morte.

10

Il letame quandtroppo forte alle piante dà la morte.

11

La morte non perdona al forte.

12

Se il coltivatore non è più forte della su' terra, questa finisce col divorarlo.

13

Tre cose simili; prete, avvocato e morte. Il prete toglie dal vivo e dal morto; l'avvocato vuol del diritto e del torto; e la morte vuole il debole e il forte

14

Venezia bella, Padova so' sorella, Treviso forte, Serraval campana, Ceneda villana, Coneglian cacciator, Belluno traditor, Prata disfatta, Brugnera per terra, Sacil crudel, Pordenon selcià, e Porzia innamorà.

FORTI

1

Fortuna i forti aiuta, e i timidi rifiuta.

2

Le mura, per quanto forti, non possono impedire il volo del pensiero.

FORTIFICATO

1

Chi è fortificato, non è turbato.

FORTUNA

1

Alla fortuna bisogna lasciar sempre una finestra aperta.

2

Assai avanza chi fortuna passa.

3

Assai ben balla a chi fortuna suona.

4

Beni di fortuna passano come la luna.

5

Buono studio rompe rea fortuna.

6

Chi fugge la fatica, fugge la fortuna.

7

Chi ha beni di fortuna in abbondanza puo facilmente fare ciò che gli piace.

8

Chi ha fortuna in amor non giochi a carte.

9

Chi incontra buona moglie ha gran fortuna.

10

Ci vuol molta fatica a salir sulla ruota della fortuna.

11

Ci vuole un'oncia di fortuna, e un diavol che porti.

12

Come la fortuna toglie, così dà.

13

Dove la fortuna giuoca più che il senno, la gente vi corre.

14

E' meglio nascer senza naso che senza fortuna.

15

E' meglio smarrir la strada con la buona fortuna, che star sempre al bivio.

16

Fortuna cieca, i suoi accieca.

17

Fortuna i forti aiuta, e i timidi rifiuta.

18

Fortuna, e dormi.

19

Fortunato (o chi ha fortuna) in amor non giochi a carte.

20

Gli uomini son la palla della fortuna.

21

Il mare fa fortuna, non le fonti.

22

Infelice che abbisogni dell'aiuto d'altri per liberarsi dal male o percercar fortuna.

23

L'ecclissi sia del sole o della luna, freddo la porta e mai buona fortuna.

24

L'industria é la mano destra della fortuna.

25

L'oro rende sordo e la fortuna cieco.

26

L'uomo ordisce, e la fortuna tesse.

27

La fortuna aiuta i matti e i fanciulli.

28

La fortuna vien tre volte (e non più).

29

La fortuna è una vacca, a chi mostra il davanti, a chi il di dietro.

30

La fortuna è vaga de' bei tiri.

31

La fortuna, il fatto, e il destino, non vagliono un quattrino.

32

La rota della fortuna non è sempre una.

33

Non comincia fortuna mai per poco, quando un mortal si piglia a scherno e gioco.

34

Non val sapere, a chi fortuna ha contra.

35

Quando del ben servir mal si raduna, non si deve incolpar se non fortuna.

36

Quando fortuna dona all'uom rispetto, gli dà favore e aiuto a suo dispetto.

37

Ragazza vecchia fortuna aspetta.

38

Se fortuna travaglia un nobil core, raro è che alfine non gli dia favore.

39

Tempo, vento, signor, donna, fortuna, voltano e tornan come fa la luna.

40

Virtù e fortuna non istanno di casa assieme.

FORTUNATI

1

Gli sfacciati son sempre fortunati.

FORTUNATO

1

Chi è sfortunato al gioco è fortunato in amore.

2

Fortunato (o chi ha fortuna) in amor non giochi a carte.

FORZA

1

Buona la forza, meglio l'ingegno.

2

Chi non ha amico o germano, non ha forza in braccio né in mano.

3

Chi non ha forza abbia la pelle dura.

4

Contro la forza la ragion non vale.

5

Cosa per forza non vale scorza.

6

E' si può fare il male a forza ma non il bene.

7

Ira senza forza, nulla vale.

8

L'unione fa la forza.

9

La forza caca addosso alla ragione.

10

Papa per voce, Re per natura, Imperatore per forza.

11

Per forza si fa l'aceto.

12

Sapienza di pover uomo, bellezza di p... e forza di facchino non valgono un quattrino.

13

Spesso si dà per forza quel che si nega per cortesia.

FORZE

1

L'impazienza rovina le forze.

FORZIERI

1

Chi pochi soldi ti ha rubato ieri, domani ti vuoterà casse e forzieri.

FORZOSO

1

Uomo peloso, uomo forzoso.

FOSCHE

1

Quando si sente morder le mosche, le giornate si metton fosche.

FOSSA

1

Chi asino è e cervo esser si crede, al saltar della fossa se n'avvede.

2

Chi vien dalla fossa sa che cosa è morto.

3

Chi è asino e cervo si crede, al saltar della fossa se n'avvede.

4

Dal campo deve uscir la fossa.

5

Grosseto ingrossa, Batignano fa la fossa, Paganico sotterra l'ossa.

6

L'invidia fa agli altri la fossa, e poi vi casca dentro.

7

Rare volte il diavolo giace morto nella fossa.

8

Se un cieco guida l'altro, tutti due cascano nella fossa.

FOSSE

1

Chi fosse indovino, sarebbe ricco.

2

Del senno di poi son piene le fosse.

3

Se il grande fosse valente e il piccolo paziente e il rosso leale,ognun sarebbe eguale.

4

Se il prestar fosse buono, si presterebbe anche la moglie.

5

Se l'invidia fosse febbre, tutto il mondo n'avrebbe.

6

Se l'orgoglio fosse un'arte, vi sarebbero molti maestri.

7

Se la vita fosse intesa, nessuno l'accetterebbe.

8

Se non ci fosse il va' con Dio, bel mestier sarebbe il mio.

9

Vorrebbe l'avaro dal donare alieno, che di prodighi fosse il mondo pieno.

FOSSERO

1

Se le donne fossero d'oro, non varrebbero un quattrino.

FOSSETTO

1

Beato quel campetto che ha siepe col fossetto.

FOSSI

1

Se fossi cappellaio gli uomini nascerebbero senza capo.

FOSSO

1

Chi segue il rospo, cade nel fosso.

FOSTI

1

Dimmi chi fosti, e ti dirò chi sei.

FRACASSO

1

I debiti dei poveri fanno un gran fracasso.

2

Temporal di notte, molto fracasso e nulla di rotto.

FRADICIA

1

Una pera fradicia ne guasta un monte.

FRANCESE

1

Al Francese un'oca, allo Spagnolo una rapa.

2

Francese furioso, Spagnolo assennato, Tedesco sospettoso.

3

Francese per la vita, Tedesco per la bocca.

4

Furia francese e ritirata spagnola.

5

Il Francese per amico, ma non per vicino, se tu puoi.

6

L'Italiano è saggio prima di fare una cosa, il Tedesco quando la fa, e il Francese quando è bell'e fatta.

7

Le nazioni smaltiscono diversamente il dolore: il Tedesco lo beve, il Francese lo mangia, lo Spagnolo lo piange, e l'Italiano lo dorme.

8

Signore spagnolo, e pasticciere francese.

9

Un signor che il tuo ti toglie, mal francese con le doglie, assassin che ti dispoglie, è men mal che l'aver moglie.

FRANCESI

1

Da Spagnoli e Imperiali, da Francesi e Cardinali, libera nos, Domine.

2

Fiorentini innanzi al fatto; veneziani sul fatto; senesi dopo il fatto; tedeschi alla stalla; francesi alla cucina; spagnoli alla camera; italiani ad ogni cosa; pisantin pesa l'uovo; milanese spanchiarol; veronese cavoso; fiorentin cieco; bolognese matto; mantuan bulhar; ferrarese gambamarze; romagnuolo d'ogni pelo; spagnolo bianco; lombardo rosso; tedesco negro; schiavone piccolo; genovese guercio; veneziano gobbo.

3

Gli Italiani piangono, gli Alemanni gridano, i Francesi cantano.

4

Gli Spagnoli s'accordano a bravare, i Francesi a gridare, gli Inglesi a mangiare, i Tedeschi a sbevazzare e gli Italiani a pisciare.

5

I Francesi non dicono come voglion fare, non leggono come scrivono, non contano come notano.

6

Il Piemonte è la sepoltura dei Francesi.

7

Quando Venezia comandava, si desinava e si cenava, coi Francesi, buona gente, si desinava solamente.

FRANCIA

1

Chi passa Stra e non v'inciampa, va sano sino in Francia.

2

Chi va al canto al Giglio e non inciampa, può ir sicuro in Francia.

3

I don di Spagna, i conti d'Alemagna, i monsieurs di Francia, i vescovi d'Italia, i cavalier di Napoli, i lordi di Scozia, i fidalghi di Portogallo, i minori fratelli d'Inghilterra e i nobili d'Ungheria, fanno una povera compagnia.

4

La morte non sparagna re di Francia né di Spagna.

5

Spagna magra, Francia grassa, Germania la passa.

FRANCO

1

Ascolta tutti, parla franco, credi a pochi, a te poi manco.

FRANCOLINO

1

Sicilia dà i Covelli, Francolino i Graziani, Bergamo gli Zanni, Venezia i Pantaloni, e Mantova i buffoni.

FRASCA

1

Buona frasca e cattivo vino.

2

Chi si ripara sotto la frasca, ha quella che piove e quella che casca.

3

Egli è meglio pincione in mano che tordo in frasca.

4

Il buon vino non ha bisogno di frasca (o di frasche).

5

Non è bella la pasqua se non gocciola la frasca.

6

Pasqua venga alta o venga bassa, la vien con la foglia o con la frasca.

FRASCHE

1

Chi s'impaccia (o chi cucina) colle frasche, la minestra sa di fumo.

2

Frasche, fumo e vanità è tutt'uno.

3

I piselli son sempre nelle frasche.

4

Il buon vino non ha bisogno di frasca (o di frasche).

5

Nel febbraio la beccaccia fa il nido, nel marzo tre o quattro, nell'aprile pieno il covile, nel maggio tra le frasche, nel giugno come un pugno, nell'agosto non ucciderla al corso.

FRATE

1

A chierico che si fa frate non gli fidar la tua comare.

2

Chi fa un frate, fa un ciuco.

3

Chi ha portata la tonaca puzza sempre di frate.

4

Frate che chiede per Dio, chiede per due (cioè anche per sé).

5

Frate che fu soldato è più sperimentato.

6

Frate sfratato e cavol riscaldato, non fu mai buone.

7

Il frate predicava che non si dovea rubare, e lui avea l'oca nello scapolare.

8

Il lupo d'esser frate ha voglia ardente mentre è infermo; ma sano se ne pente.

9

In (o per) compagnia prese moglie un frate.

10

Meno male i calci d'un frate, che le carezze d'un cortigiano.

11

Una giovine in mano a un vecchio, un uccello in mano a un ragazzo, un cavallo in mano a un frate, son tre cose strapazzate.

FRATEI

1

Non curano i fratei della soror, se non è da più di lor.

FRATELLI

1

Contro due fratelli non ne volle il diavolo.

2

Corruccio di fratelli fa più che due flagelli.

3

Di tre cose si rallegra il cuore: la concordia dei fratelli, l'amore dei vicini, l'accordo di marito e moglie.

4

Fidati e Nontifidare eran fratelli.

5

Fratelli, flagelli.

6

I don di Spagna, i conti d'Alemagna, i monsieurs di Francia, i vescovi d'Italia, i cavalier di Napoli, i lordi di Scozia, i fidalghi di Portogallo, i minori fratelli d'Inghilterra e i nobili d'Ungheria, fanno una povera compagnia.

7

Richezza e sopruso son fratelli.

8

Si può vivere senza fratelli ma non senza amici.

9

Tre fratelli, tre castelli.

FRATELLO

1

Chi loda per interesse, vorrebbe esser fratello del lodato.

2

Chi offende l'amico, non la risparmia al fratello.

3

E' meglio una cattiva parola del marito, che una buona del fratello.

4

Fatti in là fratello se tu vuoi che facciamo un bel castello.

5

Pane di fratello, pane e coltello: pane di marito, pane ardito.


Indice

Homolaicus - Proverbi italiani
L.R. - 2010