HOMOLAICUS - PROVERBI

GIOCA GRATIS

LEMMI

PROVERBI TROVATI

VALENTE

1

A volere fare un valente, convien fargli villania.

2

Il ferro nelle mani del fabbro valente diventa acciaio.

3

L'asino porta il basto e non lo sente; se non lo sente, egli è assai valente.

4

La madre misera fa la figlia valente.

5

Se il grande fosse valente e il piccolo paziente e il rosso leale,ognun sarebbe eguale.

VALENTINO

1

Per San Valentino (14 febbraio), primavera sta vicino.

VALENZA

1

Il medico di Valenza, lunghe falde e poca scienza.

VALGONO

1

Le gioie valgono quanto s'apprezzano.

2

Sapienza di pover uomo, bellezza di p... e forza di facchino non valgono un quattrino.

VALIGIA

1

In terra di ladri, la valigia dinanzi.

VALIGIE

1

Dappoiché i decreti hanno avuto ale, e i soldati valigie, e che i monaci vanno a cavallo, ogni cosa è andata male.

VALLE

1

Da San Gallo (16 ottobre) ara il monte e semina la valle.

2

Il fumo va all'aria, e l'acqua alla valle.

3

Ogni monte ha la sua valle.

4

Tristo è quell'uccello che nasce in cattiva valle.

VAN

1

Al macello van più capretti giovani che vecchi.

2

I benefizi dei morti van presto in fumo.

3

I danari van via come l'acqua benedetta.

4

Le buone usanze van tutte a perdersi.

5

Le novità duran tre dì, e quando van di trotto, le non duran più d'otto.

6

Sant'Agnese le lucertole van per le siepi.

7

Tutte le botte non van giulive.

VANA

1

Gloria mondana, gloria vana, fiorisce e non grana.

2

Prosperità umana, sospetta e vana.

VANE

1

Le cane son vane, e le rappe sono certane.

2

Le lodi umane son cose vane.

VANGA

1

Chi vanga non l'inganna.

2

L'aratro ha la punta di ferro; la zappa l'ha d'argento; D'oro l'ha la vanga; e quando vuoi far lavoro degno, metti tra la vanga molto ferro e poco legno.

3

La vanga ha la punta d'oro.

4

Quando i nuvoli vanno in su, to' una seggiola e siedivi su; quando i nuvoli vanno al mare, to' una vanga e va a vangare (o quando l'oche vanno al mare, to' una vanga, ecc.)

5

Vanga e zappa non vuol digiuno.

6

Vanga piatta poco attacca; vanga ritta, terra ricca; vanga sotto, ricca al doppio.

VANGAMI

1

Vangami nella polvere, incalzami nel fango, io ti darò buon vino.

VANGARE

1

Quando i nuvoli vanno in su, to' una seggiola e siedivi su; quando i nuvoli vanno al mare, to' una vanga e va a vangare (o quando l'oche vanno al mare, to' una vanga, ecc.)

VANGELO

1

Col Vangelo si può diventare eretici.

VANITÀ

1

Frasche, fumo e vanità è tutt'uno.

VANITOSA

1

S'è grande, è oziosa; s'è piccola, è viziosa; s'è bella è vanitosa; s'è brutta, è fastidiosa.

VANNE

1

Il fuoco e l'amore non dicon mai vanne al lavoro.

VANNO

1

Ai cani e ai cavalli magri vanno addosso le mosche.

2

Ai peggio porci vanno (o toccano) le meglio pere.

3

Amori di monaca e fiori di mandorlo, presto vengono e presto vanno.

4

Beltà e follìa vanno spesso in compagnia.

5

Cani, lupi, e botte, vanno fuori di notte.

6

Castagne verdi per Natale sanno molto e poi vanno a male.

7

Dappoiché i decreti hanno avuto ale, e i soldati valigie, e che i monaci vanno a cavallo, ogni cosa è andata male.

8

Gli storni son magri perché vanno a stormi.

9

Gli stracci (o i cenci) vanno all'aria.

10

Gli uomini vanno veduti in pianelle, e le donne in cuffia.

11

Grano e corna vanno insieme.

12

I cenci sudici vanno lavati in casa.

13

I danari vanno e vengono.

14

I danari vengono di passo, e se ne vanno via di galoppo.

15

I pensieri vanno falliti.

16

I quattrini bianchi vanno conservati per i giorni neri.

17

I quattrini dell'avaro due volte vanno al mercato.

18

I vecchi vanno verso la morte e ai giovani la gli va incontro.

19

In pellicceria ci vanno più pelli di volpe che d'asino.

20

Le buone usanze vanno rispettate.

21

Le cose vanno a chi non sa apprezzarle.

22

Le cose vanno fatte quando se ne sente il bisogno.

23

Le parole disoneste, vanno attorno come la peste.

24

Le Trentine vengono giù pollastre e se ne vanno su galline.

25

Non tutte vanno a un modo.

26

Quando i furbi vanno in processione, il diavolo porta la croce.

27

Quando i nuvoli vanno in su, to' una seggiola e siedivi su; quando i nuvoli vanno al mare, to' una vanga e va a vangare (o quando l'oche vanno al mare, to' una vanga, ecc.)

28

Quando piove e luce il sole, tutte le vecchie vanno in amore.

29

Quanti vanno alla forca che non n'hanmalcolpa!.

30

Se ne vanno gli amori e restano i dolori.

31

Solo i cenci (o gli stracci) vanno all'aria.

32

Tutti i cenci vanno in bucato.

33

Verità e bugie non vanno in compagnia.

VANO

1

Corruccio è vano senza forte mano.

2

Dove non c'è rimedio il pianto è vano.

VANTAGGIO

1

Chivantaggio, perde.

2

Chi ha coraggio, ha vantaggio.

3

Tra due poltroni il vantaggio è di chi prima conosce l'altro.

VANTATORE

1

Credi al vantatore, come al mentitore.

2

Gran vantatore, piccol facitore.

3

Non c'è vantatore che parli senza errore.

VANTI

1

Carta che venga, giocator si vanti.

VANTO

1

Sospiro e pianto è nel vanto.

VARCO

1

A San Marco le vacche passano il varco.

VARIA

1

La vita è bella perché è varia.

2

Quando il ciel bello varia, convien dargli dell'aria (cioè alla casa).

3

Tempo e fantasia si varia spesso.

VARII

1

Varii sono degli uomini i capricci: A chi piace la torta, a chi i pasticci.

2

Varii sono degli uomini i cervelli: a chi piace la torta, a chi i tortelli.

VARRÀ

1

Di qui a cent'anni, tanto varrà il lino quanto la stoppa.

2

Tempo verrà che il tristo varrà.

VARREBBERO

1

Se le donne fossero d'oro, non varrebbero un quattrino.

VASI

1

Guardati dai fanciulli che ascoltano: anche i piccoli vasi hanno le orecchie.

2

Portare vasi a Samo.

VASO

1

Chi pon mèle in vaso nuovo, provi se tiene acqua.

2

La goccia che fa traboccare il vaso.

3

Vaso vuoto suona meglio.

VASSALLAGGIO

1

Amore non mira lignaggiofedevassallaggio.

VASSALLO

1

Il peccato del signore fa piangere il vassallo.

VATTENE

1

D'aprile non ti scuoprire, di maggio vai adagio, di giugno cavati il codigugno, e se non pare tòrnatelo a infilare; di luglio vattene ignudo.

VATTI

1

Le licenze son cento, e l'ultima è Vatti con Dio.

VECCHI

1

Ai santi vecchi non gli si dà più incenso.

2

Al macello van più capretti giovani che vecchi.

3

Amico e vino vogliono esser vecchi.

4

Bisognerebbe essere prima vecchi e poi giovani.

5

Bravure da giovani, doglie da vecchi.

6

De' giovani ne muor qualcuno, de' vecchi non ne campa niuno.

7

Fa' bene a' putti se lo dimenticano, fa' bene a' vecchi muoiono.

8

Gennaio forte tutti i vecchi si auguran la morte.

9

Gli amori nuovi fanno dimenticare i vecchi.

10

Guai a quella famiglia che non ha vecchi per molto senno e per età.

11

I nostri vecchi istavan cent'anni col culo a la piova prima di fare un proverbio.

12

I proverbi li facevano i vecchi, e stavan cent'anni e li facevan sulla comoda.

13

I santi nuovi metton da parte i vecchi.

14

I santi vecchi non fanno più miracoli.

15

I terreni non diventan mai vecchi.

16

I vecchi son lepri, dormono con gli occhi aperti.

17

I vecchi vanno verso la morte e ai giovani la gli va incontro.

18

Il vino è la poppa (o il latte) dei vecchi.

19

Imparano dai buoi vecchi ad arare i giovani.

20

La morte non guarda solamente al libro de' vecchi.

21

Le poma ai putti, e il libro ai vecchi.

22

Nella pace i giovani seppelliscono i vecchi, ma nella guerra i vecchi seppelliscono i giovani.

23

Peccati vecchi, penitenza nuova.

24

Più che vecchi non si campa.

25

Quando i vecchi pigliano moglie, le campane suonano a morto.

26

Quando tutti i vizi sono vecchi l'avarizia è giovane.

27

Ragazzi savi e vecchi matti, non furon mai buoni a nulla.

28

Si muore giovani per disgrazia e vecchi per dovere.

VECCHIA

1

A vecchia che mangia pollastrelli, gli vien voglia di carne salata.

2

Allo specchiobruttavecchia.

3

Aprile cava (o esce) la vecchia dal covile.

4

Aprile, esce la vecchia dal covile; e la giovane non vuole uscire.

5

Capra giovane mangia il sale, capra vecchia mangia il sale e il sacco.

6

Cavalier male arrivato, vecchia carta ve cercando.

7

Chi lascia la via vecchia per la nuova, sa quel che lascia e non sa quel che trova (oppure spesse volte ingannato si ritrova).

8

Donna vecchia, donna proverbiosa.

9

Dura più una pentola (o conca) vecchia (o fessa) che una nuova (o sana).

10

Duro a vecchia licenza, nuova legge.

11

Forca vecchia, spia nuova.

12

Gallina vecchia fa buon brodo.

13

Gallina vecchia senza tetto, non fu mai senza difetto.

14

Gallina vecchia vuol galletto giovane.

15

Il bisognino fa trottar la vecchia.

16

La vecchia mal raddotta, sulla sera la piglia la rocca.

17

Nave vecchia, ricchezza del padrone.

18

Nel mese di gennar la vecchia sta in tirar.

19

Non v'è giovane che non sia bella, né vecchia che non sia brutta.

20

Quando vien la sera, la vecchia si dispera.

21

Ragazza vecchia fortuna aspetta.

22

Riso di signore, sereno d'inverno, cappello di matto, e trotto di mula vecchia, fanno una primiera di pochi punti.

23

Seren d'inverno e pioggia d'estate, e vecchia prosperitate, non durano tre giornate.

VECCHIAIA

1

Chi gode in gioventù spesso soffre in vecchiaia.

2

Chi non fa bene in gioventù, stenta in vecchiaia.

3

Chi non fa le pazzie in gioventù le fa in vecchiaia.

4

Chi ride in gioventù piange in vecchiaia.

5

La vecchiaia viene con tutti i malanni.

6

Nella vecchiaia, la vita pesa e la morte spaventa.

7

Quel ch'è permesso in gioventù, non è permesso in vecchiaia.

VECCHIE

1

Anco le volpi vecchie si pigliano (o rimangono al laccio).

2

Le bestie vecchie muoiono nella stalla de' contadini minchioni.

3

Non c'è cosa peggiore, che in vecchie membra il pizzicor d'amore.

4

Quando piove e luce il sole, tutte le vecchie vanno in amore.

VECCHIEZZA

1

Angelo nella giovanezza, diavolo nella vecchiezza.

2

Chi fatica in giovinezza, gode i frutti in vecchiezza.

3

Chi non ascolta il padre in giovinezza, udirà il boia in vecchiezza.

4

Ciò che la vecchiezza guasta, non c'è maestro che la raccomodi.

5

Conversazione in giovinezza, fraternità in vecchiezza.

6

E' gran saviezza risparmiar la vecchiezza.

7

Gioventù disordinata fa vecchiezza tribolata.

8

Gioventù in olio, vecchiezza in duolo.

9

In gioventù bisogna acquistare, quel che in vecchiezza ti può giovare.

10

La vecchiezza è da ognuno desiderata; quando s'acquista viene odiata.

11

La vecchiezza è un male desiderato da tutti: la gioventù un bene non conosciuto da nessuno.

12

Ognuno ha la sua vecchiezza che si prepara.

13

Salute e vecchiezza creano bellezza.

14

Tutto cala in vecchiezza, fuorché avarizia, prudenza e saviezza.

VECCHIO

1

A bue vecchio, campanaccio nuovo.

2

A cane vecchio e malato tutti pestano la coda.

3

A fare il vecchio si è sempre a tempo.

4

A gatto vecchio dàgli il topo giovane.

5

A gatto vecchio, sorcio tenerello.

6

A San Martino (11 novembre) ogni mosto è vino, (o è vecchio ogni vino).

7

Al vecchio non manca mai da raccontare, né al sole né al focolare.

8

Amici, oro, e vin vecchio son buoni per tutto.

9

Amico vecchio e casa nuova.

10

Amor nuovo va e viene, amor vecchio si mantiene.

11

Amore nuovo va e viene, ed il vecchio si mantiene.

12

Amore vecchio non fa ruggine.

13

Beata chi di vecchio pazzo s'innamora.

14

Beata quella casa che di vecchio sa.

15

Bue vecchio, solco diritto.

16

Can vecchio non abbaia invano.

17

Cavallo giovane porta soldati, cavallo vecchio porta concime.

18

Cavallo vecchio, tardi muta ambiatura.

19

Chi di vecchio si veste, gode poco e presto n'esce.

20

Chi dà una giovane per moglie a un vecchio, gli dà la culla per dote.

21

Chi getta la sua roba al popolazzo,si trova vecchio poi, povero e pazzo.

22

Chi va a cavallo da giovane, va a piedi da vecchio.

23

Consiglio di vecchio non rompe mai la testa.

24

Consiglio di vecchio, e aiuto di giovane.

25

Di settembre e d'agosto, bevi il vin vecchio e lascia stare il mosto.

26

E' difficile condurre il can vecchio a mano.

27

E' più facile arrovesciare un pozzo, che riformare un vecchio.

28

Freddo primaticcio e foglie serotine, ammazzano il vecchio.

29

Gallo vecchio, gallina tenerella.

30

Giovane ozioso, vecchio bisognoso.

31

Il diavolo è cattivo perché è vecchio.

32

Il potestà nuovo manda via il vecchio.

33

Il vecchio pianta la vigna, e il giovine la vendemmia.

34

Il vecchio rimbambisce e il giovane impazzisce.

35

L'arcolaio, quanto più è vecchio, e meglio gira.

36

Lascia fare a Dio, ch'è Santo vecchio.

37

Maledetto il giovane di cento anni, e benedetto il vecchio di venti.

38

Marito vecchio e moglie giovane assai figliuoli.

39

Marito vecchio, meglio che nulla.

40

Medico vecchio e chirurgo giovane.

41

Nessun vecchio spaventa Dio.

42

Non c'è migliore specchio dell'amico vecchio.

43

Non ti rallegrar del mio duolo, chè quando il mio sarà vecchio, il tuo sarà nuovo.

44

Non v'è sabato senza sole, non v'è donna senza amore, né domenica senza sapore, (o senza credo) né vecchio senza dolore.

45

Panno vecchio presto schiantato.

46

Quando il pagliajo vecchio piglia fuoco, si spenge male.

47

Quanto minor bisogno ha di denaro, tanto piú gode averne il vecchio avaro.

48

Quanto più l'uccello è vecchio, tanto più malvolentieri lascia le piume.

49

Rete nuova non piglia uccello vecchio.

50

Se il giovane sapesse, e se il vecchio potesse, e' non c'è cosa che non sifacesse.

51

Se non vuoi viver vecchio appiccati giovane.

52

Solo il bue vecchio muove le carra arrestate.

53

Un asin di vent'anni è più vecchio d'un uomo di sessanta.

54

Una giovane e un vecchio empion la casa e il tetto.

55

Una giovine in mano a un vecchio, un uccello in mano a un ragazzo, un cavallo in mano a un frate, son tre cose strapazzate.

56

Val più un vecchio in un canto che un giovane in un campo.

57

Vecchio che non indovina, non vale una sardina.

58

Vecchio in amore, inverno in fiore.

59

Vecchio è chi muore.


Indice

Homolaicus - Proverbi italiani
L.R. - 2010