HOMOLAICUS - PROVERBI

GIOCA GRATIS

LEMMI

PROVERBI TROVATI

QUERCIA

1

La quercia non fa limoni.

QUERCIOLA

1

Quando mette la querciola, e tu semina la cicerchiola.

QUEST

1

Alle prime rinfrescate si mette a prova la sanità. Ma pure s'intende a quest'altro modo, almeno in montagna dovpiù freddo: io ti conosco pover'uomo che non hai panni d'inverno da porti indosso.

2

E più disperatamente: Ed anche si dice che Specificando i mali guadagni con quest'altro dettato: cioè, far la spia-- Far grippe vale rubare.

3

Il minchione di quest'anno se n'accorge quest'altr'anno.

4

Quest'anno fignolosa, e quest'altro anno sposa.

QUESTA

1

O mangiar questa minestra o saltar questa finestra.

2

Se il coltivatore non è più forte della su' terra, questa finisce col divorarlo.

QUESTI

1

Come avviene in questi anni.

QUESTIONI

1

Per i buon bocconi si fanno le questioni.

QUESTO

1

A questo mondo bisogna o adattarsi, o arrabbiarsi, o disperarsi.

2

Chi non vuol durar fatica in questo mondo, non ci nasca.

3

Chi non vuol far fatica, in questo mondo non vi nasca.

4

Ci è d'ogni cosa in questo mondo.

5

E' meglio dir che pane è questo?, che non ce n'è.

6

I ricchi hanno il paradiso in questo mondo, e nell'altro, se lo vogliono.

7

In questo mondo bisogna essere o incudine o martello.

8

In questo mondo meschino, quando si ha tanto per il pane, non si ha tanto per il vino.

9

Questo era nei voti.

10

Questo proverbio fu notato anche dal Galilei.

QUI

1

Di qui a cent'anni, tanto varrà il lino quanto la stoppa.

2

Nota in figura che qui significa in carne e in ossa: Dante l'usò per effigie.

QUINDICI

1

Donna di quindici e uomo di trenta.

QUINTO

1

Al quintovedrai qual mese avrai.

RABBIA

1

Amor, dispetto, rabbia e gelosia sul core d'ogni donna han signoria.

2

Chi per amor si piglia, per rabbia si lascia (ovvero per rabbia si scapiglia).

3

Chi si piglia solo per amore, di rabbia muore.

4

Chi tutto vuole, di rabbia muore.

5

Il merlo ingrassa in gabbia, il leone muore di rabbia.

6

La rabbia è tra' cani.

7

Uccello in gabbia non canta per amor, canta per rabbia.

RABBIOSI

1

Di cani rabbiosi non si fece mai schiappo.

RABBIOSO

1

Guardati da cane rabbioso e da uomo sospettoso.

2

Quando il sole va giù rabbioso (rubicondo), il giorno di poi non è piovoso.

RABBRUSCA

1

Quando rabbrusca verso levante, se non t'immolla vedrai avante.

RACCATTA

1

Chi n'ha ne semina, e chi non n'ha ne raccatta.

RACCOGLIE

1

Chi dà e ritoglie, il diavolo lo raccoglie.

2

Chi dá e ritoglie, il diavolo lo raccoglie.

3

Chi fa le fave senza concio, le raccoglie senza baccelli.

4

Chi mal semina, mal raccoglie.

5

Chi non semina non raccoglie.

6

Chi parla semina, chi tace raccoglie.

7

Chi pianta le fave senza concime le raccoglie senza baccello.

8

Chi pota di maggio e zappa d'agosto, non raccogliepanemosto.

9

Chi resta in casa e manda fuor la moglie, Semina roba e disonor raccoglie.

10

Chi semina con l'acqua, raccoglie col paniere.

11

Chi semina in rompone (o arrompone) raccoglie in brontolone.

12

Chi semina vento raccoglie tempesta.

13

Chi semina virtú, fama raccoglie.

14

Da un libro vuoto non si raccoglie saviezza.

15

Il curioso raccoglie frutto.

16

La mano cheraccoglie.

17

Le saette non son foglie, chi le manda le raccoglie.

18

Uno fa i miracoli, e un altro raccoglie i moccoli.

19

Uno semina, e un altro raccoglie.

RACCOLA

1

Si predica bene e si raccola (o si raspa) male.

RACCOLTA

1

Chi semina nella mota raccolta vuota.

2

L'economia è una gran raccolta.

RACCOMANDATI

1

Comprar cavalli e tor moglie; serra gli occhi, e raccomandati a Dio.

RACCOMODI

1

Ciò che la vecchiezza guasta, non c'è maestro che la raccomodi.

RACCONTARE

1

Al vecchio non manca mai da raccontare, né al sole né al focolare.

RADA

1

L'errore è un guidatore che conduce verso una falsa rada.

RADDOPPIA

1

Il ricordarsi del male raddoppia il bene.

2

L'impazienza raddoppia il male.

RADDOTTA

1

La vecchia mal raddotta, sulla sera la piglia la rocca.

RADE

1

Rade volte fa roba chi non ruba.

RADICA

1

Chi è in mare navica, chi è in terra radica.

RADICE

1

Erba che non ha radice, muor presto.

RADICI

1

Chi prende moglie perde la metà del cervello; l'altra metà se ne va in radici.

RADO

1

Chi parla rado, è tenuto a grado.

2

Donna che dona di rado è buona.

3

Due cose stanno di rado sotto lo stesso cappello: esperienza e illusione.

4

Il gran rado non fa vergogna all'aja.

5

Solco rado empie il granaio.

6

Uomo nasuto di rado cornuto.

RADUNA

1

Quando del ben servir mal si raduna, non si deve incolpar se non fortuna.

RADUNAN

1

Tanto sparpaglia una gallina, quanto radunan cento.

RAFFA

1

Quel che vien di ruffa raffa, se ne va di buffa in baffa.

RAFFE

1

Quando viene la comare, di riffe o di raffe bisogna andare.

RAFFICA

1

Chi traffica, raffica.

RAGAZZA

1

La ragazza è come la perla, men che si vede e più è bella.

2

Ragazza che dura non perde ventura.

3

Ragazza vecchia fortuna aspetta.

RAGAZZE

1

Dove ci son ragazze innamorate, è inutile tener porte serrate.

2

Le donne quando son ragazze han sette mani e una lingua sola; e quando son maritate han sette lingue e una mano sola.

3

Le ragazze piangono con un occhio, le maritate con due, e le monache con quattro.

RAGAZZI

1

Ai ragazzi pane e scarpe.

2

I ragazzi e i pazzi credono che vent'anni e venti lire non debban mai finire.

3

I ragazzi son come la cera, quel che vi si imprime resta.

4

Quando i ragazzi stan cheti, han fatto qualche malestro.

5

Quando i ragazzi stanno fermi, cattivo segno.

6

Ragazzi e bicchieri, mercanzia leggeri.

7

Ragazzi e polli imbrattan le case.

8

Ragazzi e polli non si trovan mai satolli.

9

Ragazzi savi e vecchi matti, non furon mai buoni a nulla.

RAGAZZO

1

Ragazzo crescente ha la lupa nel ventre.

2

Trieste pien de peste; Città nova, chi non vi porta non vi trova; Rovigno pien de ingegno, spacca i sassi come il legno;Capodistria, pedocciosa; Isola famosa; a Piran buon pan; Umago, tre preti e un zago (ragazzo che serve messe); una femmina da ben, e il pievan che la mantien.

3

Una giovine in mano a un vecchio, un uccello in mano a un ragazzo, un cavallo in mano a un frate, son tre cose strapazzate.

RAGGHIA

1

Asino che ragghia, mangia poco fieno.

RAGION

1

Chi disse ragion di Stato, disse un tristo; e chi disse ragion di confino, disse un assassino.

2

Chi perde a ragion non perde nulla.

3

Contro la forza la ragion non vale.

4

Per la ragion di Stato e di confini, son rovinati ricchi e poverini.

RAGIONARE

1

Chi è dell'arte ne può ragionare.

RAGIONE

1

A Padova, i giudici danno la ragione ad ambe le parti.

2

Affezione accieca ragione.

3

Al litigante ci voglion tre cose: aver ragione, saperla dire, e trovar chi la faccia.

4

Chi ha meno ragione, grida più forte,

5

Chi ha ragione teme, chi ha torto spera.

6

Chi ha ragione, Iddio l'aiuta.

7

Chi non cura la sua magione é uomo senza ragione.

8

Chi non ode ragione, non fa con ragione.

9

Chi più grida (o urla) ha più ragione (o ottiene di più).

10

Chi più urla ha più ragione.

11

Chi è sano e non è in prigione, se si rammarica, non ha ragione.

12

Con la ragione della propria parte anche un figlio può correggere un padre.

13

Con ragione patisce, chi senza ragione piatisce.

14

Cuore malato non sente ragione.

15

Dove lega la ragione coscienza pugne.

16

Il coraggio non deve mai essere scompagnato dalla ragione.

17

Il cuore ha le sue ragioni e non intende ragione.

18

Il tacere è rispondere a chi parla senza ragione

19

La fame non conosce ragione.

20

La forza caca addosso alla ragione.

21

La paura non ha ragione.

22

La ragione vuol l'esempio.

23

Malanno e donna senza ragione, si trovano in ogni luogo e in ogni stagione.

24

Molte cose il tempo cura che la ragione non sana.

25

Nella felicità ragione, nell'infelicità pazienza.

26

Né a torto né a ragione, non ti lasciar mettere in prigione.

27

Ordine, mezzo e ragione, governi ogni magione.

28

Quando è alta la passione è bassa la ragione.

29

Ragione fa magione.

30

Ragione insegna che c'è gran divario tra l'uomo coraggioso e il temerario.

31

Se tu hai torto fa' causa, se tu hai ragione, accordati.

32

Tra la briglia e lo sprone, consiste la ragione.

RAGIONI

1

Buone ragioni male intese, sono perle a' porci stese.

2

Il cuore ha le sue ragioni e non intende ragione.

RAGLIA

1

Quando tutti ti diranno che sei asino, e tu raglia.

RAGLIARE

1

Al ragliare si vedrà che non è un leone.

RAGLIO

1

Raglio d'asino non giunse mai in cielo.

RAGNATELA

1

Gli amici hanno la borsa legata con un filo di ragnatela.

RAGNATELI

1

Le leggi sono come i ragnateli.

RAGNI

1

I mosconi rompon le tele de' ragni.

RAGUNA

1

Chi per sé raguna, per altri sparpaglia.

2

La bruma tutte le pezze raguna.

RALLEGRA

1

Di tre cose si rallegra il cuore: la concordia dei fratelli, l'amore dei vicini, l'accordo di marito e moglie.

2

Sera rossa e nero mattino, rallegra il pellegrino.

3

Vino non è buono che non rallegra l'uomo.

RALLEGRAR

1

Non ti rallegrar del mio duolo, chè quando il mio sarà vecchio, il tuo sarà nuovo.

RAME

1

Ottone, rame e stagno, assai denari e poco guadagno.

RAMI

1

L'albero pecca e i rami si seccano.

RAMMARICA

1

Chi è sano e non è in prigione, se si rammarica, non ha ragione.

RAMMARICATO

1

Marito disamorato, matrimonio rammaricato.

RAMMENDARE

1

Chi non sa rammendare (o rassettare) non sa partorirerilevare.

RAMMENTA

1

Rammentare il boia, rammenta la fune.

RAMMENTANO

1

Non si rammentano i morti a tavola.

RAMMENTAR

1

Non rammentar la croce al diavolo.

RAMMENTARE

1

Rammentare il boia, rammenta la fune.

RAMO

1

II ramo si piega quandgiovane.

2

Il ramo somiglia il tronco.

3

Non è mai gran gagliardia, senza un ramo di pazzia.

4

Ramo corto, vendemmia lunga.

RANA

1

La rana avvezza nel pantano, se ell'è al monte torna al piano.

2

Quando la rana canta, il tempo si cambia.

3

Quanto più la rana gonfia, più presto crepa.

4

Rana di palude sempre si salva.

5

Tanto va la rana al poggio, che ci lascia la pelle.

RANNO

1

Chi lava il capo all'asino, perde il ranno e il sapone.

RANNUVOLA

1

Se rannuvola sulla brina, aspetta l'acqua domattina.

RANOCCHI

1

Domeneddio fece bene a non fare i denti a' ranocchi.

2

L'aquile non fanno guerra a' ranocchi.

RANOCCHIO

1

Quando canta il botto (cioè la state, quando canta il ranocchio), rasciuga un dì quanto non piove in otto (ovvero rasciuga più in un dì che il verno in otto).

RAPA

1

Al Francese un'oca, allo Spagnolo una rapa.

2

Barba canuta non è creduta, s'egli è rapà e' dice la verità.

3

Dalla rapa non si cava sangue.

4

Pasqua di Befana, la rapa perde l'anima.

5

San Luca, cava la rapa e metti la zucca.

6

Se vuoi la buona rapa, per Santa Maria (15 agosto) sia nata.

7

Soldati del Papa, otto a cavare una rapa;

RAPAGLI

1

Se vuoi che il tuo figlio cresca, lavagli i piè e rapagli la testa.

RAPE

1

Trist'a quella state, che ha saggina e rape.

RAPERINO

1

Tanto è dire raperino, quanto ladro e assassino.

RAPPE

1

Le cane son vane, e le rappe sono certane.

RAPPEZZARE

1

Cattivo è quel sacco che non si può rappezzare.

RAPUGLIO

1

Chi vuole un buon rapuglio, lo semini in luglio.

RARA

1

Cosa rara, cosa cara.

2

Faccia rara, mente avara.

3

Più rara cosa il mondo non possiede, che la città dove il Leon risiede.

RARE

1

Le cose rare son le più care.

2

Rare volte il diavolo giace morto nella fossa.

RARO

1

Chi negozia con scrittore e con notaro litiga di raro.

2

Il buon giudice, spesso udienza, raro credenza.

3

Il consiglio del male va raro invano.

4

Presto e bene raro avviene.

5

Se fortuna travaglia un nobil core, raro è che alfine non gli dia favore.

RASA

1

A chi fa casa (o s'accasa) la borsa resta rasa.

2

Beata quella casa che v'è cherica rasa.

RASCIA

1

Velluto a' servitori, e rascia a' gentiluomini.

RASCIUGA

1

Quando canta il botto (cioè la state, quando canta il ranocchio), rasciuga un dì quanto non piove in otto (ovvero rasciuga più in un dì che il verno in otto).

2

Un'ora di buon sole rasciuga molti bucati.


Indice

Homolaicus - Proverbi italiani
L.R. - 2010