HOMOLAICUS - PROVERBI

GIOCA GRATIS

LEMMI

PROVERBI TROVATI

SPILLAR

1

Con una bacchetta d'oro si può spillar vino da una roccia.

SPILLO

1

Lo spillo volendo fare a cucir con l'ago, s'avvide ch'egli aveva il capo grosso.

SPINA

1

Cogli la rosa e lascia star la spina.

2

La spina cresce pungendo.

SPINE

1

Anco tra le spine nascono le rose.

2

Le rose cascano, e le spine rimangono.

3

Non c'è rosa senza spine.

4

Ogni rosa ha le sue spine.

SPINGERE

1

L' oro convince perfino il diavolo a spingere la mola.

SPINO

1

Chi è portato giù dall'acqua, s'attacca a ogni spino.

SPIRITI

1

Co' morti non combattono se non gli spiriti.

2

Le donne hanno sette spiriti in corpo.

SPIRITO

1

Coraggio e risoluzione sono lo spirito e l'anima della virtu'.

2

I libri parlano allo spirito, gli amici al cuore, il cielo all'anima e tutto il resto agli orecchi.

SPLENDE

1

Chi più arde più splende.

SPODESTA

1

Chi del suo si spodesta, un maglio gli sia dato sulla testa.

SPOGLIA

1

Chi dei panni altrui si veste, presto si spoglia.

2

Compar di Puglia, l'un tiene e l'altro spoglia.

3

Quando il giuggiolo si veste, e tu ti spoglia; quando si spoglia, e tu ti vesti.

SPOGLIATO

1

Chi si veste dell'altrui, ben gli sta se vien spogliato.

SPOGLIO

1

A Viri Galilei mi spoglio i panni miei.

SPONDA

1

Donna iraconda, mare senza sponda.

SPORCO

1

Il porco vuol mangiare sporco e dormire pulito.

SPORTE

1

A chi sorte, a chi sporte.

SPORTELLO

1

Chi sta a sportello ne vede mezza.

SPOSA

1

Al molino (o alla vigna) e alla sposa, manca sempre qualche cosa.

2

Beata quella sposa, che fa la prima tosa.

3

Chi ha guidato la sposa a casa, sa quanto dura il pianto d'una femmina.

4

Chi ha i buchi nelle gote si sposa senza dote.

5

Chi piglia moglie per denaj, spesso sposa liti e guai.

6

Chi si sposa per la dote,sposa guai e continua lite.

7

Donna danno, sposa spesa, moglie maglio.

8

Le lacrime sono le piú belle perle della sposa.

9

Né di Venere né di Marte non si sposa né si parte (cui si aggiunge, né si dà principio all'arte).

10

Quest'anno fignolosa, e quest'altro anno sposa.

SPOSARE

1

Sposare una vedova è fatica doppia.

SPOSATA

1

Se l'avessi conosciuta prima, non l'avrei sposata dopo.

SPOSATO

1

Gli uomini sono aprile quando fanno all'amore, dicembre quando hanno sposato.

SPRECHI

1

Nulla è più prezioso del tempo e nulla c'è che più si sprechi.

SPRECO

1

Non sempre lo spreco è segno d'abbondanza.

SPRETATO

1

Serva ripresa (o prete spretato) e cavolo riscaldato non fu mai buona (buono).

SPREZZA

1

Chi sprezza l'onore, sprezza Dio.

2

Non sprezzar la dottrina del parente; e chi la sprezza ne riman dolente.

SPREZZAR

1

Non sprezzar la dottrina del parente; e chi la sprezza ne riman dolente.

SPREZZARE

1

Chi il tutto può sprezzare, possiede ogni cosa.

2

Il primo grado di pazzia è tenersi savio, il secondo farne professione, il terzo sprezzare il consiglio.

SPREZZATI

1

Quei consigli son sprezzati che son chiesti e ben pagati.

SPRON

1

Chi ha l'amor nel petto, ha lo spron ne' fianchi.

SPRONE

1

Allo sprone i cavalli, al fischio i cani, e al bastone intendono i villani.

2

Buon cavallo e mal cavallo vuole sprone, e buona femina e mala femina vuol bastone.

3

Caval che corre non ha bisogno di sprone.

4

Tra la briglia e lo sprone, consiste la ragione.

SPRONI

1

Castroni pugliesi, mannarini pistolesi, gran siciliano, zucchero di Candia, cera veneziana, magli romaneschi, sproni viterbesi, cacio di Creta, raviggioli fiorentini.

SPUGNA

1

La Spagna è una spugna.

2

Piccola spugna ritiene acqua.

SPUNTANO

1

I denti del giudizio spuntano tardi e cascano presto.

SPUTA

1

Chi si sputa addosso, non vale un grosso.

SPUTARE

1

Chi ha dentro amaro, non può sputare dolce.

2

Il mèle si fa leccare, il fele si fa sputare.

SQUARCIA

1

Chi troppo insacca squarcia la sacca.

STA

1

A sta troppo con la gente se gli viene a noia.

2

Al leone sta bene la quartana.

3

All'uom dabbene avanza la metà del cervello, al tristo non sta tutto (ovvero non basta quello che ha).

4

Alla prima moglie ci si mette del suo, alla seconda si sta in capitale, alla terza si guadagna.

5

Bologna è grassa per chi ci sta, non per chi ci passa.

6

Can da pagliaio abbaia, e sta discosto.

7

Chi ha moglie allato, sta sempre travagliato.

8

Chi ha pane e vino, sta me' che il suo vicino.

9

Chi lavora, fa la roba a chi si sta.

10

Chi non ha orto e non ammazza porco, tutto l'anno sta a muso torto.

11

Chi se ne sta con una man sopra l'altra, il diavolo balla nel grembiule.

12

Chi si veste dell'altrui, ben gli sta se vien spogliato.

13

Chi sta a casa, non si bagna.

14

Chi sta a cà, niente sa.

15

Chi sta a guardare non soffre.

16

Chi sta a sportello ne vede mezza.

17

Chi sta a vedere, ha due terzi del gioco.

18

Chi sta a' marmi di Santa Maria del Fiore, o è pazzo o sente d'amore.

19

Chi sta alla scolte, sente le sue colpe.

20

Chi sta bene con sé, sta bene con tutti.

21

Chi sta col becco aperto, ha l'imbeccata di vento.

22

Chi sta con i fanciulli s'imbratta la camicia.

23

Chi sta discosto, non vuol giostrare.

24

Chi sta fermo in casi avversi, buon amico può tenersi.

25

Chi sta in ascolterìa, sente cose che non vorrìa.

26

Chi sta molto in casa d'altri doventa forestiero in casa propria.

27

Chi sta per altri, paga per sé.

28

Chi sta seduto su due sedie cade per terra.

29

Chi sta sotto alla piccionaia, casca sempre qualche penna.

30

Chi sta sotto la cappa del camino non puzza che di fumo.

31

Chi va alle nozze e non è invitato, ben gli sta se n'è cacciato (oppure torna a casa sconsolato).

32

Coll'amore sta il timore.

33

Da San Martino a Natale, ogni povero sta male.

34

Dove non è regola, non ci sta frati.

35

Dove sta il cane non cercare il grasso.

36

Dove sta un pane, può stare una parola.

37

Erba cruda, fave cotte, si sta mal tutta la notte.

38

Finchè si è debitori si sta in mezzo ai dolori.

39

Fino a San Martino sta meglio il grano al campo che al mulino.

40

I neutrali sono come chi sta al secondo piano, che ha il fumo del primo e il piscio del terzo.

41

Il ladro sta bene col malandrino.

42

Il pidocchio non ha faccia, e però sta saldo.

43

Il villano nelle piume vi sta a disagio.

44

In panno fino sta la tarma.

45

L'annestare sta nel legare.

46

La gallina che sta nel pollaio, è segno che vuol bene al gallo.

47

La lingua sta bene dentro i denti.

48

La roba sta con chi la sa tenere.

49

La sapienza non sta nella barba.

50

La virtù sta di casa dove meno si crede.

51

La virtù sta nel difficile.

52

La vita dell'adulatore poco tempo sta in fiore.

53

Maggio fresco e casa calda, la massaia sta lieta e balda.

54

Massa, saluta e passa; chi troppo ci sta, la pelle ci lassa.

55

Nel facile sta il difficile.

56

Nel mese di gennar la vecchia sta in tirar.

57

Nella botte piccola ci sta il vin buono.

58

Nella buona compagnia non ci sta malinconia.

59

Nella coda sta il veleno.

60

Nelle botti piccole ci sta il vino buono.

61

Non sempre sta il giudice a banco.

62

Non si sta mai tanto bene che non si possa star meglio, né tanto male che non si possa star peggio.

63

Onestà sta bene anche in chiasso.

64

Pari con pari bene sta e dura.

65

Per San Valentino (14 febbraio), primavera sta vicino.

66

Quando il bambino sta a sedere la poppa la gli è bere.

67

Quando il padrone sta in campagna guarisce il campo e il fattore s'ammala.

68

Quando il re parte, la città sta male.

69

Quando è chiara la marina, mangia, bevi e sta in cucina (piove).

70

Sacco vuoto non si regge diritto (o in piedi, o non sta ritto).

71

Se il lupo sapesse come sta la pecora, guai a lei.

72

Si sta piu' amici a stare un po' lontani.

73

Sotto la bianca cenere, sta la brace ardente.

74

Sta meglio il grano al campo, che al mulino.

75

Sta' sul fuoco quando è sera, a grattar la sonagliera, se aver vuoi la pelle intera.

76

Tasto di mano, sta lontano.

77

Tutto sta nel fare i primi paoli.

78

Usa col buono e sta bene coi cattivi.

STACCIA

1

A chi fa il pane e staccia non gli si ruba focaccia.

STADERA

1

Ogni stadera ha il suo contrappeso.

STAFFE

1

Chi tiene il piede in due staffe spesso se lo trova fuori.

STAGIONE

1

Da novello, tutto è bello; da stagione tutto è buono.

2

Fidarsi alla buona stagione d'aprile, è come fare i conti innanzi l'oste.

3

Il grano freddo di gennaio, il mal tempo di febbraio, il vento di marzo, le dolci acque di aprile, le guazze di maggio, il buon mieter di giugno, il buon batter di luglio, le tre acque d'agosto con la buona stagione, vagliono più che il tron di Salomone.

4

L'avvocato d'ogni stagione miete e d'ogni tempo vendemmia.

5

Malanno e donna senza ragione, si trovano in ogni luogo e in ogni stagione.

6

Metti la roba in un cantone, ché viene tempo ch'ella ha stagione.

7

Stagione vende merce.

STAGNO

1

Ottone, rame e stagno, assai denari e poco guadagno.

STAIA

1

A Prato c'è più preti, che a Pistoia staia.

2

Non si sazia meno una formica per un granel di grano, che si faccia un leofante per dieci staia.

STAIO

1

A granello a granello s'empie lo staio e si fa il monte.

2

Abbaio, abbaio, e di vento empio lo staio.

STALLA

1

Chiudere la stalla quando i buoi sono scappati.

2

Fiorentini innanzi al fatto; veneziani sul fatto; senesi dopo il fatto; tedeschi alla stalla; francesi alla cucina; spagnoli alla camera; italiani ad ogni cosa; pisantin pesa l'uovo; milanese spanchiarol; veronese cavoso; fiorentin cieco; bolognese matto; mantuan bulhar; ferrarese gambamarze; romagnuolo d'ogni pelo; spagnolo bianco; lombardo rosso; tedesco negro; schiavone piccolo; genovese guercio; veneziano gobbo.

3

Le bestie vecchie muoiono nella stalla de' contadini minchioni.

STALLONE

1

Calcio di stallone non fa male alla cavalla.

STAMPA

1

Bue fiacco stampa più forte il piè in terra.

STAMPATO

1

Il libro del perché stampato ancor non è.

STAMPERÀ

1

Quando si stamperà, a voi si donerà.

STAMPI

1

Brozzi (o Sesto) Peretola e Campi son la peggio genia che Cristo stampi.

STAN

1

I danari stan sempre con la berretta in mano.

2

Quando i ragazzi stan cheti, han fatto qualche malestro.

STANCA

1

Chi buon guadagno aspetta, non si stanca.

2

Chi semina sulla strada, stanca i buoi e perde la semenza.

3

Terra bianca, tosto stanca.

STANCANO

1

Un buon paio d'orecchi stancano cento male lingue.

STANDO

1

Non giudicar la nave stando in terra.

STANNO

1

Dove stanno de' Tedeschi non vi può stare Italiani.

2

Due cose stanno di rado sotto lo stesso cappello: esperienza e illusione.

3

Gli avari e i falliti facilmente stanno uniti.

4

I frati si uniscono senza conoscersi, stanno uniti senza amarsi e muoiono senza piangersi.

5

I pesci grossi stanno in fondo.

6

Le marmeggie stanno sempre nella carne secca.

7

Le montagne stanno ferme, gli uomini camminano.

8

Le spezierie migliori stanno ne' sacchetti piccoli.

9

Le tarme stanno nella semola.

10

Nella terra del tiranno trist' a quelli che vi stanno.

11

Non tutti i matti stanno al manicomio.

12

Non tutti i piedi stanno bene in una scarpa.

13

Presto e bene non stanno insieme.

14

Quando i ragazzi stanno fermi, cattivo segno.

STANTI

1

Garbuglio fa pe' male stanti.

STANZA

1

Un bel camino fa una bella stanza.

STAR

1

A star fermi si fa la muffa.

2

A voler star pari col contadino bisogna giocar di zero.

3

Amori, dolori e danari non posson star celati.

4

Bisogna star con lui un verno e un'està, chi vuol saper di quel ch'e' sa.

5

Chi disse star con altri, disse star sempre in guai.

6

Chi vuol star bene, non bisogna partirsi da casa sua.

7

Chi vuol vivere e star bene, prenda il mondo come viene.

8

Chi vuol vivere e star sano, dalle donne (o dai parenti) stia lontano.

9

Cogli la rosa e lascia star la spina.

10

E' meglio smarrir la strada con la buona fortuna, che star sempre al bivio.

11

E' meglio star sotto barba, che sotto bava.

12

Gran peccato non può star celato.

13

Il bello è star nel piano, e confortare i cani all'erta.

14

La camicia che non vuole star teco e tu stracciala.

15

Meglio star vicini a un crudo che a un nudo.

16

Non si sta mai tanto bene che non si possa star meglio, né tanto male che non si possa star peggio.

17

Non tutti si può star in Mercato nuovo.


Indice

Homolaicus - Proverbi italiani
L.R. - 2010