HOMOLAICUS - PROVERBI

GIOCA GRATIS

LEMMI

PROVERBI TROVATI

BOVI

1

Natale in venerdì, vale due poderi: se viene in domenica, vendi i bovi e compa la melica.

2

Quando piove alla buon'ora, prendi i bovi, va e lavora.

BRACCIA

1

Donna che ti stringe e le braccia al collo ti cinge, poco t'ama e molto finge, e nel fine ti abbrucia e tinge.

2

I poveri hanno le braccia corte.

3

Quando le braccia lavorano assai, l'immaginazione riposa.

4

Quattrini e amicizia rompon le braccia alla giustizia.

BRACCIO

1

Chi non ha amico o germano, non ha forza in braccio né in mano.

2

Si presta l'armi, ma non il braccio.

BRACCO

1

Chi non può esser levriero, s'ingannò d'esser bracco.

BRACE

1

Sotto la bianca cenere, sta la brace ardente.

BRACHE

1

A' sottili cascan le brache.

2

All'escita, brache e camicia; e all'entrata, la rocca è inconocchiata.

3

Brache, tela e meloni,di settembre non son più buoni.

4

Chi ha paura, si guardi le brache.

5

Chi non è uso a portar le brache, le costure gli danno noja.

6

I denari son come le brache degli stufaioli; cuoprono le vergogne.

7

Le brache all'uomo, e alla donna il camiciotto.

BRACHETTA

1

Il buono ufficiale vuol aver due cose, mano larga e brachetta stretta.

BRAMA

1

Chi ha buona fama, ha ciò che brama.

2

Chi non dà quello che ama, non riceve quello che brama.

3

Chi più brama, più s'affanna.

4

Mamma, mamma, chi l'ha la chiama e chi non l'ha la brama.

BRAMARE

1

Giammai col bramare, il sacco puoi colmare.

BRAMATO

1

Più da noi è bramato, chè più ci vien negato.

BRAME

1

Il solo cibo può appagar le brame, di chi per lunga inedia ha molta fame.

BRAMEGGIA

1

Chi signoreggia, brameggia.

BRAMI

1

Se tu vuoi che ti ami, fa' che ti brami.

BRANCO

1

Trista a quella pecora che ritorna al branco.

2

Una pecora marcia (o rognosa) ne guasta un branco.

BRANDO

1

Molti parlan d'Orlando che non vider mai il suo brando.

BRAVARE

1

Gli Spagnoli s'accordano a bravare, i Francesi a gridare, gli Inglesi a mangiare, i Tedeschi a sbevazzare e gli Italiani a pisciare.

BRAVEGGIA

1

Chi maneggia non braveggia.

BRAVI

1

Tutti son bravi quando il nemico fugge.

BRAVO

1

Fuol del pericolo ognuno è bravo.

2

Il bisogno fa l'uomo bravo (o l'uomo ingegnoso).

3

Piccion grossi e cavalli a vettura, è bravo chi la dura.

4

Val più aver due soldi di minchione che di molti: bravo.

BRAVURE

1

Bravure da giovani, doglie da vecchi.

BRENTANA

1

Tre calighi fa una piova, tre piove una brentana, e tre festini una......

BRESCIA

1

Brescia, può e non vuole; Verona vuole e non può; Vicenza può e vuole; Padovapuòvuole.

2

Tutte l'armi di Brescia non armerebbero la paura d'un poltrone .

BRESCIAN

1

Veneziani, gran Signori, Padovani, gran dottori, Vicentini, magna gatti, Veronesi tutti matti, Udinesi castellani, col cognome di Furlani, Trevisani, pane e trippe, Rovigotti, Bacco e pippe, Cremaschi, fa cogioni, i Brescian, tagliacantoni, ne volete de' più tristi?

BRIACA

1

Non si può avere la botte piena e la moglie briaca.

BRIACO

1

Quando tutti ti dicono briaco, va a dormire.

BRIANZA

1

Nel monte di Brianza, senza vin non si danza.

BRICCONI

1

Il cuore de' bricconi è un mare in burrasca.

BRIGA

1

Amico di ventura, molto briga e poco dura

2

Chi non vuol briga con alcuno, offenda ognuno.

BRIGANTINO

1

Dove va la nave può ire il brigantino.

2

La nave non va senza il battello (o senza il brigantino).

BRIGATA

1

Chi ara il campo innanzi la vernata, avanza di ricolta la brigata..

2

Poca brigata, vita beata.

BRIGLIA

1

Donna che per amor si piglia, si tenga in briglia.

2

I polledri non abboccan la briglia.

3

La briglia regge il cavallo, e la prudenza l'uomo.

4

Tra la briglia e lo sprone, consiste la ragione.

BRINA

1

Per Santa Caterina (25 novembre), la neve alla collina (ovvero o neve o brina o tira fuori la fascina).

2

Se rannuvola sulla brina, aspetta l'acqua domattina.

BROCCATO

1

E' meglio vestir cencio con leanza che broccato con disonoranza

BRODO

1

Gallina vecchia fa buon brodo.

BRONTOLA

1

Il gatto brontola sempre, anche quando è contento.

BRONTOLONE

1

Chi semina in rompone (o arrompone) raccoglie in brontolone.

BROZZI

1

Brozzi (o Sesto) Peretola e Campi son la peggio genia che Cristo stampi.

BRUCIA

1

Quando brucia il vicinato, porta l'acqua a casa tua.

2

Quando brucia la casa, tutti si scaldano.

3

Quando brucia nel vicinato, porta l'acqua a casa tua.

4

Quando la casa brucia tutti si scaldano.

BRUCIARE

1

Piccola scintilla può bruciare una villa.

BRUCIARSI

1

Chi scherza col fuoco finisce col bruciarsi le ali.

BRUCIATICCIO

1

Dove è stato il fuoco, ci sa sempre di bruciaticcio.

BRUCO

1

Ciò che il bruco chiama fine del mondo, il resto del mondo chiama farfalla.

BRUGNERA

1

Venezia bella, Padova so' sorella, Treviso forte, Serraval campana, Ceneda villana, Coneglian cacciator, Belluno traditor, Prata disfatta, Brugnera per terra, Sacil crudel, Pordenon selcià, e Porzia innamorà.

BRUMA

1

Bruma oscura tredura; se vien di trotto, dura più d'otto.

2

Il mese di bruma (cioè novembre), dinanzi mi scalda, e di dietro mi consuma.

3

La bruma tutte le pezze raguna.

BRUNA

1

Donna e luna, oggi serena, domani bruna.

BRUNETTA

1

Donna brunetta, di natura netta.

BRUNO

1

Il bruno il bel non toglie, anzi accresce le voglie.

2

piantobruno non suffraga nessuno.

3

Per ogni civetta che si senta cantare sul tetto, non sogna metter bruno.

BRUSA

1

Bergamaschi brusa Cristi.

BRUTTA

1

Allo specchiobruttavecchia.

2

Casa mia, casa mia, per piccina che tu sia (o bella o brutta che tu sia),tu mi sembri una badìa.

3

Chi è brutta, e bella vuol parere, pena patisce, per bella parere.

4

Non v'è giovane che non sia bella, né vecchia che non sia brutta.

5

Non vi è pentolabrutta che non trovi il suo coperchio.

6

S'è grande, è oziosa; s'è piccola, è viziosa; s'è bella è vanitosa; s'è brutta, è fastidiosa.

7

Una bella porta rifà una brutta facciata.

BRUTTE

1

Le brutte si maritano e le belle.

2

Le donne per parer belle si fanno brutte.

3

Le donne quasi tutte per parer belle le si fanno brutte.

4

Marzo tinge, april dipinge, maggio fa le belle donne, e giugno fa le brutte carogne.

5

Se non si maritassero altro che le belle, che cosa farebbero le brutte?

BRUTTI

1

Chi è nato di carnevale, non ha paura dei brutti musi.

2

I diciott'anni non sono mai stati brutti.

3

Il matrimonio non è per tutti, chi fa belli e chi fa brutti.

4

In casa d'altri loda tutti fino i figli cattivi o brutti, fino al gatto che ti sgraffigna, fino al can che ti mordigna.

5

San Geminiano dalle belle torri e dalle belle campane,gli uomini brutti, e le donne befane.

BRUTTO

1

Bello in fascia, brutto in piazza.

2

Brutto in fascia, bello in piazza.

3

Chi è bello è bello e grazioso, chi è brutto è brutto e dispettoso.

4

Guardalo bene, guardalo tutto, l'uomo senza denaro combrutto.

5

Il desiderio fa parer bello quel che è brutto.

6

Il diavolo non è così brutto come si dice (o come lo si dipinge).

7

Per un brutto viso, si perde una buona compagnia.

8

Quando la vacca tien su il muso, brutto tempo salta suso.

BUCA

1

Ogni volpe ama la sua buca (o la sua tana).

BUCATA

1

Pane e bucata (cioè bucato) fan donna scorrucciata.

BUCATI

1

Un'ora di buon sole rasciuga molti bucati.

BUCATO

1

Lo scritto non si manda in bucato.

2

Pane e bucata (cioè bucato) fan donna scorrucciata.

3

San Tommaso non sarai guardato, né da pan né da bucato, né da Santo affacendato, né da tessitora di sul Prato, ma sarai ben digiunato, tu ci vieni troppo a lato.

4

San Tommè non è guardato né da pan né da bucato né da tessitora di sul Prato, ma sarà ben digiunato.

5

Tutti i cenci vanno in bucato.

BUCCIA

1

Chi lavora si rimpannuccia, chi non lavora si gratta la buccia.

2

La buccia ha da somigliare al legno.

BUCCIE

1

I cortigiani hanno solate le scarpe di buccie di cocomero.

BUCHE

1

Chi ha le buche nelle gote, si marita senza dote.

BUCHERELLATO

1

Cacio serrato e pan bucherellato.

BUCHI

1

Chi ha i buchi nelle gote si sposa senza dote.

2

L'onore è come il vento, va fuori per tutti i buchi.

BUCHINO

1

Chi non rassetta il buchino, rassetta il bucone.

BUCO

1

D'estate ogni buco fa latte, d'inverno nemmen le buone vacche.

2

Guai a quel topo che ha un sol buco per salvarsi!

3

Non tutte le ciambelle riescono col buco.

4

Ogni formica ama il suo buco.

5

Quando fiorisce il sambuco, le galline stringono il buco.

6

Quando nevica a minuto, la si vuol fare insino al buco.

7

Tutte le ciambelle non riescon col buco.

BUCOLIN

1

Chi non tura bucolin, tura bucone.

BUCONE

1

Chi non rassetta il buchino, rassetta il bucone.

2

Chi non tura bucolin, tura bucone.

BUDELLO

1

Ognun vede il mantello, nessun vede il budello.

BUE

1

A bue vecchio, campanaccio nuovo.

2

Al tramontar del sole il bue caca nel timone.

3

Alle volte si dà un uovo per un bue.

4

Anche il bue dell'imperatore ha solo due corna.

5

Bue fiacco stampa più forte il piè in terra.

6

Bue sciolto lecca per tutto.

7

Bue vecchio, solco diritto.

8

Con un solo bue non si può far buon solco.

9

Dal vitello si conosce il bue.

10

Il bue lascialo pisciare e saziar di arare.

11

Il bue magro serve malamente da vivo, quello grasso serve da vivo e da morto.

12

Il bue mangia il fieno perché si ricorda che è stato erba.

13

Il bue non domo, in terra aliena si fa mansueto e domo.

14

Il bue per le corna, e l'uomo per la parola.

15

Il ladro dell'ago va all'ovo, dall'ovo al bue, dal bue alla forca.

16

L'acqua d'aprile, il bue ingrassa, il porco uccide, e la pecora se ne ride.

17

Lavoro non ingrassò mai bue.

18

Marzo o buono o rio, il bue all'erba e il cane all'ombra.

19

Quando il bue starnuta, il tempo muta.

20

Se il bue non vuole arare, c'è poco da fischiare.

21

Solo il bue vecchio muove le carra arrestate.

22

Tal bue crede andare a pascere, che poi ara.

23

Tanto caca un bue, quanto un uccellino.

24

Val più un buon giorno con un uovo, che un mal'anno con un bue.

BUFFA

1

Quel che vien di ruffa raffa, se ne va di buffa in baffa.

BUFFONI

1

Ognun può far della sua pasta gnocchi e al suo pranzo invitar buffoni e sciocchi.

2

Sicilia dà i Covelli, Francolino i Graziani, Bergamo gli Zanni, Venezia i Pantaloni, e Mantova i buffoni.

BUGIA

1

Biasimare i principi è pericolo, e il lodargli è bugia.

2

La bugia é come la valanga; piú rotola, piú s'ingrossa.

3

Lunga via, lunga bugia.

BUGIARDO

1

Chi è bugiardo in una cosa, è bugiardo in tutte.

2

Chi è bugiardo è ladro.

3

Da principe bugiardo libera nos, Domine.

4

Il bugiardo conosciuto (o chi per bugiardo è conosciuto), da nessuno è mai creduto.

5

Il bugiardo deve avere buona memoria.

6

Quand'uno per bugiardo è conosciuto, anche se dice il ver non è creduto.

BUGIE

1

A tempo di guerra con le bugie si governa.

2

Chi alle bugie con le bugie fa scudo, copre con sottil rete un corpo ignudo.

3

Le bugie hanno le gambe corte.

4

Le bugie sono zoppe.

5

Le cerimonie son fra le persone bugie di convenrione.

6

Verità e bugie non vanno in compagnia.

BUIO

1

Al buio la villana è bella quanto la dama.

2

Al buio tutte le gatte sono bigie.

3

Chi ha a rompere il collo, trova la strada al buio.

4

Chi nasce di gatta, piglia i topi al buio.

5

L'ignorante cammina sempre al buio.

BULHAR

1

Fiorentini innanzi al fatto; veneziani sul fatto; senesi dopo il fatto; tedeschi alla stalla; francesi alla cucina; spagnoli alla camera; italiani ad ogni cosa; pisantin pesa l'uovo; milanese spanchiarol; veronese cavoso; fiorentin cieco; bolognese matto; mantuan bulhar; ferrarese gambamarze; romagnuolo d'ogni pelo; spagnolo bianco; lombardo rosso; tedesco negro; schiavone piccolo; genovese guercio; veneziano gobbo.

BUOI

1

Ara co' buoi, e semina colle vacche.

2

Chi ha carro e buoi, fa bene i fatti suoi.

3

Chi semina sulla strada, stanca i buoi e perde la semenza.

4

Chiudere la stalla quando i buoi sono scappati.

5

Donne e buoi dei paesi tuoi.

6

Gli uomini si legano per la lingua, e i buoi per le corna.

7

Imparano dai buoi vecchi ad arare i giovani.

8

Le parole legano gli uomini, e le funi le corna ai buoi.

9

Moglie e buoi dei paesi tuoi.

10

Non bisogna mettere il carro davanti ai buoi.

11

Pasqua in giove vendi la cappa e gettala a' buoi.

12

Per bisogno di buoi s'ara con gli asini.

13

Tira più un filo di benevolenza che cento paia di buoi.

14

Val più un'acqua tra aprile e maggio, che i buoi con il carro.

BUOJ

1

Chi vince poi, perde il sacco e i buoj.

BUOLLA

1

Fila buolla tela chi allatta il suo figliuolo.

BUON

1

A buon cavallo non manca sella.

2

A buon intenditor poche parole.

3

A buon spenditore Iddio è tesoriere.

4

A san Donato falli sempre buon viso.

5

Al buon tempo ognun sa ire.

6

Ama chi t'ama, e chi non t'ama lascia; chi t'ama di buon cuore strigni e abbraccia.

7

Amici di buon giorno, son da mettere in forno.

8

Amico di buon tempo mutasi col vento

9

Aria rossa da sera, buon tempo mena.

10

Arme lunga fa buon fante.

11

Beato chi porta il giogo a buon'ora.

12

Bel lucciolaio, bel granaio (o buon granaio).

13

Bevi del buon vino e lascia andare l'acqua al mulino.

14

Bisogno fa buon fante.

15

Buon cane non trova buon orso (o non trova lepri).

16

Buon cavallo e mal cavallo vuole sprone, e buona femina e mala femina vuol bastone.

17

Buon mercato inganna chi va al mercato.

18

Buon pagatore non si cura di dar buon pegno.

19

Buon pagatore, dell'altrui borsa è signore.

20

Buon papero, cattiva oca.

21

Buon riscotitore è cattivo pagatore.

22

Buon sangue non mente.

23

Buon vino fa buon sangue.

24

Buon vino, tavola lunga.

25

Casa che ha il buon vicino, val più qualche fiorino.

26

Chi buon guadagno aspetta, non si stanca.

27

Chi comincia a aver buon tempo, l'ha per tutta la vita.

28

Chi fa il buon mese, fa il buon anno.

29

Chi ha buon catenaccio all'uscio non ha paura de' Birri.

30

Chi ha buon cavallo e bella moglie, non istà mai senza doglie.

31

Chi ha buon marito, lo porta in viso.

32

Chi ha buon pane e buon vino, ha troppo un micolino.

33

Chi ha buon vino in casa, ha sempre i fiaschi alla porta.

34

Chi ha il buon vicino, ha il buon mattutino.

35

Chi ha un buon orto, ha un buon porco.

36

Chi ha un buon prà, ha un tesoro e non lo sa.

37

Chi non fu buon soldato, non sarà buon capitano.

38

Chi non è buon turco, non è buon cristiano.

39

Chi ruba a un buon ladron ha cent'anni di perdon.

40

Chi semina a buon'ora, qualche volta falla, e chi semina tardi, falla quasi sempre.

41

Chi semina buon grano, ha poi buon pane; chi semina il lupino, non ha né panvino.

42

Chi sta fermo in casi avversi, buon amico può tenersi.

43

Chi va a Roma, e porta un buon borsotto, diventa abate o vescovo di botto.

44

Chi va e torna, fa buon viaggio.

45

Chi vuol conoscere un buon scrittore, gli dia la penna in mano.

46

Chi vuole il buon bacato, per San Marco o posto o nato.

47

Chi vuole tutta l'uva non ha buon vino.

48

Chi vuole un buon agliaio, lo ponga di gennaio.

49

Chi vuole un buon potato, più un occhio e meno un capo.

50

Chi vuole un buon rapuglio, lo semini in luglio.

51

Chiede buon pascolo, erba fresca.

52

Con un solo bue non si può far buon solco.

53

Contro sorte avversa ogni buon carrettier versa.

54

Da' buon (o da' gran) partìti pàrtiti.

55

Dal mattino si conosce il buon giorno.

56

Dopo la neve, buon tempo ne viene.

57

Duro con duro non fa buon muro.

58

E' buon comprare quando altri vuol vendere.

59

E' meglio un soldo di buon acquisto, che mille d'imbrogli.

60

Fatti buon nome e piscia a letto, e' diranno che hai sudato.

61

Gallina vecchia fa buon brodo.

62

Gallo magro e gallina grassa fanno buon matrimonio.

63

Gran pesto fa buon cesto.

64

Grossa testa non fa buon cervello.

65

Il buon dì si conosce da mattina.

66

Il buon giudice, spesso udienza, raro credenza.

67

Il buon lavoratore rompe il cattivo annuale.

68

Il buon marinaro si conosce al cattivo tempo.

69

Il buon nocchiero muta vela, ma non tramontana.

70

Il buon pastore tosa, ma non iscortica.

71

Il buon soldato esce dal prato.

72

Il buon tempo fa scavezzare il collo.

73

Il buon vino fa gromma e il cattivo muffa.

74

Il buon vino non ha bisogno di frasca (o di frasche).

75

Il denaro è un buon servo e un cattivo padrone.

76

Il grano freddo di gennaio, il mal tempo di febbraio, il vento di marzo, le dolci acque di aprile, le guazze di maggio, il buon mieter di giugno, il buon batter di luglio, le tre acque d'agosto con la buona stagione, vagliono più che il tron di Salomone.

77

Il miglior podere è un buon mestiere.

78

Il riso fa buon sangue.

79

La buona cantina fa il buon vino.

80

La buona moglie fa il buon marito.

81

La pazienza è una buon'erba ma non cresce (o nasce) in tutti gli orti.

82

La vergogna in un giovane è buon segno.

83

Meglio buon desinare che una bella giubba.

84

Meglio un buon re che una buona legge.

85

Nella casa dov'è un buon dottore o un ricco prete, non si sentefamesete.

86

Non domandare all'oste se ha buon vino.

87

Non ogni uccello conosce il buon grano.

88

Non vale levarsi a buon'ora, bisogna aver ventura.

89

Non è buon anno quando il pollo becca il gallo.

90

Non è buon bifolco che faccia sempre diritto il solco.

91

Non è buon re, chi non regge sé.

92

Non è ricco chi il denaro tiene chiuso, ma chi lo spende per farne buon uso.

93

malattiaprigionia non fece mai buon uomo.

94

Ogni buon cotto a mezzo torna.

95

Ogni buon detto è fatto retto.

96

Ogni cosa si sa comperare, eccetto che il buon tempo.

97

Ogni uccello è buon pel becco suo.

98

Ognuno sa navigare col buon vento.

99

Ognuno è amico di chi ha buon fico.

100

Pecore e donne a casa a buon'ora.

101

Per fare un buon campo ci vuole quattro m: manzi, moneta, merda e mano.

102

Per i buon bocconi si fanno le questioni.

103

Putto in vino e donna in latino, non fece mai buon fine.

104

Quando bisogna mangiare con le lacrime, nulla ha un buon sapore.

105

Quando piove alla buon'ora, prendi i bovi, va e lavora.

106

Quando tira vento, non si può dir buon tempo.

107

Roba rubata non fa buon pro.

108

Rosso di sera, buon tempo si spera; rosso di mattina, la pioggia si avvicina.

109

Se il buon prospera, ognun prospera.

110

Se la pillola avesse buon sapore, dorata non sarebbe per di fuore.

111

Se pazienza ti manca e discrezione, nè buon servo sarai, nè buon padrone.

112

Se vuoi comprar terra a buon mercato comprala da uno spiantato, o da figliuol ch'abbia ereditato.

113

Se vuoi vedere il buon temporale, la mane tramontana e il giorno maestrale

114

Sentire e non ridire è buon servire.

115

Sotto il buon prezzo ci cova la frode.

116

Terra magra fa buon frutto.

117

Terra nera buon grano mena.

118

Tra maggio e giugno fa il buon fungo.

119

Tre cose vuole il campo: buon lavoratore, buon seme e buon tempo.

120

Trieste pien de peste; Città nova, chi non vi porta non vi trova; Rovigno pien de ingegno, spacca i sassi come il legno;Capodistria, pedocciosa; Isola famosa; a Piran buon pan; Umago, tre preti e un zago (ragazzo che serve messe); una femmina da ben, e il pievan che la mantien.

121

Un buon giorno vale un cattivo mese.

122

Un buon libro è un buon amico.

123

Un buon naturale val più di quante lettere sono al mondo.

124

Un buon paio d'orecchi stancano cento male lingue.

125

Un buon pentirsi, non fu mai tardi.

126

Un buon servitore val più d'un buon padrone.

127

Un'ora di buon sole rasciuga molti bucati.

128

Una buona risata si trasforma tutta in buon sangue.

129

Val più un buon giorno con un uovo, che un mal'anno con un bue.

130

Vangami nella polvere, incalzami nel fango, io ti darò buon vino.


Indice

Homolaicus - Proverbi italiani
L.R. - 2010