HOMOLAICUS - PROVERBI

GIOCA GRATIS

LEMMI

PROVERBI TROVATI

ARRABBIATO

1

Villano affamato è mezzo arrabbiato.

ARRECA

1

Sai tu com'ella è? come l'uomo se l'arreca.

ARRENDE

1

Chi è più gentile, più s'arrende.

ARRENDEVOLE

1

Prima d'essere con altri discreto, arrendevole, prima di usar troppo delicatamente seco, guarda ch'egli non ne abusi.

ARRESTATE

1

Solo il bue vecchio muove le carra arrestate.

ARRI

1

A chi pecca per erro s'ha compassione; ma chi pecca per arri, non merita scusa.

2

Val più una frustata che cento arri là.

ARRICCHÌ

1

Andare scalzo e seminar fondo, non arricchì giammai persona al mondo.

2

Dote di donna non arricchì mai casa.

3

Salario non arricchì mai giovane.

ARRICCHIRE

1

Chi non apre ben gli occhi a' fatti sui, stentando va per arricchire altrui.

2

L' industrioso può sempre arricchire.

3

Per arricchire bisogna invitire (o avvitire).

ARRICCHISCE

1

Chi arricchisce in un anno, è impiccato in un mese.

2

Chi non fallisce, non arricchisce.

3

Il generoso arricchisce donando e l'avaro impoverisce serbando.

4

Il governo che arricchisce, sempre a' sudditi gradisce.

5

In Maremma si arricchisce in un anno e si muore in sei mesi.

6

Viver parcamente arricchisce la gente.

ARRICCHITI

1

Da ricchi impoveriti e da poveri arricchiti, prega Dio che t'aiti.

ARRINGA

1

Da falsa lingua, cattiva arringa.

ARRISCHIA

1

Chi non arrischia il suo non acchiappa quel d'altri.

ARRIVA

1

Chi mal naviga, male arriva.

2

La luna ai 29 non fa, e ai 30 non arriva.

3

La pena è zoppa, ma pure arriva.

4

Non arriva a godere chi non sa sostenere.

5

Quando arriva la gloria, svanisce la memoria.

ARRIVANO

1

Le donne arrivano i pazzi e i savi.

ARRIVARE

1

Altro è correre, altro è arrivare.

2

Chi viaggia con le scarpe d'oro, può arrivare sino alla fine del mondo.

ARRIVATO

1

Cavalier male arrivato, vecchia carta ve cercando.

2

Il signor Donato gli è sempre bene arrivato.

ARRIVI

1

A casa stretta come arrivi tu ti assetta.

ARROGANZA

1

L'abbondanza, foriera è d'arroganza.

ARROMPONE

1

Chi semina in rompone (o arrompone) raccoglie in brontolone.

ARROSSIRE

1

Chi mi vuol bene mi fa arrossire, e chi mi vuol male mi fa imbianchire.

ARROSTO

1

Al gatto che lecca lo spiedo, non affidare l'arrosto.

2

Chi la vuole allesso, chi la vuole arrosto.

3

Il fumo dell'arrosto non riempie il ventre.

4

Più pro fa il pane asciutto a casa sua, che l'arrosto a casa d'altri.

5

Più vale il fumo di casa mia che l'arrosto dell'altrui.

ARROVESCIARE

1

E' più facile arrovesciare un pozzo, che riformare un vecchio.

ARRUFFATA

1

La matassa quanto più è arruffata e meglio s'accomoda.

ARRUFFATO

1

Chi ha arruffato la matassa la strighi.

ARTE

1

Chi dice mal dell'arte, non sarà de' consoli.

2

Chi ha arte ha parte.

3

Chi ha l'arte, ha ufficio e beneficio.

4

Chi non ha arte, medico si faccia.

5

Chi non sa l'arte chiuda la bottega.

6

Chi è dell'arte ne può ragionare.

7

Chi è dell'arte, è sospetto.

8

Chi è stato de' consoli sa che cosa è l'arte.

9

Con arte e con inganno, si vive mezzo l'anno; con inganno e con arte, si vive l'altra parte.

10

Di Luna al primo Marte (martedì) si fanno tutte l'arte.

11

Dove manca natura arte procura.

12

Fare l'arte di Michelaccio: mangiare, bere e andare a spasso.

13

Il tuo nemico è quel dell'arte tua.

14

Impara l'arte e mettila da parte.

15

La fama nell'arte val piú dell'oro.

16

La perfezione dell'arte consiste nel nasconder l'arte.

17

Né di Venere né di Marte non si sposa né si parte (cui si aggiunge, né si dà principio all'arte).

18

Ogni uomo ha buona moglie e cattiva arte.

19

Se l'orgoglio fosse un'arte, vi sarebbero molti maestri.

ARTEFICE

1

Cattivo è il mestiero che non nutrisce l'artefice.

ARTIGIANO

1

Artigiano che non mente, non ha mestier fra la gente.

ARTIGLIA

1

Donna che piglia è nell'altrui artiglia.

ASCENSA

1

Se piove per l'Ascensa, metti un pane di meno in sulla mensa.

ASCENSIONE

1

Se piove per l'Ascensione, va ogni cosa in perdizione.

ASCIA

1

Per il cattivo lavoratore ogni ascia è senza filo.

ASCIUGA

1

Niente si asciuga cosi' presto come le lacrime.

ASCIUGARE

1

C'e' un tempo per pescare e un tempo per asciugare le reti.

ASCIUTTO

1

Febbraio asciutto erba per tutto.

2

Il dolore è sempre asciutto.

3

Maggio asciutto ma non tutto, gran per tutto; maggio molle, lin per le donne.

4

Marzo asciutto, e april bagnato, beato il villan c'ha seminato.

5

O molle o asciutto, per San Luca (18 ottobre) semina.

6

Pignatta vuota e boccale asciutto, guasta il tutto.

7

Più pro fa il pane asciutto a casa sua, che l'arrosto a casa d'altri.

8

Quando canta il cucco (cioè di primavera), un giorno molle e l'altro asciutto (ovvero un'ora bagna e l'altra è asciutto).

ASCOLTA

1

Ascolta tutti, parla franco, credi a pochi, a te poi manco.

2

Chi non ascolta il padre in giovinezza, udirà il boia in vecchiezza.

3

Chi parla troppo adagio, a chi l'ascoltadisagio.

4

Parla poco e ascolta assai, e giammai non fallirai.

ASCOLTANO

1

Guardati dai fanciulli che ascoltano: anche i piccoli vasi hanno le orecchie.

ASCOLTATORE

1

A cattivo parlatore discreto ascoltatore.

2

A pazzo relatore, savio ascoltatore.

ASCOLTERÌA

1

Chi sta in ascolterìa, sente cose che non vorrìa.

ASCOSA

1

Sotto la scuffia spesso è tigna ascosa.

ASIN

1

Un asin di vent'anni è più vecchio d'un uomo di sessanta.

2

Viene asin di monte, caccia caval di corte.

ASINA

1

Asina col puledrino non va diritta al mulino.

ASINAIO

1

Sette cose pensa l'asino e otto l'asinaio.

ASINELLA

1

La prima è asinella, la seconda tortorella.

ASINI

1

Chi si mette tra la semola, gli asini se lo mangiano.

2

Donne, asini e noci, voglion le mani atroci.

3

Gli asini si conoscono al basto.

4

In mancanza di cavalli trottano anche gli asini.

5

La pazienza è la virtù degli asini o de' Santi.

6

Per bisogno di buoi s'ara con gli asini.

7

Tre asini e un ignorante fanno quattro bestie.

ASININO

1

Assai va al molino chi ci invia l'asinino.

ASINO

1

Al pelo si conosce l'asino.

2

Alla prova si scortica l'asino.

3

Anche un pagliaio è grande, e se lo mangia un asino.

4

Andare come l'asino alla lira.

5

Asino che ragghia, mangia poco fieno.

6

Asino di molti, i lupi lo mangiano.

7

Asino duro, baston duro.

8

Asino punto, convien che trotti.

9

Ben va al mulino chi c'invia l'asino.

10

Chi asino è e cervo esser si crede, al saltar della fossa se n'avvede.

11

Chi lava il capo all'asino, perde il ranno e il sapone.

12

Chi non può dare all'asino, dà al basto.

13

Chi non sa leggere la sua scrittura è un asino per natura.

14

Chi è asino e cervo si crede, al saltar della fossa se n'avvede.

15

E' va più d'un asino al mercato.

16

Fare come l'asino del pentolaio.

17

I Padovani impiccano l'asino.

18

Il buono a qualcosa è l'asino del pubblico.

19

Il trotto dell'asino dura poco.

20

In pellicceria ci vanno più pelli di volpe che d'asino.

21

L'asino dovcascato una volta non ci casca più.

22

L'asino non conosce la coda, se non quando non l'ha più.

23

L'asino porta il basto e non lo sente; se non lo sente, egli è assai valente.

24

L'asino, dovcascato una volta, non ci casca più.

25

L'asino, per tristo che sia, se tu lo batti più del dovere tira calci.

26

L'asino, quando ha mangiato la biada, tira calci al corbello.

27

La carne dell'asino è avvezza al bastone.

28

La gioventù è il pregio dell'asino.

29

Meglio un asino (o un cane) vivo che un dottore morto.

30

Non introdur l'asino in sala, che poi ti manderà fuori e della sala e della camera.

31

Qual asino dà in parete tal riceve.

32

Quando tutti ti diranno che sei asino, e tu raglia.

33

Raglio d'asino non giunse mai in cielo.

34

Se le cose si facessero due volte, l'asino sarebbe nostro.

35

Se sei un uccello sarai spennato, se sei un asino sarai scorticato.

36

Sette cose pensa l'asino e otto l'asinaio.

37

Tra asino e asino non corron se non calci.

38

Tra tanti muli ci può stare un asino.

39

Val più un asino vivo che un dottore morto.

ASPETTA

1

Campa (o aspetta), cavallo, che l'erba cresce.

2

Chi aspetta, Dio l'assetta.

3

Chi buon guadagno aspetta, non si stanca.

4

Chi luogo e tempo aspetta, vede alfin la sua vendetta.

5

Chi mal fa, male aspetta.

6

Chi servo si fa, servi aspetta.

7

Chi tempo e tempo aspetta, tempo perde.

8

Il tempo ti saluta, ma non aspetta che tu lo ringrazi.

9

La morte viene, quando meno s'aspetta.

10

La neve Sant'Andrea l'aspetta; se non a Sant'Andrea, a Natale; se non a Natale, più non l'aspettare.

11

Ogni coltello aspetta il suo coltello.

12

Ogni fallo aspetta il suo laccio.

13

Quando il gallo canta a pollaio, aspetta l'acqua sotto il grondaio.

14

Quando il gallo canta nel pollaio, aspetta l'acqua nel grondaio.

15

Ragazza vecchia fortuna aspetta.

16

Se rannuvola sulla brina, aspetta l'acqua domattina.

17

Soffri il male, e aspetta il bene.

ASPETTAR

1

Né da frati né da monache non t'aspettar mai niente.

ASPETTARE

1

Aspettare e non venire, è una cosa da morire.

2

L'aspettare rincresce.

3

La neve Sant'Andrea l'aspetta; se non a Sant'Andrea, a Natale; se non a Natale, più non l'aspettare.

4

Quel che tu stesso puoi e dire e fare, che altri il faccia mai non aspettare.

5

Servire e non gradire, aspettare e non venire, stare a letto e non dormire, aver cavallo che non vuol ire e servitore che non vuole obbedire, esser in prigione e non poter fuggire, essere ammalato e non poter guarire, smarrir la strada quando un vuol ire, stare alla porta quando un non vuol aprire, avere un amico che ti vuol tradire, son dieci doglie da morire.

ASPETTARLO

1

Il bene bisogna cercarlo, il male aspettarlo.

ASPETTATA

1

Carestia prevista (o aspettata) non venne mai.

ASPETTATO

1

Dono molto aspettato è venduto e non donato.

ASPETTI

1

Chi affitta il suo podere al vicino, aspetti danno o lite o mal mattino.

2

Chi beneficio fa, beneficio aspetti.

3

Chi ha carità, carità aspetti.

4

Chi ha tempo non aspetti tempo.

5

Chi il tristo manda al mare, non aspetti il suo tornare.

6

Chi la fa l'aspetti.

7

Chi parla per udita, aspetti la mentita.

ASPRO

1

Il viaggio alla morte è più aspro che la morte.

ASSAGGIO

1

Quando imbrocca d'aprile, vacci col barile; quando imbrocca di maggio, vacci per assaggio; quando imbrocca di giugno, vacci col pugno.

ASSAI

1

Amici di profferta assai si trova.

2

Assai avanza chi fortuna passa.

3

Assai ben balla a chi fortuna suona.

4

Assai digiuna chi mal mangia.

5

Assai domanda, chi ben serve e tace.

6

Assai mane fan presto il pane.

7

Assai pampini, e poca uva.

8

Assai sa chi viver sa.

9

Assai va al molino chi ci invia l'asinino.

10

Assai vince chi non gioca.

11

Assai è ricco a chi non manca.

12

Chi assai ciarla spesso falla.

13

Chi assai desidera, assidera.

14

Chi assai pone (ed anche Chi lavora e Chi semina) e non custode, assai tribola e poco gode.

15

Chi dà a credenza spaccia assai, perde l'amico e denar non ha mai.

16

Chi ha denari assai, fabbrica; chi n'ha davanzo, dipinge.

17

Chi non tien conto del poco, non acquista l'assai.

18

Chi per la patria muor, vissuto è assai.

19

Chi sa celare in parte i desir suoi, compra la merce a miglior prezzo assai.

20

Chi vuol lavoro degno, assai ferro e poco legno.

21

Chi vuole amici assai, ne provi pochi.

22

Col poco si gode, e coll'assai si tribola.

23

Dio ha dato per penitenza all'avaro che né del poco né dell'assai si contenti.

24

E' assai comune usanza, il credersi persona d'importanza.

25

Gente assai, fanno assai, ma mangian troppo, (o grande schiamazzo e lavoro mai).

26

L'asino porta il basto e non lo sente; se non lo sente, egli è assai valente.

27

L'assai basta e il troppo guasta.

28

Le fatiche trova assai leggere chi le fa con giudizio e volentieri.

29

Marito vecchio e moglie giovane assai figliuoli.

30

Molti pochi fanno un assai.

31

Onestà di bocca assai vale e poco costa.

32

Ottone, rame e stagno, assai denari e poco guadagno.

33

Parla poco e ascolta assai, e giammai non fallirai.

34

Per ben parlare e assai sapere, non sei stimato senza l'avere.

35

Per San Bastiano (20 gennaio), sali il monte e guarda il piano; se vedi molto, spera poco; se vedi poco, spera assai.

36

Poco vino vendi al tino; assai mosto serba a agosto.

37

Povero è quello che desidera assai.

38

Quando le braccia lavorano assai, l'immaginazione riposa.

39

Se congiunto non é con la saggezza, un dono assai funesto é la bellezza.

40

Tradimento piace assai, traditor non piacque mai.


Indice

Homolaicus - Proverbi italiani
L.R. - 2010