HOMOLAICUS - PROVERBI

GIOCA GRATIS

LEMMI

PROVERBI TROVATI

CONOSCERSI

1

Chi si è guardato in uno specchio solo non può dire di conoscersi

2

I frati si uniscono senza conoscersi, stanno uniti senza amarsi e muoiono senza piangersi.

CONOSCI

1

Vedendo uno, il conosci mezzo; e sentendolo parlare, il conosci tutto.

CONOSCIAMO

1

Solo allora conosciamo il male e il bene, quando l'uno parte da noi e l'altro viene.

CONOSCIUTA

1

Se l'avessi conosciuta prima, non l'avrei sposata dopo.

CONOSCIUTO

1

E' mala cosa esser cattivo, ma è peggio esser conosciuto.

2

Il bugiardo conosciuto (o chi per bugiardo è conosciuto), da nessuno è mai creduto.

3

Il contentarsi di poco è un boccone mal conosciuto.

4

L'amico non è conosciuto finché non è perduto.

5

La vecchiezza è un male desiderato da tutti: la gioventù un bene non conosciuto da nessuno.

6

Mascherarsi non può l'uomo ignorante, se parla è conosciuto al primo istante.

7

Quand'uno per bugiardo è conosciuto, anche se dice il ver non è creduto.

8

Uomo rosso e cane lanuto, più tosto morto che conosciuto.

CONOSCO

1

Agosto, moglie mia non ti conosco.

2

Alla prim'acqua d'agosto pover'omo ti conosco (ovvero il caldo s'è riposto).

3

Alle prime rinfrescate si mette a prova la sanità. Ma pure s'intende a quest'altro modo, almeno in montagna dovpiù freddo: io ti conosco pover'uomo che non hai panni d'inverno da porti indosso.

CONOSCON

1

Ai segni si conoscon le balle.

2

Al pisciar si conoscon le cavalle.

CONOSCONO

1

Alle nozze e a' mortori, si conoscono i parenti.

2

Dagli effetti si conoscono gli affetti.

3

Gli asini si conoscono al basto.

4

Gli uomini non si conoscono alla prima.

5

I pazzi si conoscono a' gesti.

CONSEGNATA

1

Roba trovata e non consegnata è mezza rubata.

CONSERVA

1

Il Fiorentino mangiapoco e sì pulito, che sempre si conserva l'appetito.

CONSERVANO

1

Gli uomini fanno la roba, e le donne la conservano.

CONSERVARE

1

Ara a fondo, mentre gli altri dormono, e avrai grasso da vendere e da conservare.

2

Chi vuol conservare un amico, osservi tre cose: l'onori in presenza, lo lodi in assenza, l'ajuti ne' bisogni.

3

Chi vuole conservare un amico, l'onori in presenza, lo lodi in assenza, l'aiuti nel bisogno.

4

La cicala sulla pianta in estate canta e non pensa a conservare cibo per l'inverno.

5

Per amistà conservare, muri bisogna piantare.

CONSERVARLO

1

Per far un amico basta un bicchier di vino, per conservarlo è poca una botte.

CONSERVATI

1

I quattrini bianchi vanno conservati per i giorni neri.

CONSIDERATO

1

Chi e' stato furbo una volta, e' sempre considerato tale.

CONSIGLI

1

Alle donne che non fanno figli non ci andar né per piaceri né per consigli.

2

I consigli e il villano pigliali alla mano.

3

Meglio un aiuto che cinquanta consigli.

4

Quei consigli son sprezzati che son chiesti e ben pagati.

CONSIGLIA

1

A ben s'appiglia, chi ben si consiglia.

2

A chi consiglia non gli duole il capo.

3

Chi si consiglia da sé, da sé si ritrova.

4

Guardati da chi consiglia a fine di bene.

5

Il sano consiglia bene il malato.

6

La pulce ch'esce di dietro l'orecchio col diavolo si consiglia.

7

Male altrui consiglia, chi per sé non lo piglia.

CONSIGLIANO

1

Quando le volpi si consigliano, bisogna chiudere il pollaio.

CONSIGLIARE

1

Quando è caduta la scala, ognuno sa consigliare.

CONSIGLIARSI

1

Chi vuol' ire alla guerra o accasarsi, non ha da consigliarsi.

CONSIGLIATO

1

Cuor determinato, non vuol esser consigliato.

CONSIGLIERA

1

La fame é cattiva consigliera.

CONSIGLIO

1

A cattivo consiglio campana di legno.

2

Al prudente non bisogna consiglio.

3

Chi a troppi parla, a pochiconsiglio.

4

Chi perde la roba, perde il consiglio.

5

Chi pon suo naso a consiglio, l'un dice bianco e l'altro vermiglio.

6

Chi si governa per consiglio di donne, non può durare.

7

Chi trovò il consiglio, inventò la salute.

8

Consiglio di due non fu mai buono.

9

Consiglio di vecchio non rompe mai la testa.

10

Consiglio di vecchio, e aiuto di giovane.

11

Consiglio di volpi, tribolo di galline.

12

Consiglio non richiesto, inganno manifesto.

13

Consiglio scappato, consiglio trovato.

14

Contro amore non è consiglio.

15

Dono di consiglio più vale che d'oro.

16

Il consiglio del male va raro invano.

17

Il consiglio del traditore è come la semplicità della volpe.

18

Il consiglio non va lodato, ma seguito.

19

Il danno toglie il consiglio.

20

Il primo grado di pazzia è tenersi savio, il secondo farne professione, il terzo sprezzare il consiglio.

21

La notte porta consiglio.

22

Ogni pazzo vuol dar consiglio.

23

Quel che ti dirà lo specchio non te lo dirà il consiglio.

24

Sacco rotto non tien miglio, pover'uom non va a consiglio;

25

Sotto consiglio non richiesto gatta ci cova.

26

Tale dà un consiglio altrui per uno scudo, che nol torrebbe per un quattrino.

CONSISTE

1

La perfezione dell'arte consiste nel nasconder l'arte.

2

Tra la briglia e lo sprone, consiste la ragione.

CONSOLA

1

Il sempre sospirar molto consola.

2

Un bel concerto di flauto e viola non satolla chi ha fame e non consola.

CONSOLARE

1

Iddio solo può consolare, tutto 'l resto è un tribolare.

CONSOLATA

1

A vendemmia bagnata la botte è tosto consolata.

CONSOLAZIONE

1

Nel giardino del tempo cresce il fiore della consolazione.

CONSOLI

1

Chi dice mal dell'arte, non sarà de' consoli.

2

Chi è stato de' consoli sa che cosa è l'arte.

CONSUETUDINE

1

Consuetudine è una seconda natura.

CONSULTA

1

A pancia piena si consulta meglio.

CONSUMA

1

Chi non consuma, non rinnuova.

2

Crudeltà consuma amore.

3

Il mese di bruma (cioè novembre), dinanzi mi scalda, e di dietro mi consuma.

4

Il tempo consuma ogni cosa.

5

La roba degli altri consuma la propria.

CONSUMANO

1

Fra dire e fare si consumano di molte scarpe.

CONSUMAR

1

E' meglio consumar le scarpe che le lenzuola.

CONSUMARE

1

Prima di conoscere uno, bisogna consumare un moggio di sale.

CONSUMO

1

Donna, padella e lume, sono gran consumo.

CONTA

1

Ben conta la madre, ma meglio quello che ha nascere.

2

Chi ben conta, mal paga.

3

Chi conta sul futuro spesso s'inganna.

4

Chi ha quattrini conta e chi ha bella moglie canta.

5

Chi non conta, non erra.

6

Prima scrivi e poi conta; prima conta e poi scrivi.

CONTADIN

1

Quando canta l'Assiolo, contadin, semina il fagiolo.

CONTADINI

1

Contadini e montanini, scarpe grosse e cervelli fini.

2

I principi sono come i contadini, ogni anno ingrassano un porco e poi se lo mangiano.

3

Le bestie vecchie muoiono nella stalla de' contadini minchioni.

CONTADINO

1

A voler star pari col contadino bisogna giocar di zero.

2

Cento scrivani non guardano un fattore, e cento fattori non guardano un contadino.

3

Il padrone in villa è febbre al contadino, e sanità al podere.

4

Neanche il contadino ara bene se non s'inchina.

5

Per Sant'Urbano (25 maggio) tristo quel contadino che ha l'agnello in mano.

6

Quando il grano ricasca, il contadino si rizza.

7

Sa più il papa e un contadino, che il papa solo.

8

Sbaglia il prete all'altare e il contadino all'aratro.

9

Se d'aprile a potar vai, contadino, molt'acqua beverai e poco vino.

CONTAMINA

1

Dove donna domina, tutto si contamina.

CONTAN

1

Dai sessanta in su non si contan più.

CONTANDO

1

Chi vive contando, vive cantando.

CONTANO

1

Contano più gli esempi che le parole.

2

I Francesi non dicono come voglion fare, non leggono come scrivono, non contano come notano.

CONTAR

1

Dice il porco, dammi dammi, né mi contar mesianni.

CONTARE

1

Chi c'è stato, la può contare.

2

Contare i travicelli (o stare a letto a contare i travicelli).

3

E' buona quando si può contare.

CONTATE

1

Pecore contate, il lupo se le mangia

CONTE

1

Il lupo non guarda che le pecore sieno conte.

2

Pecore conte, lupo le mangia.

CONTENDE

1

Di settembre, la notte e il dì contende.

CONTENDER

1

Chi contender non può spesso ha contesa.

CONTENTA

1

Chi non si contenta dell'onesto, perde il manico ed il cesto.

2

Chi si contenta al poco, trova pasto in ogni loco.

3

Chi si contenta gode e qualche volta stenta: ma è un bello stentar, chi si contenta.

4

Chi si contenta gode.

5

Il barbiere non si contenta del pelo.

6

Sempre stenta chi mai si contenta.

CONTENTAR

1

Non bisogna contentar le donne se non del lino.

CONTENTARSI

1

Il contentarsi di poco è un boccone mal conosciuto.

CONTENTARVI

1

Dio dice a camparvi non mi sgomento, a contentarvi sì.

CONTENTATA

1

La donna è come l'appetito, va contentata a tempo.

CONTENTI

1

Chi ha contenti gli occhi, non si sa quel che il cor faccia.

2

Contento io, contenti tutti.

3

Dio ha dato per penitenza all'avaro che né del poco né dell'assai si contenti.

4

Quando si ride senza essere contenti è un riso che non passa i denti.

CONTENTO

1

Chi chiama Dio, non è contento; e chi chiama il diavolo, è disperato.

2

Chi vuol contento il cuore ami il suo creatore.

3

Contento io, contenti tutti.

4

Contento io, contento il mondo.

5

Cuor contento non sente stento.

6

Cuor contento, e sacco al collo.

7

Cuor contento, gran talento.

8

E' non è un per cento di sua sorte contento.

9

Il contento di bella moglie poco ti dà e molto ti toglie.

10

Il gatto brontola sempre, anche quando è contento.

11

Un'ora di contento sconta cent'anni di tormento.

CONTESA

1

Chi contender non può spesso ha contesa.

2

Misura e pesa, non avrai contesa.

CONTI

1

Aprile e conti per lo più son traditori.

2

Chi fa i conti avanti l'oste, gli convien farli due volte.

3

Fidarsi alla buona stagione d'aprile, è come fare i conti innanzi l'oste.

4

I don di Spagna, i conti d'Alemagna, i monsieurs di Francia, i vescovi d'Italia, i cavalier di Napoli, i lordi di Scozia, i fidalghi di Portogallo, i minori fratelli d'Inghilterra e i nobili d'Ungheria, fanno una povera compagnia.

5

Non ha Vinegia tanti gondolieri, quanti Vicenza conti e cavalieri.

CONTINUA

1

Amami poco, ma continua.

2

Chi si sposa per la dote,sposa guai e continua lite.

3

Imprendi, e continua.

CONTINUO

1

Mente sicura, banchetto continuo.

CONTO

1

Chi non tien conto del poco, non acquista l'assai.

2

Chi vuole che il suo conto gli torni, faccia prima quello del compagno.

3

Dal conto sempre manca il lupo.

4

Ogni cattivo conto si può rifare.

CONTRA

1

Non val sapere, a chi fortuna ha contra.

CONTRABBANDO

1

Chi fa contrabbando, guadagna non so quando.

CONTRADA

1

Chi non ha casa, non ha contrada.

CONTRAPPESO

1

Ogni stadera ha il suo contrappeso.

CONTRARIO

1

A nave rotta ogni vento è contrario.

CONTRASTA

1

La capra non contrasta col leone.

CONTRITO

1

Occhi bassi e cuor contrito, la bizzoca vuol marito.

CONTRO

1

Chi ha la sentenza contro, e se n'appella, a casa porta due triste novelle.

2

Combattere contro (o prendersela con) i mulini a vento.

3

Contro amore non è consiglio.

4

Contro due fratelli non ne volle il diavolo.

5

Contro i tristi è tutto il mondo armato.

6

Contro la forza la ragion non vale.

7

Contro sorte avversa ogni buon carrettier versa.

8

E' un cattivo andare contro la corrente (o contro il vento).

9

Quando un cane comincia ad abbaiare contro qualcosa, altri cento lo imitano.

CONVENRIONE

1

Le cerimonie son fra le persone bugie di convenrione.

CONVENTO

1

L'ombra del convento la rende il cento per cento.

CONVERSARE

1

Tra gente sospettosa, conversare è mala cosa.

CONVERSAZIONE

1

Conversazione in giovinezza, fraternità in vecchiezza.

CONVIEN

1

A volere fare un valente, convien fargli villania.

2

Asino punto, convien che trotti.

3

Chi bella donna vuol parere, la pelle del viso gli convien dolere.

4

Chi cavalca la notte, convien che posi il giorno.

5

Chi di gallina nasce convien che razzoli (o raspi).

6

Chi fa i conti avanti l'oste, gli convien farli due volte.

7

Chi nasce, convien che muoia.

8

Chi vuol essere amato convien che ami.

9

Chi vuol riposare, convien travagliare.

10

Con la volpe convien volpeggiare.

11

Para via malinconia, quel ch'ha da essere convien che sia.

12

Quando il ciel bello varia, convien dargli dell'aria (cioè alla casa).

13

Quando la lepre perde il passo, convien che cada in bocca a' cani.

14

Quando la pera è matura, casca da sé (opp., convien che caschi)


Indice

Homolaicus - Proverbi italiani
L.R. - 2010