HOMOLAICUS - PROVERBI

GIOCA GRATIS

LEMMI

PROVERBI TROVATI

BELLE

1

Figliuole e frittelle; quante più se ne fa, più vengon belle.

2

La bellezza ha belle foglie, ma il frutto amaro.

3

Le belle cose piacciono a tutti fino a' minchioni.

4

Le belle penne fanno il bell'uccello.

5

Le belle senza dote trovano più amanti che mariti.

6

Le brutte si maritano e le belle.

7

Le donne per parer belle si fanno brutte.

8

Le donne quasi tutte per parer belle le si fanno brutte.

9

Le lacrime sono le piú belle perle della sposa.

10

Marzo tinge, april dipinge, maggio fa le belle donne, e giugno fa le brutte carogne.

11

San Geminiano dalle belle torri e dalle belle campane,gli uomini brutti, e le donne befane.

12

Se non si maritassero altro che le belle, che cosa farebbero le brutte?

BELLEZA

1

Un neo cresce belleza.

BELLEZZA

1

A donna bianca bellezza non le manca (o per esser bella poco le manca).

2

A donna di gran bellezza dagli poca larghezza.

3

Bellezza di corpo non è eredità.

4

Bellezza e nobiltà danno ricchezze.

5

Bellezza senza bontà è come vino svanito

6

Bellezza è come un fiore, presto nasce e presto muore.

7

La bellezza dura fino alle porte, la bontà fìno alla morte.

8

La bellezza ha belle foglie, ma il frutto amaro.

9

La bellezza non si mangia (o non si mette in tavola).

10

La bellezza è il fiore, ma la virtù è il frutto della vita.

11

La gioventù è una bellezza da sé.

12

Onestà e gentilezza sovrastano ogni bellezza.

13

Salute e vecchiezza creano bellezza.

14

Sapienza di pover uomo, bellezza di p... e forza di facchino non valgono un quattrino.

15

Se congiunto non é con la saggezza, un dono assai funesto é la bellezza.

BELLEZZE

1

Le bellezze duran fino alla porta, le bontà fino alla morte.

2

Le bellezze son le prime spedite.

BELLI

1

All'orsa paion belli i suoi orsacchini.

2

I giardini belli vuotano i borselli.

3

Il fumo va dietro ai belli.

4

Il matrimonio non è per tutti, chi fa belli e chi fa brutti.

5

Mazze e panelli fanno i figli belli.

6

Quando nascono (i figliuoli) son tutti belli, quando si maritano, tutti buoni, e quando muoiono son tutti santi.

7

Quando si è belli si è sempre quelli.

BELLIN

1

Tal ti fa il bellin bellino che ti mangerebbe il core.

BELLINO

1

Tal ti fa il bellin bellino che ti mangerebbe il core.

BELLO

1

A credere al compagno vai bel bello.

2

A ogni uccello il suo nido è bello.

3

Aprile piovoso, maggio ventoso o veneroso (cioè bello e gaio); anno fruttuoso.

4

Bello in fascia, brutto in piazza.

5

Bello, sano, in corte, ed eccoti la morte.

6

Brutto in fascia, bello in piazza.

7

Chi si contenta gode e qualche volta stenta: ma è un bello stentar, chi si contenta.

8

Chi è bello è bello e grazioso, chi è brutto è brutto e dispettoso.

9

Da novello, tutto è bello; da stagione tutto è buono.

10

Il bello piace a tutti.

11

Il bello è star nel piano, e confortare i cani all'erta.

12

Il desiderio fa parer bello quel che è brutto.

13

Il duol fa bello.

14

L'amore non e' bello, se non e' litigarello.

15

Lo scherzo è bello quando dura poco.

16

Loda lo scarpello, attienti al pennello; costa manco, e par più bello.

17

Non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che piace.

18

Ogni bello alfin svanisce, ma la fama mai perisce.

19

Quando il ciel bello varia, convien dargli dell'aria (cioè alla casa).

20

Se va tutto il dì di San Gal, lo fa bello fino a Natal.

21

Sul più bello dell'uccellare muore la civetta.

22

Vedere e non toccare, è un bello spasimare.

BELLUNO

1

Venezia bella, Padova so' sorella, Treviso forte, Serraval campana, Ceneda villana, Coneglian cacciator, Belluno traditor, Prata disfatta, Brugnera per terra, Sacil crudel, Pordenon selcià, e Porzia innamorà.

BELTÀ

1

Beltà e follìa vanno spesso in compagnia.

2

Beltà porta seco la sua borsa.

3

Bontà supera beltà.

4

Chi di verde si veste, di sua beltà si fida.

5

La beltà senza la grazia è un amo senza l'esca.

BELTADE

1

Se la donna di gran beltade non ha angelica onestade, non gli far veder le strade.

BEN

1

A ben s'appiglia, chi ben si consiglia.

2

A chi ben crede, Dio provvede.

3

A chi non pesa, ben porta.

4

A chi non sa parlare ben s'addice il silenzio.

5

Anche i fanciulli ben nati vogliono essere educati.

6

Assai ben balla a chi fortuna suona.

7

Assai domanda, chi ben serve e tace.

8

Ben ama, chi non oblia.

9

Ben conta la madre, ma meglio quello che ha nascere.

10

Ben dire val molto, ben fare passa tutto.

11

Ben morire non è morire, ma un rivivere nella vita eterna.

12

Ben tardi venuto, per niente è tenuto.

13

Ben va al mulino chi c'invia l'asino.

14

Ben venga chi ben porta.

15

Chi accumula e altro ben non fa, sparagna il pane e all'inferno va.

16

Chi ben ama, ben castiga.

17

Chi ben coltiva il moro, coltiva nel suo campo un gran tesoro.

18

Chi ben comincia è alla metà dell'opera.

19

Chi ben congettura, bene indovina.

20

Chi ben conta, mal paga.

21

Chi ben dona, caro vende, se villan non è chi prende.

22

Chi ben dorme non sente le pulci.

23

Chi ben fa, ben avrá.

24

Chi ben giudica, bene elegge.

25

Chi ben guerreggia, ben patteggia.

26

Chi ben istrumenta, ben s'addormenta.

27

Chi ben non usa cortesia, la guasta.

28

Chi ben ripone, ben trova.

29

Chi ben serra, ben apre.

30

Chi ben serve non sarà mai ricco.

31

Chi ben serve, bene è provvisto

32

Chi ben si guarda, scudo si rende.

33

Chi ben siede, mal pensa.

34

Chi ben vive ben predica.

35

Chi ben vive non muore mai.

36

Chi ben vive, ben muore.

37

Chi bene istrumenta, ben s'addormenta.

38

Chi non apre ben gli occhi a' fatti sui, stentando va per arricchire altrui.

39

Chi non ha moglie ben la batte, chi non ha figliuoli, ben gli pasce.

40

Chi sa ben trovar meloni, trova buona moglie.

41

Chi si ammoglia non sa che ben si voglia.

42

Chi si veste dell'altrui, ben gli sta se vien spogliato.

43

Chi spera col tor moglie uscir di guai, non avrà ben mai mai mai, mai mai.

44

Chi va alla piazza, se ben non v'ha a far, e' ve n'accatta.

45

Chi va alle nozze e non è invitato, ben gli sta se n'è cacciato (oppure torna a casa sconsolato).

46

Chi vuol ben dal popolo, lo tenga scusso.

47

Chi vuol ben pagare, non si cura di bene obbligare.

48

Chi vuol ben parlare, ci deve ben pensare.

49

Chi vuol ben principiare alcuna cosa, vada al Fiorentino.

50

Chi vuol esser ben servito, muti spesso.

51

Chi è al coperto quando piove è ben matto se si muove.

52

Colui è mio zio che vuole il ben mio.

53

Denari e fanciulli bisogna ben custodirli.

54

Di quel che non ti cale, non dirbenmale.

55

E' meglio stare al bosco strutto, che stare in carcere ben ridutto.

56

Facciami ben, facciami mal, in cent'anni saremo egual.

57

Figlio troppo accarezzato, non fu mai ben allevato.

58

Granata nuova spazza ben tre giorni.

59

Il ben d'un anno va via in una bestemmia.

60

Il ben far non porta merito.

61

Il ben fare è guerra al tristo.

62

Il pover'uomo non fa mai ben: se muor la vacca, gli avanza il fien; se la vacca scampa, il fien gli manca.

63

Insalata ben salata, poco aceto e bene oliata (e da un pazzo rivoltata).

64

L'ingordo cane che due lepri caccia, ben presto d'ambedue perde la traccia.

65

La carita' e ben fatta anche al diavolo.

66

La si può ben prolungare, ma fuggir no.

67

La vita dell'uomo dipende da tre ben: intender ben, voler ben, e far ben.

68

Lascia colui parlare che suol saper ben fare.

69

Le donne piglian ben le pulci.

70

Luglio dal gran caldo, bevi ben e batti saldo.

71

Ma chi va a vederla, ben gli costa.

72

Non mancò giammai da fare a chi ben vuol trafficare.

73

Non s'apprezza ben redato, quanto ben da sé acquistato.

74

Non si fa niente di ben.

75

Ogni vero non è ben detto.

76

Ognuno parla ben del suo mestiere.

77

Pensa ben per non peccare, pensa mal per non sbagliare.

78

Per ben parlare e assai sapere, non sei stimato senza l'avere.

79

Quando del ben servir mal si raduna, non si deve incolpar se non fortuna.

80

Quando il villano tratta ben, la pioggia secca il fien.

81

Quando la va troppo ben, la superbia salta in piè.

82

Quei consigli son sprezzati che son chiesti e ben pagati.

83

San Tommaso non sarai guardato, né da pan né da bucato, né da Santo affacendato, né da tessitora di sul Prato, ma sarai ben digiunato, tu ci vieni troppo a lato.

84

San Tommè non è guardato né da pan né da bucato né da tessitora di sul Prato, ma sarà ben digiunato.

85

Scarpa ben fatta, bella ciabatta.

86

Se ben tu fai, sappi a chi lo fai.

87

Se maggio va fresco va ben la fava e anco il formento.

88

Se tu vuoi giudicar ben, mettiti sempre ne' suoi piè.

89

Tanto è il mal che non mi nuoce, quanto il ben che non mi giova.

90

Tanto, a servir chi non conosce, vale chi serve ben, quanto chi serve male.

91

Trieste pien de peste; Città nova, chi non vi porta non vi trova; Rovigno pien de ingegno, spacca i sassi come il legno;Capodistria, pedocciosa; Isola famosa; a Piran buon pan; Umago, tre preti e un zago (ragazzo che serve messe); una femmina da ben, e il pievan che la mantien.

92

Tutte le cose che fanno i Principi, son ben fatte.

93

Vai al mare, se ben vuoi pescare.

94

Vuoi tu un cuore smascherare? sappilo ben lodare.

BENCHÉ

1

Benché l'aquila voli alto, il falco l'uccide.

2

Benché regni, il cattivo sempre serve.

BENE

1

A chi Dio vuol bene la casa gli piace.

2

A chi non duole giudica bene i colpi.

3

A due cose è bene indugiare, a morire e a pagare.

4

A far bene non v'è inganno, a dar via non c'è guadagno.

5

Al leone sta bene la quartana.

6

Bene fatto per paura non val niente e poco dura.

7

Bene lontano è meglio di male vicino.

8

Bocca con dolore non dice bene.

9

Casare suona bene e porta male.

10

Casare, Casare, suona bene e porta male,

11

Chi ama bene, gastiga bene.

12

Chi ben congettura, bene indovina.

13

Chi ben giudica, bene elegge.

14

Chi ben serve, bene è provvisto

15

Chi bene e mal non può soffrire, a grande onor non può venire.

16

Chi bene istrumenta, ben s'addormenta.

17

Chi bene istrumenta, dorme sicuro

18

Chi ci vuol bene ci lascia piangendo, chi ci vuol male ci lascia ridendo.

19

Chi fa bene per paura, niente vale e poco dura.

20

Chi fa del bene agli altri, gli altri fan del bene a lui.

21

Chi fa del bene agli ignoranti, fa onta a Cristo.

22

Chi fa del bene agli ingrati, Dio l'ha per male.

23

Chi fa male, guadagna un carro di sale, e chi fa bene guadagna un carro di fieno.

24

Chi fa quel che può, non fa mai bene.

25

Chi ha ad aver bene, dormendo gli viene.

26

Chi ha carro e buoi, fa bene i fatti suoi.

27

Chi ha creanza, se la passa bene, chi non ne ha, se la passa meglio.

28

Chi ha male. non può misurar bene.

29

Chi lo letamina l'ottiene, chi lo pota lo costringe a fruttar bene.

30

Chi mi vuol bene mi fa arrossire, e chi mi vuol male mi fa imbianchire.

31

Chi mi vuol bene mi lascia piangendo, e chi mi vuol male mi lascia ridendo.

32

Chi mura bene, gli perde mezzi; chi mura male gli perde tutti.

33

Chi non fa bene in gioventù, stenta in vecchiaia.

34

Chi non sa di male, non sa di bene.

35

Chi non vuol bene alle bestie, non vuol bene neanche ai cristiani.

36

Chi pensa al prossimo, al suo bene si approssima.

37

Chi promette e non attiene, l'anima sua non va mai bene.

38

Chi si marita fa bene, e chi no, meglio.

39

Chi si trova in libertá, ha gran bene e non lo sa.

40

Chi si volsero bene, non si volsero mai male.

41

Chi si vuol bene s'incontra.

42

Chi si vuol bene, poco luogo tiene.

43

Chi sta bene con sé, sta bene con tutti.

44

Chi veste il domenicale, o bene bene, o male male.

45

Chi vuol ben pagare, non si cura di bene obbligare.

46

Chi vuol bene a madonna vuol bene a messere.

47

Chi vuol bene vede da lontano.

48

Chi vuol esser discreto conosca bene altrui.

49

Chi vuol far bene i suoi fatti, stia zitto e non gracchi.

50

Chi vuol male ai suoi non può voler bene agli altri.

51

Chi vuol star bene, non bisogna partirsi da casa sua.

52

Chi vuol vivere e star bene, prenda il mondo come viene.

53

D'un male nasce un bene.

54

Da uom dabbene, non hai che bene.

55

Dal falso bene viene il vero male.

56

Del bene e del mal tôrre, secondo quel che corre.

57

Domeneddio fece bene a non fare i denti a' ranocchi.

58

Due bene, tre meglio, quattro male, e cinque peggio.

59

Due piedi non istanno bene in una calza.

60

E' bene aver degli amici per tutto.

61

E' mio zio colui che vuole il bene mio.

62

E' non nevica mai bene, se di Corsica non viene.

63

E' si può fare il male a forza ma non il bene.

64

E' un di più tender bene, se la rete non tiene.

65

E' un gran male non fare alcun bene.

66

E', meglio che stia un solo bene, che tutti male.

67

Fa bene, e non guardare a cui.

68

Fa' bene a' putti se lo dimenticano, fa' bene a' vecchi muoiono.

69

Facendo male, sperando bene, il tempo va e la morte viene.

70

Far come padre Zappata, che predicava bene e razzolava male.

71

Fate del bene al lupo, che il tempo l'ha ingannato.

72

Fate del bene al villano, dirà che gli fate del male.

73

Fidarsi è bene, non si fidare è meglio.

74

Formento, fava e fieno non si volsero mai bene.

75

Guarda di fare il bene e non a chi fai il bene.

76

Guardalo bene, guardalo tutto, l'uomo senza denaro combrutto.

77

Guardati da chi consiglia a fine di bene.

78

I giorni spesi bene sono i meglio impiegati.

79

I Giudei non istanno bene co' Samaritani.

80

I maestri son quelli che fanno le cose bene.

81

Il bene bisogna cercarlo, il male aspettarlo.

82

Il bene de' poveri dura poco.

83

Il bene non fu mai male, e il male non fu mai bene.

84

Il bene non fu mai tardi.

85

Il bene non è mai troppo.

86

Il bene preso in fretta torna a disdetta.

87

Il bene trova il bene.

88

Il bene va preso quando si può avere (ovvero quando Iddio lo manda).

89

Il bene è bene per tutti.

90

Il bene è sempre bene, il male è sempre male.

91

Il ladro sta bene col malandrino.

92

Il male che non ha riparo, è bene tenerlo nascosto.

93

Il male ha chi lo comporta, ma il bene non v'è chi lo sopporta.

94

Il male non dura, il bene non regna.

95

Il meglio è nemico del bene.

96

Il ricordarsi del male raddoppia il bene.

97

Il sano consiglia bene il malato.

98

Il signor Donato gli è sempre bene arrivato.

99

Il tempo bene speso è un gran guadagno.

100

Insalata ben salata, poco aceto e bene oliata (e da un pazzo rivoltata).

101

L'amore è principio del bene e del male.

102

L'avaro non fa mai bene, se non quando tira le calze.

103

L'ingrato colle bestie si conviene, che non sa se non render mal per bene.

104

La cattiva volontà non disse mai bene.

105

La gallina che sta nel pollaio, è segno che vuol bene al gallo.

106

La limosina è fatta bene anco al Diavolo.

107

La lingua sta bene dentro i denti.

108

La patria è dove s'ha del bene.

109

La vecchiezza è un male desiderato da tutti: la gioventù un bene non conosciuto da nessuno.

110

Legala bene, e poi lasciala andare.

111

Lo impacciarsi con bestie giovani è sempre bene.

112

Mal senza libertà si gusta il bene.

113

Meglio un bene lontano che un male vicino.

114

Molti ladri siedon bene.

115

Neanche il contadino ara bene se non s'inchina.

116

Niente facendo s'impara a far male, come facendo male s'impara a far bene.

117

Nobile coraggio fa il bene senza esserci costretto.

118

Non c'è male senza bene.

119

Non da chi tiene, ma da chi vuol bene.

120

Non far mai bene, non avrai mai male.

121

Non istanno bene due galli in un pollaio.

122

Non istanno bene due ghiotti a un tagliere.

123

Non istà bene gran berretta a poco cervello.

124

Non sa che cosa sia il male, chi non ha provato il bene.

125

Non si conosce il bene, se non quando s'è perso.

126

Non si sta mai tanto bene che non si possa star meglio, né tanto male che non si possa star peggio.

127

Non tutti i piedi stanno bene in una scarpa.

128

Non vi sarà gran danno per nessuno, se ha un po' di male e di bene ciascuno.

129

Ognuno sa giocare, quando la gli dice bene.

130

Onestà sta bene anche in chiasso.

131

Pari con pari bene sta e dura.

132

Per fare una cosa bene, bisogna esser tagliati a buona luna.

133

Per istar bene si fa delle miglia.

134

Per tutto bene, ma in famiglia meglio.

135

Piglia il bene quando viene, ed il male quando conviene.

136

Pigliar moglie, suona bene e poi sa male.

137

Presto e bene non stanno insieme.

138

Presto e bene raro avviene.

139

Presto e bene, tardi avviene.

140

Proteste e serviziali non fanbenemale.

141

Quando le noci vengono a mucchiarelli, la va bene pei richi e i poverelli.

142

Quando puoi aver del bene, pigliane.

143

Quando si vuol bene si ha sempre paura.

144

Ride bene chi ride ultimo.

145

Scopa nuova spazza bene tre giorni.

146

Si balla bene sulle sale degli altri.

147

Si crede più il male del bene.

148

Si predica bene e si raccola (o si raspa) male.

149

Si vive bene all'ombra del campanile.

150

Soffri il male, e aspetta il bene.

151

Soli non si starebbe bene nemmeno in Paradiso.

152

Solo allora conosciamo il male e il bene, quando l'uno parte da noi e l'altro viene.

153

Sottil filo cuce bene.

154

Tutto è bene ció che finisce bene.

155

Un cuor magnanimo vuol sempre il bene anche se il premio mai non ottiene.

156

Una ghirlanda costa un quattrino, e non istà bene in capo a ognuno.

157

Una nuova legge e' presto fatta, il difficile è farla bene.

158

Usa col buono e sta bene coi cattivi.

159

Vuoi vendicarti de' tuoi nemici? governati bene.


Indice

Homolaicus - Proverbi italiani
L.R. - 2010