HOMOLAICUS - PROVERBI

GIOCA GRATIS

LEMMI

PROVERBI TROVATI

FACCIO

1

Fate quel che dico e non quel che faccio.

FACENDO

1

Facendo male, sperando bene, il tempo va e la morte viene.

2

Niente facendo s'impara a far male, come facendo male s'impara a far bene.

3

Per via (o via facendo) s'acconcian le some.

FACESSE

1

Quando il villano è a cavallo, non vorrebbe mai che si facesse sera.

FACESSERO

1

Se le cose si facessero due volte, l'asino sarebbe nostro.

FACEVAN

1

I proverbi li facevano i vecchi, e stavan cent'anni e li facevan sulla comoda.

FACEVANO

1

I proverbi li facevano i vecchi, e stavan cent'anni e li facevan sulla comoda.

FACILE

1

E' più facile arrovesciare un pozzo, che riformare un vecchio.

2

E' più facile far le piaghe che sanarle.

3

E' più facile fare il momo che il mimo.

4

E' più facile filosofare che laconizzare.

5

Il vedere è facile, e il prevedere è difficile.

6

Nel facile sta il difficile.

7

Non è facile acquistar buona fama.

8

Più facile trovar dolce l'assenzio, che in mezzo a poche donne un gran silenzio.

9

Placato il cane, facile è rubare.

FACILI

1

Tre cose son facili a credere, uomo morto, donna gravida e nave rotta.

FACILMENTE

1

Chi ha beni di fortuna in abbondanza puo facilmente fare ciò che gli piace.

2

Chi ha buona cappa, facilmente scappa.

3

Chi mai non andò fuori dal guscio ov'è nato diventa facilmente superbo; non trova il buono che in casa sua, e si crede essere sopra gli altri.

4

Gli avari e i falliti facilmente stanno uniti.

FACISSI

1

Si lu giùvini vulissi e lu vecchiu putissi, nun ci sarria cosa chi nun si facissi.

FACITORE

1

Gran vantatore, piccol facitore.

FACOLTÀ

1

A buona volontà non manca facoltà.

2

Le facoltà fanno parere ardito chi non è, e savio chi non sa.

FAGIOLI

1

A Marradi, seminan fagioli e nascon ladri.

2

In Tirolo si semina fagioli e nascono sbirri.

FAGIOLO

1

Quando canta l'Assiolo, contadin, semina il fagiolo.

FAGLI

1

Accompàgnati con chi è meglio di te, e fagli le spese.

FAGLIELA

1

A chi te la fa, fagliela.

FAI

1

Comanda, e fai da te.

2

Compra uno e vendi tre; se fai male, apponlo a me.

3

Di chi mal fai, di lui non ti fidar mai.

4

Dimmi la vita che fai, e ti dirò la morte che farai.

5

Fai un passo falso oggi e cento vite non basteranno a redimerti.

6

Guarda di fare il bene e non a chi fai il bene.

7

Per San Gallo (16 ottobre) para via e non fai fallo.

8

Se ben tu fai, sappi a chi lo fai.

9

Se vuoi che l'amicizia si mantenga fai che un paniere vada e l'altro venga.

10

Se vuoi guardar la casa, fai un uscio solo.

11

Tutto fai, ma la casa con due porte mai.

FALCE

1

A San Barnabà (11 giugno) la falce al prà, o piglia la falce, e in Maremma va.

2

Non v'è la peggio stretta di quella della falce.

FALCO

1

Benché l'aquila voli alto, il falco l'uccide.

FALDE

1

Il medico di Valenza, lunghe falde e poca scienza.

2

Quando il cielo è a falde di lana, anche l'acqua è poco lontana.

FALLA

1

Chi assai ciarla spesso falla.

2

Chi fa falla e chi non fa sfarfalla.

3

Chi falla in fretta piange adagio.

4

Chi falla la seconda volta, merita un cavallo.

5

Chi non fa non falla.

6

Chi non falla, non teme.

7

Chi semina a buon'ora, qualche volta falla, e chi semina tardi, falla quasi sempre.

8

Chi serve a ufo o male remunerato è miracolo se non falla.

9

Col perdonar troppo a chi falla, si fa ingiuria a chi non falla.

10

Guarda alla pena di chi falla.

11

Il popolo, quando falla, dev'essere gastigato; ma il principe, se erra, dev'esser avvisato.

12

Muovi lite, acconcio non ti falla.

13

Nel pigliar non si falla.

FALLACI

1

La fede degli uomini, il sogno e il vento son cose fallaci.

FALLI

1

A san Donato falli sempre buon viso.

FALLIRAI

1

Parla poco e ascolta assai, e giammai non fallirai.

2

Pota tardi e semina presto, se un anno fallirai, quattro ne assicurerai.

FALLIRE

1

Dio solo non può fallire.

2

Fallire far lire.

3

Il fine del mercante è il fallire; e il fine del ladro in sulle forche, morire.

FALLISCE

1

Chi non fallisce, non arricchisce.

2

Chi va diritto non fallisce strada.

3

Tutta la strada non fallisce il saggio, che accortosi dell'errore a metà del cammin muta il suo viaggio.

FALLISCONO

1

Amici e muli falliscono nell'adoprarli.

FALLITI

1

Gli avari e i falliti facilmente stanno uniti.

2

I pensieri vanno falliti.

3

Sogni di banditi, fantasie di storpiati, disegni di falliti.

FALLITO

1

Mercante litigioso, o fallito o pidocchioso.

2

Quando piove il giorno di San Vito (15 giugno) il prodotto dell'uva va sempre fallito.

3

Quando uno è fallito, è in capitale.

FALLO

1

A chi è in fallo, l'uno par due.

2

Femmine, vino e cavallo, mercanzia di fallo.

3

Il primo fallo ha nome miseria; il secondo ha nome mattia.

4

Ogni fallo aspetta il suo laccio.

5

Per San Gallo (16 ottobre) para via e non fai fallo.

6

Se vuoi condurre un uomo a imbarbogire, fallo ingelosire.

FALSA

1

Da falsa lingua, cattiva arringa.

2

L'errore è un guidatore che conduce verso una falsa rada.

FALSI

1

I capelli bianchi son testimonj falsi.

2

I falsi amici corrono con le lepri e cacciano con i cani.

FALSO

1

Credesi il falso al verace, negasi il vero al mendace.

2

Dal falso bene viene il vero male.

3

Fai un passo falso oggi e cento vite non basteranno a redimerti.

4

L'eloquenza del tristo è falso acume.

FAM

1

Il peggior (fam. il peggio) passo è quello dell'uscio

FAMA

1

Chi ha buona fama, ha ciò che brama.

2

Chi ha cattiva fama, è mezzo impiccato.

3

Chi mal cerca fama, se stesso diffama.

4

Chi semina virtú, fama raccoglie.

5

Chi teme la morte, non stima la fama.

6

Dalla fama, la fama è sotterrata.

7

Fame affoga fama.

8

La buona fama e' come il cipresso che, una volta tronco, non rinverdisce mai più.

9

La buona fama il ladrocinio nasconde.

10

La buona fama è come il cipresso.

11

La fama nell'arte val piú dell'oro.

12

La fama è un microscopio.

13

La fama, come un fiume, è angusta alla fonte e larga alla foce.

14

Non è facile acquistar buona fama.

15

Ogni bello alfin svanisce, ma la fama mai perisce.

FAME

1

A fame pane, a sete acqua, a sonno panca.

2

Avanti Natale, né freddofame (o per fino a Natale il freddo non fa male): da Natale in là, il freddo se ne va.

3

Aver fame e non gradire, aver sonno e non dormire, aver fretta e non venire, son tre cose da morire.

4

Battilano, o unto, o si muor di fame.

5

Chi ha fame, non ha nemici.

6

Chi ha fame, non ha sonno.

7

Chi ha patito la fame, sa che cos'è la carestia.

8

Chi si cava il sonno, non si cava la fame.

9

Con la fame, il pane duro si ammorbidisce.

10

Dalla paglia al legame cresce la fame.

11

E' meglio morir di fame che di stento .

12

E' meglio morir di fame, che di stento.

13

Fa forame il can per fame.

14

Fame affoga fama.

15

Fame piccola, fame vispa; fame grossa, fame trista.

16

Fuori pompa, in casa fame.

17

Gli anni della fame cominciano nella greppia del bestiame.

18

I mugnai sono gli ultimi a morir di fame.

19

Il miglio mantiene la fame in casa.

20

Il mulino della fame, quando ha acqua non ha grano.

21

Il negligente, la fame lo fa diligente.

22

Il solo cibo può appagar le brame, di chi per lunga inedia ha molta fame.

23

L'ordine è pane e il disordine è fame.

24

La fame caccia il lupo dal bosco.

25

La fame e il suono fan le cose maggiori di quel che sono.

26

La fame gran maestra, anche le bestie addestra.

27

La fame ha spie dappertutto.

28

La fame in Inghilterra comincia dalla mangiatoia del cavallo.

29

La fame non conosce legge.

30

La fame non conosce ragione.

31

La fame è il miglior cuoco che ci sia.

32

La fame é cattiva consigliera.

33

La salsa di San Bernardo (cioè la fame) fa buona ogni vivanda.

34

La segale o il segalato fece morir di fame la comare.

35

Nella casa dov'è un buon dottore o un ricco prete, non si sentefamesete.

36

Oggi fave, domani fame.

37

Quando la fame assale, la musica non vale.

38

Quando la fame vien dentro la porta, l'amore se ne va dalla finestra.

39

Quando si ha fame il pane sa di carne.

40

Quando si ha una piccola villa, non patisce di fame la famiglia.

41

Se i signori avessero giudizio, i poveri morirebbero di fame.

42

Sotto la neve pane e sotto l'acqua fame.

43

Un bel concerto di flauto e viola non satolla chi ha fame e non consola.

FAMIGLIA

1

Chi l'altrui famiglia non guarda, la sua non mette barba.

2

Chi vuol bella famiglia cominci dalla figlia.

3

Chi vuol far la bella famiglia incominci dalla figlia.

4

Chi vuole una bella famiglia, cominci da una figlia.

5

Della famiglia se ne vorrebbe dire, e non se ne vorrebbe sentir dire.

6

Guai a quella casa dove la famiglia s'accorda.

7

Guai a quella famiglia che non ha vecchi per molto senno e per età.

8

Il piacere non ha famiglia e il dolore ha moglie e figliuoli.

9

La famiglia piccolina mette la casa in rovina; quando si è rilevata, la casa è rovinata.

10

Per tutto bene, ma in famiglia meglio.

11

Qualche macchiolina in famiglia l'abbiamo tutti.

12

Quando il capo è caduto, la famiglia è perduta.

13

Quando la famiglia è allevata, la famiglia è rovinata.

14

Quando si ha una piccola villa, non patisce di fame la famiglia.

15

Secondo vuoi la famiglia, la moglie piglia.

16

Tre cose rovinano la famiglia: moglie giovane, legna verde e pane caldo.

17

Una buona famiglia è l'ornamento della cittá.

FAMIGLIE

1

La saviezza del marito e la pazienza della moglie fanno la pace e la felicitá delle famiglie.

FAMMI

1

Fammi fattore un anno, se sarò povero mio danno.

2

Fammi indovino, ti farò ricco.

3

Fammi povera, ti farò ricco.

FAMOSA

1

Trieste pien de peste; Città nova, chi non vi porta non vi trova; Rovigno pien de ingegno, spacca i sassi come il legno;Capodistria, pedocciosa; Isola famosa; a Piran buon pan; Umago, tre preti e un zago (ragazzo che serve messe); una femmina da ben, e il pievan che la mantien.

FAN

1

Alle volte con gli occhi aperti si fan dei sogni.

2

Assai mane fan presto il pane.

3

Chi fa del bene agli altri, gli altri fan del bene a lui.

4

Cicisbei e ganzerini fanno vita da facchini (ovvero fan la vita de' facchini).

5

I danari fan correre i cavalli.

6

I danari fan la piazza.

7

I travagli fan tornare il cervello a bottega.

8

La fame e il suono fan le cose maggiori di quel che sono.

9

Pane e bucata (cioè bucato) fan donna scorrucciata.

10

Parole fan mercato, e danari pagano.

11

Proteste e serviziali non fanbenemale.

12

Scienza, casa, mare, molto fan l'uomo avanzare.

13

Tre cose fan l'uomo accorto, lite, donna e porto.

14

Tre cose fan l'uomo guadagnare, scienza, corte e mare.

FANCIULLA

1

La colpa morì fanciulla.

FANCIULLE

1

Debito e fanciulle da maritare, guarda la gamba.

FANCIULLI

1

Anche i fanciulli ben nati vogliono essere educati.

2

Chi sta con i fanciulli s'imbratta la camicia.

3

Denari e fanciulli bisogna ben custodirli.

4

Fanciulli angeli, in età diavoli.

5

Figliuoli piccoli, dolor di testa, fanciulli grandi. dolor di cuore.

6

Guardati dai fanciulli che ascoltano: anche i piccoli vasi hanno le orecchie.

7

I fanciulli hanno l'anima negli occhi.

8

I fanciulli mettono ogni giorno un'oncia di carne e una libbra di malizia.

9

I matti e i fanciulli indovinano.

10

La fortuna aiuta i matti e i fanciulli.

11

Quello che s'impara da fanciulli, non si dimentica piú.

FANCIULLO

1

Guardisi d'invecchiare chi non vuol tornar fanciullo.

2

Il denaro in tasca al giovane é un coltello in mano al fanciullo.

3

Tre cose rendono onore al fanciullo: lavoro, studio e disciplina.


Indice

Homolaicus - Proverbi italiani
L.R. - 2010